I RAGAZZI DELLA PROMOZIONE SI FERMANO AI QUARTI, MA CHE ORGOGLIO!

MEDICINA 75 – 67 FAENZA (16-23, 20-15, 26-18, 13-11)

Basterebbe la foto per dire tutto e per dire chi siamo. Raramente un risultato negativo può parlare di qualità… ma se pensiamo che Medicina schierava 12 elementi e noi eravamo in nove, se aggiungiamo che di questi nove, più della metà erano under, il risultato è la prova tangibile, l’ennesima, della qualità di questo gruppo e del suo coach. Al termine di un campionato pazzesco iniziato col sogno di una salvezza tranquilla e diventato una cavalcata trionfale, hanno affrontato i play off domando al primo turno Tatanka, ma poco c’era da fare contro una squadra più profonda, con una serie di cecchini quasi immarcabili, e che ha avuto, diciamolo, la fortuna di trovarci nella nostra peggior serata della stagione i quella gara uno chiusa a meno 26 per Faenza.

Da li in poi le sorti erano scritte, un po’ per il risultato, un po’ per le assenze fra le nostre fila, vale a dire Boero, Fabbri e Dal Monte.

Questo non significa che Faenza sia arrivata in Emilia con atteggiamento arrendevole, anzi..

Spinta da un Troni che ha voluto vendicare la gara di andata, Faenza parte veloce e precisa. 8 a 0 per noi in due minuti, Lollo che segna da “ovunque”. Saranno 15 punti nel suo primo quarto show, prima che i padroni di casa ci possano capire qualcosa e riescano ad arginarlo. Ma dal secondo quarto, per ovvie ragioni i nostri cambi subiscono la maggio intensità locale, e Medicina comincia a ricucire lo svantaggio. Complice anche un po’ di sfortuna e qualche fischiata o non fischiata, siamo costretti a tornare coi piedi per terra e a combattere, con quel sogno messo un po da parte.

Tutti al 110 per 100, come deve essere, ma non può bastare. Medicina mette la gara sul suo binario e la gestisce fino al 40esimo anche se l’ombra Faentina non scompare mai.

Si conclude con questi sorrisi, giustissimi e meritati, una stagione che vogliamo sia la partenza di un ciclo importante, per la quale possiamo solo dire grazie a questo gruppo e a coach Vespignani che ha saputo far crescere e rendere protagonisti e non comparse ragazzi del 2003 e 2004 che con grande sacrificio han servito la causa come adulti impavidi. Chapeau.

Ogni giocatore meriterebbe una menzione particolare nelle parole di ringraziamento, e davvero è come se lo facessimo. Evitiamo però un articolo chilometrico senza però dimenticare chi ha lavorato con noi per tutto l’anno, aiutandoci negli allenamenti a far numero in caso di defezioni nel gruppo e sgobbando forte come se dovessero poi scendere in campo. Grazie davvero a tutti!! Faenza c’è!

Tabellini

Medicina: Stellino, Bacci 8, Lenzarini 7, Barba 7, Vignudelli 15, Magli (Cap) 5, Carlotti 4, Ugulini 2, Curti 2, Trippa, Martelli 10, Soldi 15. All. Pasquali

Faenza: Santini E. 6,Castellari A. 8, Troni L. 26, Santo P. 16, Anghileanu I. 2, Melandri D. 2, Tverdolheb E., Capucci M.2, Bulzacca F. 4. All. Vespignani

Velkominn Sara!

Il Faenza Basket Project raggiunge l’accordo con l’atleta e firma la seconda straniera del roster: Sara Rùn Hinriksdottir!

25 anni, nazionalità islandese, esterna di 185 centimetri. Nelle ultime stagioni, dopo l’esperienza al Canisius College, approda nel campionato inglese in cui domina letteralmente vincendo due volte la coppa English WBBL e anche il premio di MVP. L’anno scorso, invece, finisce il campionato a Costanta in Romania dove viaggia a più di 14 punti di media. 

Nella sua giovane carriera vanta anche la presenza in tutti i campionati europei giovanili e due partecipazioni alle qualificazioni senior. 

Diventa, anzi, una pedina fondamentale per la nazionale islandese.

Ringraziamo la Prodep Agency per la professionalità e la disponibilità dimostrata durante l’intera trattativa.

E non vediamo l’ora di vederti in campo Sara THE BRAVE! 

Quarta stagione per Elisa Faustini Policari!

Si prepara ad indossare per la quarta volta la maglia faentina Elisa Faustini Policari.

Anche lei reduce dall’ottima annata che l’ha portata fino alla prima e tanto attesa convocazioni in nazionale senior, Policari rinnova il proprio contratto e resta con noi anche nella prossima stagione.

Elisa, dopo essere stata una delle maggiori protagoniste che ha portato la squadra a riconquistare la massima serie, chiude il campionato con quasi 8 punti di media e con un infortunio che la tiene lontano dal campo proprio nel suo miglior momento. Riesce però a rientrare quando conta per dare una mano alla squadra nei playout.

“L’anno scorso è stato bellissimo giocare la serie A qui, in questa piazza storica per la pallacanestro femminile italiana, soprattutto dopo averla conquistata. Purtroppo a metà stagione c’è stato un piccolo problema alla spalla, in più il Covid, che mi hanno tenuto fuori dal campo per quasi due mesi prima di tornare in buone condizioni. Per fortuna per la parte calda di stagione stavo molto meglio e ho potuto aiutare la squadra per raggiungere l’obbiettivo che tutte avevamo: rimanere in serie A!

A Faenza l’importanza del pubblico è fondamentale, purtroppo in questi due anni è stato molto limitato ma nonostante ciò non è mai mancato il loro supporto. So che l’anno prossimo il palazzetto sarà sempre pieno e anche per questo non vedo l’ora di riniziare!

Gli obbiettivi per l’anno prossimo sono, ovviamente, sia a livello personale che di squadra quello di migliorarsi sempre.

Vogliamo fare meglio, quindi perchè no, anche sognare i playoff!

ANDEGNA”

In bocca al lupo per la tua estate azzurra, ci vediamo in campo! Forza WONDER!

REPORT SETTORE GIOVANILE, FINALI DEI CAMPIONATI E GIOVANISSIMI IN FOTO!!

UNDER 13 SILVER

UNDER 14 SILVER

Regular season finita per alcune squadre, inizia la seconda fase dei campionati per le meglio classificate, ma a seguire parliamo di tutti! vamos!!

 UNDER 17 SILVER
️ Russi 62 – 36 FBP
Partita fisica con molti contatti dove i ragazzi partono con il piede giusto e riusciamo a giocare con intensità e determinazione. All’intervento siamo sotto di appena 7 lunghezze, ma il rientro in campo ci vede frettolosi e non riusciamo a prendere buoni tiri, così lasciamo ripartenze facili agli avversari che vanno spesso in contropiede. L’ultimo quarto ritroviamo un po’ di lucidità in fase offensiva e chiudiamo l’ultima partita del campionato sapendo che bisogna lavorare ancora parecchio.
Bisogna fare i complimenti ai ragazzi per la grinta messa e sottolineare come i risultati ottenuti nel girone di ritorno hanno visto sempre migliorare notevolmente la differenza punti, nonostante le numerose assenze.
(Beltrani 16, Umba 10, Silvestrini 4, Liverani 2, Neri 2, Ronchi 2, Donati, Balducci, Chiarini)
 UNDER 14 SILVER
️ Fbp 52 – 51 Medicina
(13:7/16:13/7:15/16:16)
Fbp: Dapporto 13, Sangiorgi, Romano 6, Loukili 2, Dalprato, Nati, Bandini 7, Scarpelli 2, Sodano, Ioni 2, Okadigbo 4, Calderoni 18 all. Morigi/Ravaioli
Un primo tempo contro Medicina giocato veramente bene, creando un sacco di opportunità e difendendo con grande volontà e concentrazione per lunghi tratti. Peccato che le occasioni create vengano poi spesso vanificate con tiri fuori equilibrio ed una scarsa tecnica e che in difesa si commettano speso falli davvero sciocchi.
Nel secondo tempo basterebbe sistemare la precisione al tiro per essere sopra di almeno 20pt, ma si presenta una Medicina più concreta e volitiva ed una Faenza tremolante ed indecisa. Questo mette la partita in gioco e Medicina recupera, poi sorpassa i padroni di casa.
La partita diventa decisamente più brutta nervosa. Troppe lamentele da parte nostra e quasi sempre ingiustificate quando basterebbe avere un miglior atteggiamento fisico e mentale.
Ioni, fino a quel momento non in partita, conquista tre rimbalzi in attacco e fa un canestro importante, la mano di Dapporto non trema dalla lunetta e Calderoni sigilla il +1 finale con un canestro da sotto dopo aver giocato una buona rimessa in attacco.
Così si conclude il girone F, chiudendo al terzo posto dietro Castel San Pietro e Medicina.
 UNDER 13 SILVER
️ Fbp 57 – 37 Raggisolaris
(12:5/20:12/14:3/11:17)
Fbp: Lombardi 8, Caroli 8, Pasini 12, Enogieru, Rachiu, Pagliara, Cavina 2, Ciavarra 6, Sava 2, Albonetti 6, Boschi, Floris 13 all. Morigi/Stefanelli
Si parte con il giusto piglio ed in pochi minuti si scava un vantaggio di 8pt, poi qualche amnesia e qualche errore di troppo con i piedi per terra ci fanno chiudere in vantaggio di sette lunghezze. Floris e Pasini sono ispirati e si allunga all’intervallo fino al +15.
Nel terzo quarto viene finalmente fuori la difesa, con un indemoniato Albonetti, che toglie opportunità di gioco e tiro agli ospiti. Catturando anche i rimbalzi si tolgono le seconde opportunità e se non fosse per qualche errore di troppo in conclusione sarebbe un quarto davvero di ottima fattura.
La partita di fatto si chiude qui e solo le rotazioni finali permettono alla squadra di Cenni di rientrare sul -20 conclusivo.
Venerdi ci aspetta Imola per l’ultimo atto della stagione regolare, speriamo di chiudere con una bella partita, così come é stata quella di andata, purtroppo persa all’ultimo secondo di gioco.
 UNDER 17 GIRLS
️ Capra Team 30 – 70 Faenza
Nella trasferta contro il Caprateam Verde nel campo di Russi le nostre ragazze portano a casa una convincente vittoria.
Si parte subito forte nel primo quarto che vede un buon vantaggio per le bianco nere di 9 a 17.
Nel secondo quarto complice la difesa a zona delle avversarie si fa fatica a segnare con continuità ma la difesa contiene la squadra avversaria a 6 punti.
Nel terzo quarto le nostre ragazze si chiariscono le idee su come affontare al zona e buone collaborazioni da dentro l’area e conclusioni da fuori creano il parziale di 9 a 27 del terzo quarto.
Una buona prova delle nostre ragazze in questa penultima gara di campionato.
Tabellini
Giorgi 17 Nyemeg 15 Rotaru 12 Giglio 10 Venturi A. 6 Venturi N. 4 Paganelli 4 Agostini 2 Papaleo.
 UNDER 13 SILVER
️ Int. Imola 61 – 47 Fbp
(14:14/17:8/12:15/18:10)
Fbp: Lombardi 6, Caroli 4, Pasini 13, Alpi, Wang 2, Rachiu, Cavina 2, Ciavarra 5, Sava, Bertazzoli 4, Albonetti 7, Floris 4 all. Morigi/Stefanelli
Due quarti giocati decisamente alla pari (26-29 considerando solo i quarti dispari) e due quarti in cui i piccoli errori in attacco ed in difesa scavano i parziali che consegnano la partita ai padroni di casa.
Imola é più concreta a rimbalzo e sotto canestro. Faenza spreca qualche tiro di troppo, ma soprattutto perde troppi i palloni senza apparenti motivi da giustificarli e concede troppi, troppi rimbalzi ai biancorossi.
Imola parte forte e con Pasini c’è la prima rimonta che conduce al pareggio, poi Imola scappa sul finale del secondo quarto (31-22). Wang e Bertazzoli danno ossigeno con 6pt e si chiude grazie ai recuperi di Albonetti sul -6 per iniziare l’ultimo quarto, ma nonostante gli sforzi manfredi le energie fisiche e mentali vengono a dissiparsi proprio quando conta per l’ultima rimonta e la vittoria, così come la vittoria del girone, finisce nelle mani dell’International.
Si chiude il campionato al terzo posto, sconfitti solo da Castel San Pietro e Imola. Ora comincia la stagione, più dura, quella del miglioramento individuale, per prepararsi alla prossima stagione agonistica.
 UNDER 19 SILVER
️ Cesena 77 – 52 Fbp
Motta 11, Carbini 9, Carugati 16, Monteventi 10, Rossini 4 Benini 2
I 6 leoni dell under 19 vendono cara la pelle nell ultimo incontro stagionale.
Giocando bene per 3 periodi su 4.
Faenza guidata prima da Carbini on fire, poi da Carugati ed infine da Motta ricucisce piu volte gli strappi, riducendo più volte lo scarto sotto la doppia cifra, nell ultimo periodo le forze pian piano vengono a mancare e Cesena merita la vittoria consolidando il terzo posto.
I giovani dell under19 terminano la stagione al nono posto.
 UNDER 17 GIRLS
️ FBP 27 – 37 Nuova Virtus Cesena
Rotaru 9 Nyemeg 8 Giorgi 7 Venturi N.2 Giglio 1 Papaleo, Paganelli, Agostini, Profeta, Ceroni, Frecentese.
Si chiude con una sconfitta un po’ amara il campionato under 17, le nostre ragazze partono con un convincente 9 a 0 grazie a belle giocate in velocità ed una difesa attenta, chiudendo così la prima frazione in vantaggio 13 a 6
La squadra di Cesena, però non si da per vinta, e con pazienza e riduce lo scarto nel secondo quarto avvicinandosi ad un solo punto di distanza.
E’ proprio il terzo quarto a fare la differenza la collaborazione offensiva delle nostre ragazze viene un po’ meno aumentando il numero di palle perse e i conseguenti possessi delle avversarie, un perentorio 4 a 13 crea il divario che resterà fino a fine partita.
 UNDER 15 GIRLS
️ AICS FORLI’ 61 – 48 FBP
Le nostre ragazze entrano in campo contro le cugine forlivesi un po’ contratte partendo con un parziale negativo di 8 a 0.
Grazie ad una difesa più attenta riusciamo a produrre contropiedi che ci regalano un po’ di facili canestri.
Purtroppo manca molta lucidità in fase offensiva e sono troppe le palle perse che creano conclusioni da sotto per le avversarie.
Durante il terzo quarto si cerca di trovare la lucidità e l’attenzione necessaria per collaborare in attacco, questo porta a buone giocate offensive e relativi canestri.
Non basta però per ricucire il gap che si assesta sempre sugli 8/10 punti di distanza.
Partita combattuta e giocata con tanta voglia dalle bianco nere, anche se non si è riusciti a portare a casa il risultato le nostre ragazze come sempre si sono impegnate al massimo.
Piazzetti 16 Salvini 7 Agostinelli 6 Bosi 5 Bertoni 5 Capirossi 5 Liporesi 2 Giovannetti 2 Coralli Grossi
 UNDER 19 GOLD
️ Fbp: 47 – 64 Piacenza
(10:19/12:14/11:18/14:13)
Fbp: Calai 2, Gardelli 9, Ravaioli, Bulzacca 6, Capucci 4, Benini 2, Foschini 4, Carugati 7, Zambelli, Gatto 11, Motta 2 all. Morigi/Bedeschi
Calai risponde a Zhuravel, poi Foschini in penetrazione fa il paio con il canestro di Cigognini, dopo di che Piacenza scappa e la si rivede solo per i saluti finali.
Sei ragazzi del gruppo gold, di cui tre al rientro dopo mesi di stop (Calai, Gardelli e Gatto) e cinque del gruppo Silver, con Zambelli in precarie condizioni.
Il forfait dei tre traghettatori stagionali (Anghileanu, Tverdohleb e Melandri) costringe Ravaioli ad inventarsi lungo, quindi diventiamo molto prevedibili con attacchi dal mid range o da tre punti e pochi attacchi profondi al ferro.
Piacenza trova vantaggio, nel primo parziale, in contropiede ed a rimbalzo, Faenza prova a restare incollata con l’energia di Gatto ed una tripla di Bulzacca, nel secondo quarto.
Se l’intervallo segna -11 ed il canestro di Capucci genera il -8, si arriva poi a sprofondare fino a -22.
Si chiude sul -17 partita e stagione, con Benini che realizza nel quarto periodo i suoi primi punti nel campionato Gold, all’esordio.
Una stagione complessa, travagliata, che ci ha visto davanti ad una marea di difficoltà, talvolta insormontabili, in ambo i campionati u19, ma questi ragazzi, con impegno e serietà, sono spesso riusciti a risolvere situazioni complesse, con lo scopo e l’obiettivo di giocarsela e confrontarsi alla pari con tutti, nonostante gli evidenti limiti imposti dall’andamento stagionale (e non si parla solo di problemi legati al Covid, che tutti hanno avuto).
Ora guardare con fiducia al domani, partendo già da oggi per migliorarsi in palestra e al campetto nei prossimi mesi, con un in bocca al lupo speciale a coloro che, di qui a poco, affronteranno il primo esame serio della loro vita, quello di maturità.
 UNDER 15 GOLD
️ Basket Project 62 – 59 Pol. Arena
(17-13; 16-21; 15-9; 14-16)
Faenza: Nanni, Chiarini, Beltrani 28, Stella, Morri n.e., Donati 12, Calderoni 4, Silvestrini 4, Moriconi 12, Umba 2, Arcolaci 1, Melandri G.. Coach Ceroni-Giglio
Montecchio: Bocedi, Ligabue 35, Pisi 11, Del Rio 2, Barani 2, Codeluppi 6, Shushko 4. Coach Martinelli-Mazzocchi
Inizia la seconda fase del campionato e Faenza occasionalmente al Pala Bubani, ospita Montecchio decima nel girone A.
Faenza parte leggermente contratta e fatica a trovare spazi contro la maggior fisicità degli ospiti. La bomba di Calderoni da carica ai compagni che chiudono in vantaggio il primo quarto sul 17-13. Il secondo quarto é uno scontro a distanza Beltrani (10) – Ligabue (16). Il n.68 ospite diventa un proprio rebus per la difesa di casa, che si disunisce e in attacco cerca forzature e tiri fuori ritmo concedendo il sorpasso a Montecchio ed andando al riposo sul 33-34.
Causa problemi di falli nel reparto sotto canestro Umba-Calderoni già con 3 falli cambiano le rotazioni in casa Faenza e grazie alla coppia Donati-Silvestrini che si sacrificano su Ligabue, i Manfredi trovano un modo per limitarlo. Come al solito la difesa da la carica e il duo Moriconi-Beltrani guidano il break che porta Faenza sul 48-43.
I padroni di casa hanno pienamente l’inerzia della partita ed arrivano a toccare anche il +12, ma da quel momento si smette di giocare pensando di aver già vinto la partita. Montecchio recupera con Codeluppi (6) che si aggiunge al solito Ligabue. Il finale é teso con Faenza che si trova sul +3 e costringe ad una forzatura gli ospiti che, grazie ad una dormita difensiva, prendono recuperano il rimbalzo offensivo realizzano il canestro nel 60-59 a 26″ dalla fine. Montecchio non fa fallo e Faenza dopo un tiro forzato, che poteva costare caro, recupera il rialzo offensivo e con Moriconi chiude la partita sul 62-59.
Bravi i ragazzi a portarsi a casa una partita tosta contro un’avversario mai domo.
 UNDER 15 GIRLS
️ Faenza 29 – 98 BSL
Salvini 11 Piazzetti 8 Agostinelli 4 Grossi 4 Bosi 2 Coralli, Bertoni, Guerrini, Giovannetti, Capirossi
Troppo complicata per le nostre ragazze l’ultima partita casalinga per questa stagione.
La compagine bolognese si dimostra molto più evoluta tecnicamente e tatticamente, e anche fisicamente le nostre ragazze risultano di gran lunga meno attrezzate.
L’inizio gara risulta subito problematico dove le bianco nere devono affrontare l’aggressiva difesa a tutto campo delle avversarie, con il risultato di perdere davvero troppi palloni e concedere facili soluzioni in contropiede alla squadra ospite.
Raccolte un minimo di idee e diminuiti i numeri di palleggi, riusciamo a difenderci e cercare di portare a casa qualche buona giocata di collaborazione in contropiede e anche a difesa schierata.
Partite come queste servono per capire come la pallacanestro sia un gioco duro che va praticato al massimo impegno.
Comunque le nostre ragazze hanno lottato e cercato di fare il loro meglio fino alla fine della partita e questo è un grande merito che a loro va dato
 UNDER 17 GOLD
️ Piacenza 60 – 56 Faenza
(19-18;13-15;9-8;19-15)
Partita molto complicata da giocare oltre che per il valore degli avversari anche per le 2 ore di macchina da dover affrontare
I ragazzi sanno dell’importanza del match e sin dalle prime battute provano a mettere la testa avanti cercando soluzioni individuali ma efficaci.
Solo la situazione falli complica i piani ai nostri che non riescono quindi a trovare una quadra contro i lunghi avversari che in due porteranno a commettere molti falli alla nostra difesa e più della metà dei punti per Piacenza
Peccato quindi per non essere riusciti a tornare a casa vittoriosi. Rimane comunque la soddisfazione di aver visto crescere questi ragazzi e la consapevolezza che si sta andando nella direzione giusta per il prossimo anno

GIRLS, CONGEDO CON VITTORIA!!!

AICS FORLI’ 24 – 47 FAENZA BASKET PROJECT

Le Girls chiudono il loro campionato con una facile vittoria sul campo dell’AICS Forlì, avendo la meglio, grazie ad una buona concentrazione difensiva e a belle giocate offensive, sul ritmo elevato e sul gioco fisico delle avversarie.
Finisce così un’annata che ha confermato le buone potenzialità del gruppo delle nostre GIRLS, penalizzate da qualche calo di concentrazione nei momenti cruciali del campionato, e anche da un pò di cattiva sorte.
Dopo l’estate, che speriamo porti consiglio a qualche ragazza indecisa se continuare il cammino, probabilmente con un nuovo allenatore ( grazie e buona fortuna Mak!), bisognerà impegnarsi per cercare di migliorare e crescere ancora…. e comunque:
BRAVE GIRLS, E GRAZIE!!!

Tabellino Finale:
Agostinelli 2, Bornazzini 4, Manaresi 8, Chiarini, Panzavolta 8, Poggiali 8, Spataro 5, Fiorani 8, Fabbri, Caccoli 2, Ballardini 2.
All. Morigi/Fino.

Parziali: 13-2; 14-13; 12-3; 8-6.