SERIE A2: PREPARTITA SPEZIA GARA 2

Vigilia di Gara 2 dei quarti di finale dei playoff.
Domani alle ore 18 al Bubani (Diretta Youtube) l’E-Work scenderà in campo per cercare di chiudere la serie.
Primo match point per le bianconere che cercheranno di sfruttare il fattore campo delle mura amiche del Bubani contro una Spezia che dovrà per forzare vincere per portare la serie a gara 3.
Possibile rientro di Ballardini mentre per Spezia da valutare ancora le condizioni di Templari assente anche lei in gara 1. Una gara 1 condotta dall’inizio alla fine dalle faentine che dalla ottima difesa del Palamariotti vogliono continuare a imporre la loro aggressività e il loro ritmo di gioco.
La società Faenza Basket Project fa un grosso in bocca al lupo alle ragazze della pallavolo, Fenix Faenza, per la loro gara 2 dei quarti playoff che si terrà oggi. Forza Ragazze!
Le parole di coach Sguazier:
“Chiaramente contro la loro difesa a zona dobbiamo migliorare le spaziature offensive. Per l’aspetto difensivo vogliamo mantenere la stessa aggressività di gara 1, è stata la fase di gioco che ha funzionato meglio.
É importante chiudere la serie domani, passare il turno e soprattutto avere una settimana piena di tempo prima delle semifinali per riprendere le energie e migliorare gli aspetti del gioco.”

 

SERIE A2 – QF PLAYOFF: l’E-Work passa a La Spezia e si porta sull’1-0 nella serie!

LA SPEZIA – EWORK FAENZA 46-58 (8-21, 15-10, 16-16, 7-11)

Buona la prima per l’E-Work Faenza, che passa sul difficile parquet di La Spezia dopo 40′ di grande intensità e concentrazione. Le bianconere, senza Ballardini, conducono dal primo all’ultimo minuto, guidate dai 19 punti di Policari e dalla doppia doppia (11+10) di Morsiani. Alle padrone di casa, prive di Templari, non bastano invece i 26 della coppia Packovski-Hernandez Pepe. Faenza dunque si porta avanti 1-0 nella serie ed avrà la chance di chiudere il discorso già in gara 2, in programma domenica alle ore 18 al Bubani.

Partenza convinta della squadra di coach Sguaizer, che apre le danze con i due punti di Morsiani, seguita a ruota da Vente e dalla tripla di Policari per il 7-0 E-Work. La Spezia chiama timeout, ma le romagnole non accennano a ridurre il ritmo: Packovski segna i primi punti per le padrone di casa, Faenza risponde con un paio di conclusioni dalla lunga distanza che firmano il primo vero allungo bianconero. Il canestro di Schwienbacher vale l’8-21 su cui si chiudono i primi 10 minuti di gioco.

Sarni e Packovski provano a ridare fiducia all’attacco spezzino, con la squadra di coach Corsolini che prova ad imbrigliare l’E-Work passando per qualche azione a zona nella metà campo difensiva. Faenza però dimostra di essere in ritmo e con Policari tocca il nuovo massimo vantaggio sul 16-31: la sua vale anche la doppia cifra personale per l’ex Vigarano. Tosi risponde subito dall’altra parte, colpendo ancora da oltre l’arco (19-31), ma nell’azione successiva è costretta a tornare in panchina per il suo terzo fallo di serata. L’E-Work sbaglia un paio di appoggi comodi e il controbreak delle liguri sale fino al 7-0, con i due punti di Hernandez Pepe che siglano il 23-31 su cui le squadre vanno negli spogliatoi.

Si alza decisamente il ritmo e l’intensità della partita, con La Spezia che tira fuori tutto quello che ha, trascinata dalla sua leader Packovski e dal contributo prezioso di Mori e Linguaglossa. Le padroni di casa risalgono fino al 31-35, ma la solita Policari spara la tripla che ridà ossigeno all’E-Work. Un altro canestro di Packovski ed il 2/2 dalla lunetta di Hernandez Pepe valgono il -1 La Spezia (39-40). Nel momento più difficile del match Faenza trova un lay-up comodo ed importante sull’asse Policari-Morsiani per il nuovo +3 e da lì in poi le liguri non trovano più il canestro. La difesa faentina chiude ogni spazio e non lascia scampo in attacco: tripla di Franceschelli ed appoggio di Policari sulla sirena per il 39-47 di fine terzo quarto.

Sale la tensione e aumentano anche gli errori in apertura di ultima frazione, con nessuna delle due squadre che riesce a trovare il fondo della retina nei primi 4′ minuti di gioco. Ci pensa Morsiani a sbloccare la situazione, firmando il 41-49, dopo aver sfruttato il vantaggio fisico su Packovski. Coach Corsolini chiama timeout ed al rientro ci pensa subito il suo playmaker a segnare da oltre l’arco il nuovo -5. Sull’azione successiva La Spezia non sfrutta un antisportivo di Policari, con uno 0/2 dalla lunetta di Tosi e l’errore di Sarni sul possesso seguente. Non sbaglia invece dalla lunetta la numero 10 faentina, che con due liberi fissa il punteggio sul 44-53 a poco più di 2′ dal termine. E’ ancora Policari in penetrazione a segnare il canestro che chiude virtualmente il match, mettendo a referto il diciannovesimo punto personale. Il risultato finale al PalaMariotti è 46-58: E-Work avanti 1-0 nella serie.

Tabellino La Spezia: Packovski 13, Hernandez Pepe 13, Tosi 3, Linguaglossa 3, Sarni 10, Templari N.E., Moretti, Mori 4, Giuseppone, Guzzoni, Amadei N.E.

Tabellino Faenza: Franceschelli 9, Schwienbacher 7, Morsiani 11, Policari 19, Vente 6, Franceschini N.E., Ballardini N.E., Caccoli N.E., Soglia 3, Meschi, Brunelli, Porcu 3

SERIE A2: PREPARTITA SPEZIA GARA 1

Domani inizia la seconda fase, quella decisiva. Domani iniziano i playoff.
Palla a due ore 19 a La Spezia per gara 1 (diretta youtube Cestistica Spezzina).
Per il primo turno dei quarti di finale l’E-Work, testa di serie numero 1, affronta La Spezia (testa di serie numero 8). Un playoff 2021 diverso rispetto alle formule degli anni passati: la prima delle tre sfide si giocherà in casa della peggior classificata per poi spostare la serie in casa della migliore (passa chi vince 2 delle 3 sfide).
Faenza torna a giocarsi una post season dopo che l’anno scorso gli era stata negata per i motivi covid ma quest’anno l’affronta come la migliore della categoria. La squadra di coach Sguaizer è pronta e carica per la seconda decisiva fase, tutto l’organico al completo per iniziare al meglio i playoff 2021.
La Spezia è una squadra esperta, con punti delle mani ed è un avversario molto insidioso anche se arrivata con l’ultimo posto disponibile alla post season. Attenzione a Packovski, Templari, Sarni e Hernandez Pepe quattro giocatrici che compongono un quintetto di alta categoria che gioca una pallacanestro moderna con lunghe pericolose anche dall’arco.
Le parole di coach Sguaizer:
“Incontriamo una squadra diversa rispetto alla maggior parte delle squadre del campionato con lunghe molto pericolose dal perimetro. Spezia è unica in questo aspetto, ti costringe a cambiare e aggiustare la tua fase difensiva. Sono lunghe che hanno capacità di sfruttare al meglio il mismatch. 
Rispetto ad una gara di regular season cambia la durezza all’approccio alla partita. La capacità di resistere a contatti duri e la capacità a non uscire mentalmente dalla partita quando l’aspetto fisico inizia a farsi sentire.
Sono più partite da punteggi bassi ma dalla attenzione massima dove i punti bisogna guadagnarseli fino alla fine. 
Il punto cruciale della serie lo farà l’aspetto difensivo: chi riuscirà a reggere l’urto e a non mollare mai per i 40 minuti di gioco avrà un vantaggio importante per passare il turno.
L’equilibrio tra le due fasi di gioco e la capacità di leggere ogni aspetto del gioco stesso saranno due aspetti chiave.”

SERIE A2: CA’LUNGA NUOVO SPONSOR

Faenza Basket Project è lieta di annunciare un nuovo sponsor che entra a far parte del progetto bianconero: Ca’Lunga azienda vinicola imolese fondata nel 1961 giunta nella sua gestione alla terza generazione.
Il titolare Paolo Cassetta con i preziosi consigli del padre e del nonno ha dato il via ad un piano di ammodernamento dell’Azienda: dalla scelta dei vitigni da valorizzare alle migliore tecnologie di cantina.
L’Albana e il Sangiovese sono i due prodotti di spicco dell’azienda ma vi invitiamo a visitare il loro sito per tanti altri ottimi prodotti.
La famiglia Cassetta non ha però dimenticato che la migliore maestra è la tradizione, la quale ci insegna a prestare attenzione a tutte le varie fasi di evoluzione della vita del prodotto, dalla pianta alla bottiglia.
Una tradizione che coincide con la nostra tradizione della pallacanestro femminile che la società da 5 anni ha riportato in città e che vuole continuare a valorizzare.
A nome di tutta la società un brindisi alla famiglia Cassetta e all’azienda Ca’Lunga.