GIRLS FBP, VITTORIA COL BRIVIDO…

CAPRA TEAM RAVENNA 48 – 55 FAENZA BASKET PROJECT

Sabato 27 le nostre Girls sono tornate alla vittoria, battendo sul parquet del PalaValli di Russi le ragazze del CapraTeam. Partenza contratta di entrambe le squadre, con conseguente molta imprecisione al tiro, e primo periodo chiuso dalle nostre col minimo vantaggio (10-9).
Nel secondo quarto il FBP sembra sciogliersi, il giro palla diventa più fluido, ma, anche per il gioco molto ruvido delle Ravennati, andiamo all’intervallo lungo avanti di soli 2 punti.
Il terzo periodo non è per tifosi deboli di cuore: le Girls partono molli e confuse, e Ravenna si porta anche sul +5, prima che le nostre ritrovino finalmente gioco, ritmo e grinta, piazzando un contro breack e chiudendo il terzo periodo sul +3.
Nell’ultimo quarto il gioco molto fisico delle nostre avversarie le porta ad un paio di uscite dal campo anticipate per 5 falli, e le Girls possono chiudere la partita fissando il risultato sul 55-48.
Bene la vittoria, peccato per le troppe pause, che non ci hanno consentito di chiudere prima il discorso, come assolutamente nelle nostre possibilità.
Da segnalare l’ottima prestazione di Bornazzini, dopo un periodo di leggero appannamento.

Tabellino finale:

CAPRATEAM: Gonzales 4, Rontini, Lugaresi 4, Vannicci 7, Porzio, Pirazzini 12, Gentile 4, Cabiddu 6, Benazzi 2, Calabrese 5, Camata 2, Shlyakhtur. All. Maioli.
FAENZA: Ferruzzi 4, Bornazzini 14, Minguzzi 8, Manaresi 4, Chiarini, Panzavolta 9, Spataro, Fiorani 2, Sangiorgi 1, Bettini 3, Caccoli 4, Ballardini 6. All. Morigi.
Parziali: 9-10; 13-14; 16-17; 10-14.

Serie A, 8a giornata: l’E-Work regge un quarto, ma la Segafredo prende il largo nella ripresa e passa al Bubani

E-WORK FAENZA – VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA 43-77 (18-14, 11-26, 5-25, 9-12)

L’E-Work torna al PalaBubani per il derby emiliano-romagnolo con la Segafredo, ma dopo un ottimo primo quarto di gioco cede il passo alla Virtus Bologna, che passa sul parquet delle bianconere col punteggio finale di 43-77.

Miglior realizzatrice per Faenza Elisa Policari, che chiude la sfida a quota 12, mentre dall’altra parte l’assoluta protagonista è Hines-Allen, che ne mette 21 a referto, conditi anche da 7 rimbalzi, 7 assist e 7 falli subiti. Prossimo impegno per le ragazze di coach Sguaizer in programma sabato prossimo in terra sarda contro la Dinamo Sassari.

Quintetto Faenza: Cupido, Davis, Policari, Morsiani, Pallas

Quintetto Virtus: Pasa, Dojkic, Zandalasini, Hines-Allen, Turner

La Segafredo cerca di imprimere sin dall’inizio il suo ritmo, con una forte pressione difensiva e la volontà di correre veloce in contropiede: Dojkic segna 6 dei primi 11 punti delle bolognesi, mentre per l’E-Work sono Davis e Morsiani a guidare le azioni offensive (6-11). Sguaizer è costretto al primo timeout di serata e Faenza reagisce al rientro sul parquet, piazzando un break di 10-0, ispirato dalle triple di Policari e Manzotti, che regalano il massimo vantaggio alle romagnole sul 16-11. La prima frazione si chiude col piazzato di Elena Castello sulla sirena, che vale il 18-14 per l’E-Work.

Faenza prosegue nel suo momento positivo, trovando buone soluzioni offensive e contenendo le individualità della Segafredo. Serve l’esperienza di Battisodo per risvegliare l’attacco bolognese, che si accende in un amen e con l’ex faentina prima, con Dojkic poi, firma un importante parziale che riporta avanti la Virtus fino al 25-32 a 3′ dall’intervallo. La squadra di coach Lardo cerca di sfruttare la fisicità di Hines-Allen, che risponde presente e prende il controllo della zona pitturata, salendo ben presto in doppia cifra e dando l’impressione di essere difficilmente contenibile spalle a canestro. La seconda tripla di serata di Tassinari vale il +13 per le ospiti, che chiudono il secondo quarto sul 29-40.

Bologna rientra in campo con la voglia di dare subito la spallata decisiva alla sfida e Faenza non riesce a trovare contromisure per limitare Zandalasini e compagne. L’E-Work segna solo 2 punti nei primi 6 minuti del quarto, mentre la Virtus ne mette 20 sul referto, volando sul +29 (31-60). Diventa protagonista anche Cecilia Zandalasini, con 7 punti in fila ed una bella stoppata su Morsiani, mentre Hines-Allen e Dojkic proseguono nella loro ottima serata, salendo rispettivamente a 14 e 16 punti realizzati.  Policari interrompe il digiuno faentino, ritrovando il fondo della retina dopo diversi minuti, ma Turner mantiene invariata la distanza tra le due squadre. Il terzo quarto si chiude sul 34-65.

Gli ultimi 10 minuti di gioco servono sostanzialmente solo a definire quello che sarà il risultato finale del match, con entrambi i coach che cercano di allungare il più possibile le rotazioni, con il rientro sul parquet di Licia Schwienbacher dopo alcune settimane di assenza per un problema al polpaccio per Faenza e con la giovani Cappellotto e Migani in campo da una parte e dall’altra. Policari è costretta a lasciare il campo in anticipo a causa del quinto fallo personale commesso, chiudendo così la sua serata come top scorer dell’E-Work a quota 12.

Tabellino Faenza: Pallas 7, Morsiani 2, Cupido 4, Policari 12, Davis 7, Schwienbacher 2, Cappellotto, Manzotti 5, Llorente, Castello 4, Porcu

Tabellino Virtus: Battisodo 8, Hines-Allen 21, Pasa 3, Djokic 16, Turner 8, Zandalasini 9, Tassinari 6, Ciavarella 6, Migani, Tava

ILLEGAL PROMO A SAN MARINO: ESPUGNATO IL MULTIEVENTI!!

BASKET 2000 SAN MARINO 42 – 66 FBP (12/19, 10/12, 11/14, 9/21)

Sulla carta non era uno scontro al vertice, e le diverse classifiche facevano pensare ad una serata in salita. Ciò non è stato per una serie di motivi che analizzeremo in pochi minuti, dopo aver messo per iscritto i complimenti ad una squadra meravigliosa – questi sono i nostri ragazzi – che non si è mai disunita o scoraggiata nemmeno nelle partite storte, che ha subito infortuni, che gestisce assenze, e che nonostante tutto ha sempre dato qualcosa in più giorno dopo giorno, sfidando le avversità con lo spirito di un gruppo di amici. E doppio motivo di orgoglio, il fatto di avere quasi sempre in campo almeno un under (a volte due o tre 😉 ) del nostro settore giovanile. Bravi davvero, sempre più tranquilli, e l’esperienza arriverà.

Veniamo al match: anche stavolta è una tripla del capitano ad aprire le danze, alla quale risponde immediatamente Ugolini. Ritmo tranquillo, Faenza ha modo di ragionare e applicare la teoria: 19 punti senza correre, figli di tiri ben costruiti e tutto il quintetto a referto. Difficile far meglio.

Il secondo quarto è inaugurato dal giovane Tverdohleb, che fa saltare in piedi pubblico e panchina. Le difese si mettono in moto, si segna meno, ma i nostri han sempre un qualcosa in più e riusciamo ad allungare ancora, arrivando all’intervallo sul 22 a 31.

Terzo periodo: GIGI TIME. Tre conclusioni dall’arco che non possono chiudere ovviamente la partita ma di sicuro mettono in chiaro le cose sul suo destino, perché San Marino non riesce a trovare tiri facili grazie al nostro gran lavoro difensivo, e noi senza faticare troppo continuiamo a fare qualche soldo in più.

Doppia cifra di vantaggio per iniziare gli ultimi 10 minuti, morale alto e voglia di portare a casa i due punti. Coralità pazzesca, ci si aiuta, si corre e si difende insieme. Quando i locali avanzano trovano sempre un muro. Quando difendono non possono contenere lo straripante Santini (pare abbia le ali), le penetrazioni di Troni e anche Anghileanu è fermato fallosamente. Santo e Boero tornano in campo per il finale dopo un lungo riposo, e son fuochi d’artificio fino al 40 esimo con un ultimo parziale che descrive perfettamente lo spirito con cui abbiamo affrontato questa trasferta.

Voto 10 alla squadra, che affrontando nel modo giusto la partita fin dal primo minuto ha permesso a coach Vespignani di utilizzare le rotazioni arrivando a fine gara senza “bruciare” nessuno.

Tabellino: Santini 7, Castellari 3, Troni 18, Santo 10, Anghileanu 1, Boero 25, Dal Monte, Melandri, Tverdohleb 2. All. Vespignani

Prossima gara: @ Palabubani contro AICS FORLI giovedi 2 dicembre ore 21.20

Serie A, 8a giornata: il pre-partita del derby Faenza – Virtus

Dopo la fondamentale vittoria sul parquet toscano di Empoli, l’E-Work si appresta a tornare a calpestare il parquet casalingo del ‘Bubani’, per quella che si annuncia sicuramente come una delle sfide più attese della stagione dalla città romagnola. L’ottava giornata di campionato mette infatti di fronte le ragazze di Coach Sguaizer alla Virtus Segafredo Bologna, in un derby emiliano-romagnolo per il quale ci si aspetta il pubblico delle grandi occasioni.

Le due formazioni vengono da momenti un po’ diversi, con Faenza che è riuscita a trovare il primo successo esterno stagionale nella scorsa giornata, dimostrando che il processo di crescita della squadra sta continuando e sta portando a raccogliere i primi frutti del duro lavoro iniziato quest’estate. Dall’altra parte la Virtus è reduce da due ko nell’ultima settimana: in campionato le bolognesi sono state superate da Ragusa, mentre in EuroCup hanno ceduto il passo a Carolo.

Le padrone di casa stanno recuperando dai tanti acciacchi fisici avuti in questo avvio di stagione, mentre nel roster della Segafredo spicca tra tutte ovviamente il nome di Cecilia Zandalasini, oltre che della recente finalista WNBA Turner sotto i tabelloni. Riportiamo ora alcune dichiarazioni del pre-partita dell’allenatore bianconero Sguaizer, che presenta così la sfida di questa sera:

“Il recupero piano piano di tutte le atlete ci sta portando ad una situazione in cui lavorare in palestra diventa un po’ più semplice, non dobbiamo rincorrere continuamente situazioni di emergenza, che finora erano diventate un punto d’incontro quotidiano. Chiaramente non sarà semplice gestire lo strapotere fisico di Bologna, soprattutto nelle prime 5, dovremo essere brave a gestire le situazioni di post-up anche delle esterne, soprattutto con Zandalasini, ma anche Barberis quando gioca da numero 3. Ovviamente grande attenzione anche alle interne, in questo momento forse più Hines che Turner ci porterà a dover pensare a qualcosa di tattico per poterle arginare. Cercheremo di ripartire quantomeno dall’impegno messo a Empoli, riuscire a fare una partita positiva sarebbe già un ottimo risultato per noi. Speriamo che il pubblico ci dia una grande mano qua al Bubani, finalmente a in casa nostra in una palestra che conosciamo bene, spero possa dare una spinta in più alle nostre ragazze”

La sfida sarà trasmessa da LBF Tv,  canale ufficiale della Legabasket Femminile. Il tiro arbitrale sarà composto da Frosolini, Di Marco e Pellegrini. Palla a due in programma alle ore 20.30 al Pala Bubani.

SERIE A: BIGLIETTERIA APERTA PER IL DERBY

PRENOTA IL TUO BIGLIETTO

Faenza Basket Project comunica che la biglietteria online per prenotare l’accesso per la sfida di Sabato 27 Novembre alle ore 20:30 contro la Virtus Bologna è aperta.
Si giocherà al PalaBubani per un appuntamento speciale, il derby.

Si ricorda che la biglietteria del Bubani sarà aperta anche il giorno della partita per comprare l’accesso ma vi invitiamo a prenotare il biglietto per agevolare il corretto e distanziato afflusso di tutti gli spettatori dentro il palazzetto.

Infine si ricorda che l’accesso è consentito soltanto ai possessori di Green  Pass.

I prezzi dei biglietti:

  • Over 18: 15 euro
  • Promozione Giovanili FBP e Faenza Futura: 15 euro per la coppia di genitori / 10 euro per il singolo genitore
  • Ragazzi/e settore giovanile FBP e Faenza Futura: 5 euro (14-18 anni) , Gratis (under 14)
  • 14-18 anni: 5 euro
  • Under 14: Gratis
  • Tesserati palestra Overcome: 12 euro

Per i genitori dei ragazzi/e delle giovanili vi invitiamo a prenotarsi contattando la segreteria via whatsapp al 3516689829 o mandare una mail a fbpfaenza@gmail.com