PROMOZIONE: TERZO QUARTO FATALE A FUSIGNANO

FUSIGNANO 62 – 58 FAENZA

Sembrava una formalità dopo i primi dieci minuti, quando i locali erano riusciti a segnare solo 2 volte. Sembrava ancora facile dopo il secondo quarto, quando ovviamente Fusignano inizia a giocare a basket e realizza, ma recupera solo 3 punti e il nostro vantaggio rimane. Invece era solo il preambolo dell’inferno, cioè di un terzo quarto da dimenticare dove i 10 punti realizzati sono ben poco rispetto ai 22 dei padroni di casa che piazzano il parziale perfetto che gli regala vittoria e merito. Nel quarto periodo torna tutto normale, riprendiamo a segnare a modo nostro ma anche i rossoblù continuano a punirci, soprattutto da fuori, respingendo ogni volta i nostri tentativi di riaggancio. A fine partita saranno 9 le conclusioni dalla distanza messe a segno da Fusignano, e con 9 triple a segno, di solito si fa bottino.

Facciamo tesoro di questa sconfitta per non ripetere eventuali errori commessi, ricordando che comunque non siamo al completo e che siamo solo a novembre. Nulla di grave quindi, e aspettiamo gli ultimi rientri. Nel frattempo parole di elogio per Giovanni Turchiarulo, appena arrivato in squadra. Non abbiamo ancora avuto il tempo di presentarlo, ma è sceso in campo senza nessun timore mettendo a referto i primi punti e offrendo una buona prestazione difensiva.

Ottimo rientro dallo stop per Conti, soliti grandi numeri dal reparto lunghi. Esterni limitati da una difesa molto attiva e dai raddoppi, ridotte al minimo le possibilità di colpire dalla distanza.

Ora si va ad Ozzano, altra partita delicata per l’importanza che ha il risultato per i padroni di casa, ma si va per il riscatto. FORZA FAENZA!

Tabellini: Albonetti, Santo 21, Anghileanu, Boero 8, Ragazzi 2, Dal Monte, Turchiarulo 5, Fabbri, Pantani, Conti 8, Morsiani 16. All. Morigi

Parziali: 4/14, 14/11, 22/10, 22/23

UNDER 15 VINCENTE CONTRO OZZANO E OTTIMI SEGNALI!!

FAENZA 70 – 47 OZZANO

L’under 15 di Pontillo/Bedeschi conquista due punti importanti al termine di una gara condotta dai primi minuti, anche se con margini minimi.

Avversari molto alti, col rischio concreto di subirli a rimbalzo e nel gioco sotto canestro, e diversi tentativi di riaggancio, sono tutti stati limitati da una intensa attività difensiva anche lontano dalla palla, che non ha mai ceduto nei 40 minuti.

Questa intensità ha appunto prodotto recuperi e relativi contropiedi, che han permesso ai nostri ragazzi di mantenere il margine di sicurezza per 30 minuti e di caricare di falli gli avversari nel tentativo di limitare le nostre realizzazioni.

Si arriva così all’ultimo quarto, dove gli elementi più pericolosi fra le file ospiti sono limitati dai falli, e sappiamo approfittarne con penetrazioni poco ostacolate: ne esce un parziale pesante, che regala una vittoria netta quanto meritata.

tabellini: Linguerri 3, Vespignani 7, Calderoni 5, Tedesco, Baldo 2, Venturelli (c) 11, Zgarci 9, Giorgi 9, Dumini 2, De Luca 14, Bagnara 8, Collina. All. Pontillo Ass. Bedeschi

parziali: 12/9, 18/16, 17/16, 23/6

 

 

PROMOZIONE: ESPUGNATO IL CAMPO DI MASSA LOMBARDA

MASSA LOMBARDA 57 – 61 FAENZA

Grande risultato per la prima squadra maschile che conquista due punti importanti e non scontati, tenendo conto dell’ infermeria ancora sold-out.

Non disponibili infatti ancora Troni, Conti e Picone. Mama assente, esordio stagionale per Dal Monte, e regia a lunghi tratti affidata a Gatto (anno 2003), che fa compagnia ai 2003 Albonetti e Anghileanu.

Due di loro in quintetto iniziale, e fiducia ben ripagata, con buona presenza in campo e pochi errori più che perdonabili per questi giovanissimi. Primo quarto equilibrato che inizia con Santo devastante: 2 + 3 in un attimo, e tutti i rimbalzi catturati. Prime tre gite in lunetta per Boero, anche lui on fire, fermato irregolarmente ogni volta che attacca il ferro.

Il secondo periodo vede il tentativo di fuga per i padroni di casa, che piazzano 3 triple e iniziano a spingere. Massa a + 4 all’intervallo, con Faenza che risponde ancora dalla lunetta: sempre Boero firma un 7/7, con anche Morsiani e Pantani a referto.

Al rientro dalla pausa lunga, i nostri non trovano confidenza col canestro, così i locali continuando sul loro passo piazzano il break senza far nulla di particolare, sfruttando l’assenza in campo di Santo, che al terzo fallo reagisce correndo verso la sua panchina e viene sanzionato con ulteriore fallo tecnico.  Fortunatamente Morsiani da sotto ne realizza 3 di fila, contenendo in parte l’allungo massese, che comunque segna + 11.

Serve una scossa, e arriva puntuale. Morigi riorganizza le file, scendiamo in campo finalmente con l’atteggiamento migliore, e sono i giovanissimi ad aprire le danze: Anghileanu dalla lunetta, poi Gatto da due e la tripla che fa saltare in piedi i faentini al seguito. La difesa lavora a meraviglia, e per quasi 5 minuti Massa non fa bottino.

Si arriva così al Pareggio a quota 46 con altri 2 liberi messi a segno da Boero ( saranno 19 su 19 a fine gara).

Ragazzi firma il sorpasso, Santo e Morsiani allungano. Finalmente Massa si sblocca con un libero, poi Rivola riavvicina i locali con una tripla. Si arriva agli ultimi 100 secondi con i padroni di casa che si affidano al fallo sistematico e alle mani del solito Rivola che fa meno 2 a pochi secondi dalla sirena. Tocca ora a Morsiani la gita in lunetta, che glaciale firma il più 4 finale.

Massa Lombarda ha giocato una buona partita, spingendo per 40 minuti e sfruttando ogni occasione al meglio. Faenza esce da questa gara ancora più consolidata e convinta di poter contare su tutto il roster: Dal Monte ai primi minuti, Fabbri utilissimo a rimbalzo, Ragazzi mina vagante.

Le parole di elogio questa volta vanno però al grande Gigi Boero che pur pagando ancora qualcosa in difesa per una condizione non ancora al 100%, ha spinto in attacco per tutto il tempo di impiego con percentuali davvero da MVP.

Prossima gara a Fusignano sabato 9 alle ore 19.

Tabellini: Albonetti, Santo 8, Anghileanu 3, Boero 23, Ragazzi 1, Dal Monte, Fabbri, Pantani 2, Morsiani (K) 16, Gatto 8. All. Morigi

Parziali: 13/14, 18/13, 15/8, 11/26

PROMOZIONE SCONFITTA IN CASA DA MEDICINA

Faenza 58 – 64 Medicina

Arriva una sconfitta nella prima gara casalinga, con 4 ragazzi anno 2003 in campo per completare il roster decimato dagli infortuni, che hanno lottato come leoni, segnato, e difeso alla morte. Sarebbe stata meritata la vittoria se non altro per queste ragioni, ma Medicina conquista i due punti con una bella prova e altrettanto merito.

La partita inizia con Gatto e Anghileanu in quintetto, motivo di orgoglio per tutti e premio per questi ragazzi. Gli ospiti non fanno sconti, e provano ad allungare per un quarto e mezzo, il tempo che serve ai nostri per capire che nonostante il tutto esaurito in infermeria possono giocarsela. I giovani si scrollano quel po’ di timore iniziale e tutto inizia a girare. Purtroppo, e logicamente, paghiamo chili e centimetri, cosa abilmente sfruttata da Medicina, ma Faenza c’è e pian piano va al comando del match a quota 42 con capitan Morsiani.

Inizia un punto a punto avvincente dove tutti danno un prezioso contributo ma il roster completo dei biancorossi arriva con più fiato in corpo al finale, e riesce a gestire il piccolo vantaggio riconquistato.

Peccato per la sconfitta che non premia una prestazione di squadra davvero lodevole, e con 5 titolari non disponibili sarebbe stato davvero un colpaccio.

Tabellini: Albonetti, Santo 13, Anghileanu 2, Boero 20, Ragazzi 11, Siboni 2, Fabbri 2, Pantani 2, Morsiani 4, Gatto 2. All. Morigi

Parziali: 15/21, 15/13, 17/11,  11/19

Arbitri: Conte , Stefanelli

PROMOZIONE: BRUTTA SERATA, A GIALLONERO LA SFIDA DEGLI EX

GIALLONERO IMOLA 55 – 47 FAENZA

Alibi, colpe e meriti; è il titolo giusto per iniziare a descrivere una serata storta. Le attenuanti sono le assenze per infortunio, lo stop di Conti nel secondo quarto e la frattura al dito per Troni.

I meriti sono per una squadra (quella avversaria) che ha ben preparato la partita conoscendo il nostro gioco, e che si è ritrovata con un giovanissimo in campo che ha ben pensato di sfruttare la sua occasione di minutaggio piazzando 21 punti nel primo tempo (14 nel secondo quarto)

Le colpe, unica voce sulla quale si può lavorare, sono per un atteggiamento poco convinto per 20 minuti, perché quando poi ci siamo scrollati il torpore di dosso le cose sono andate bene.

Ovviamente rimontare comporta fatica, e a tre minuti dalla fine è mancata per tre volte la mano ferma per piazzare il meno 2 dopo esser stati sotto anche di 20 punti. ( 41 a 21 ). Alla terza occasione mancata, Imola in contropiede piazza il canestro che ci riporta a meno cinque spegnendo le speranze bianconere.

Tabellino: Ndiaye 7, Troni 9, Santo 13, Anghileanu n.e., Boero 7, Ragazzi 3, Fabbri, Pantani 2, Conti, Morsiani 6, Gatto. All. Morigi

Parziali: 13/7, 12/12, 12/16, 7/12

SABATO SERA ALLE 20.30 TORNIAMO IN CAMPO CONTRO MEDICINA. GIOCHIAMO IN CASA SUL CAMPO DI CASTEL BOLOGNESE