GIRLS U13 VINCENTI E CONVINCENTI ALLA SUCCOVIT!

FAENZA 50 – 18 POL. S.VIOLA

Dopo la preventivata battuta di arresto contro BSL, le Girls u13 tornano a vincere con una prestazione più che convincente, fatta di buona applicazione difensiva (culminata nei 0 punti concessi alle avversarie nel III quarto) e di buon gioco collettivo in attacco, a cui tutte le ragazze scese in campo hanno contribuito…il continuo lavoro di Morena in allenamento evidentemente comincia a dare i suoi frutti; a meno di imprevedibili cali di tensione il secondo posto nel girone ed il passaggio alla seconda fase dovrebbero essere assicurati!!!!

Tabellino finale:
Panzavolta 12, Burbassi 11, Giorgi 11, Fracasso 6, Alpi 3, Piglia 3, Grilli2, Sallustio 2, Lotto, Venturi.

All. Morena Trerè

UNDER 16, ALTRA VITTORIA PER I RAGAZZI DI ROBY CERONI

FAENZA 56 – 52 CASTEL BOLOGNESE

Faenza già sicura del passaggio del turno con due giornate di anticipo, gioca la partita più rilassata della stagione rischiando di subire lo sgambetto da parte del fanalino di coda Castel Bolognese. Dopo aver condotto per tutto il primo tempo i padroni di casa smettono di giocare assieme e subiscono il sorpasso a pochi minuti dalla fine. Gli ultimi minuti sono al cardiopalma. Castello assapora la prima vittoria, ma Faenza dopo diversi giri a vuoto in lunetta piazza il mini-break decisivo che gli permette di aggiudicarsi l’incontro.

Project: Montanari, De Giovanni 3, Dal Pozzo, Plaka 2, Beltrani 14, Sartoni 15, Soualhi 4, Calai 13, Amadori, Albonetti.
Castel Bolognese: Zaniboni 10, Nigro 8, Pompignoli, Giacometti 12, Mondini ne, Quadalti 4, Mariani ne, Capirossi 9, Peroni 9.

UNDER 13, SCONFITTA IN CASA DI ONE TEAM FORLI

ONE TEAM 82 – 50 FAENZA

Nessuno si faccia convincere da questo risultato, perché il bicchiere questa volta è mezzo pieno. La nostra under 13 continua a migliorare, e probabilmente questi 30 punti di differenza non ci sono; Grandissimi meriti di Forli, per il gioco, che conosciamo tutti, e per la “panchina lunga” che è tutto tranne una seconda linea. Bravi.

Ma noi ci godiamo comunque l’aver tenuto il gioco forlivese per due quarti, con azioni pregevoli e le solite individualità che anche in questo caso sono riuscite ad emergere. Continuare così è la strada giusta per divertirci e soprattutto imparare.

Ora tutti carichi per preparare la prossima rivincita!

Tabellini: Ravaioli, Campoli, Meneghini 12, Cristofori 4, Bagnara 12, Tedesco 4, De Luca 12, Valmori 4, Castellari, Vespignai 1, Visani 2, Chierchia. All. Saragoni.

Parziali: 14/13, 20/14, 23/9, 25/14

CUORE E GRINTA NON BASTANO, LA VITTORIA VA A PALERMO!

Sconfitti ma a testa alta!

All’andata era finita con un pesante meno 16, ma ancora una volta davanti al proprio pubblico, accorso numeroso anche se ad un orario insolito, Faenza ha reso cara la pelle.

Senza Coraducci fuori per problemi fisici l’InfinityBio ha affrontato a viso aperto la forte formazione Siciliana e dopo un inizio stentato ha preso in mano la partita mettendo in campo un intensità difensiva da grande squadra. In attacco nel primo quarto Ballardini ha trascinato letteralmente la squadra mettendo a segno 11 punti sui 16 complessivi contro i soli 12 lasciati alle avversarie.

Il secondo quarto si è chiuso in perfetta parità e le squadre sono andate al riposo con Faenza avanti di quattro lunghezze di vantaggio sul 32 a 28.

La difesa forte su Miccio ha dato i suoi profitti limitatando la giocatrice ad un misero bottino di 5 punti.

Ma è nel terzo quarto che si è decisa la partita. Dopo una prima parte giocata punto a punto negli ultimi cinque minuti Palermo ha dato la zampata decisiva, proprio con Miccio autrice di sette punti con due bombe consecutive, con i quali ha contribuito alla vittoria del quarto con il parziale di 24 a 11.

Sul meno nove ad inizio ultimo quarto le speranze della squadra di casa sembravano nulle, ma un inizio strepitoso, che ha ricordato quello contro Empoli, ha riportato fino al meno 1 il punteggio sul 53 a 54. Palermo però non ha perso la testa ed è riuscita a portare a casa i due punti riportandosi sul più otto nel finale sul risultato di 66 a 58.

A dimostrazione dell’ottima partita fatta ci sono alcuni numeri come i rimbalzi, che nonostante la differenza di centimetri sono stati a nostro vantaggio con 32 contro 29. Anche le percentuali al tiro sono state in linea con Palermo, la grande differenza l’hanno fatta i liberi con Faenza che è andata in lunetta 9 volte contro le ben 21 volte di Palermo.

Solitamente non parliamo degli arbitri ma chi era oggi al Palazzetto è uscito con l’amaro in bocca. Ci sta perdere contro squadre più forti ma alcune decisioni arbitrali non hanno convinto.

Ecco i tabellini : http://www.fibalivestats.com/u/LEGBF/743858/