UNDER 15 CSI, NON RIESCE IL MIRACOLO: FAENZA RESISTE 2 TEMPI

SAN MAMOLO 55 – 40 FAENZA

A meno di 24 ore dall’impresa di S, Giorgio, i ragazzi di Bedeschi tornano in campo per un’altra sfida scomoda, questa volta fra le mura amiche del liceo.

Esordio di Medri, ancora tanti assenti per infortunio, ai quali si aggiunge Cavina uscito malconcio da ieri, comunque vuole provarci. La partita inizia a ritmo lentissimo, e questo è il primo segnale che descrive la riserva energetica nella quale ci troviamo. Poche idee e confuse, conclusioni forzate sono invece la prova definitiva della mancanza di lucidità più che comprensibile dopo l’incontro di ieri.

qualcuno potrebbe anche aver sottovalutato gli avversari, sbagliando, dopo la larga vittoria dell’andata. Sta di fatto che il primo quarto ci vede a segno per solo 7 punti, con difficoltà in tutto il campo.

Arriva però l’orgoglio a salvare le castagne, e rimettiamo il naso avanti all’intervallo, anche se sempre con grandi difficoltà: non corriamo, c’è poco da dire, ma l’ingresso di Medri porta un po’ di fisicità, oltre che ad una bella tripla che non guasta mai.

La pausa lunga oggi non ci fa bene, ci resetta ancora di più e a nulla servono gli incoraggiamenti dalla tribuna e le dritte del coach: San Mamolo inizia a macinare gioco, noi fatichiamo ad arrivare al ferro. Perdiamo Medri per infortunio, e il vantaggio degli ospiti aumenta punto a punto:  sarà cosi fino al 40 esimo.

Più di cosi non si poteva davvero fare, purtroppo la sfortuna e il doppio turno in 24 ore hanno complicato le cose in maniera irreparabile, ma sempre e comunque, forza ragazzi!!

BUONA GUARIGIONE AGLI INFORTUNATI!! C’E’ BISOGNBO DI VOI!

Tabellino: Campoli, Cantagalli 20, Tedesco 1, Baldo 7, Cavina, Meneghini 4, Medri 3, Marziali, Motta. All.Bedeschi

Parziali: 7/12, 15/9, 11/19, 7/15

 

UNDER 15 CSI: VITTORIA IN CASA DELLA PRIMA, POSIZIONI INVERTITE!!

SAN GIORGIO IN PIANO 57 – 59 FAENZA

Seconda impresa del gruppo CSI che si impone anche sul campo inviolato di S.Giorgio dopo una gara che poteva diventare un dramma, quando a metà gara eravamo sotto di 12.

Panchina corta, con solo 3 cambi a disposizione, e Bedeschi costretto ad usare i time out per dare fiato ai suoi soldati, impegnati in una gara dai ritmi ben più alti di quanto il risultato ingannevole racconta.

Il punteggio relativamente basso è infatti figlio di due difese che hanno avuto spesso la meglio sulle offensive avversarie, regalando al pubblico una gara fisica e di certo mai noiosa.

Ma è la difesa di Faenza a compiere il capolavoro, limitando il miglio realizzatore nero verde, e alimentando buone azioni corali finalizzate spesso dallo scatenato Cantagalli, incontenibile,  seguito da Meneghini, che fa valere il fisico e si fa spazio fra gli avversari.

Ottimo lavoro di tutti gli altri, nota di merito per Campoli che strappa due rimbalzi difensivi nel momento cruciale del match.

La partita inizia bene, addirittura con un inaspettato + 4 Faenza dopo 10 minuti, grazie al nostro 19 che fa otto punti d’oro. Ma la reazione arriva subito, e i locali mettono la quinta: 27 punti in dieci minuti di inferno ci fanno sprofondare a meno 12. Possibile crollo, ipotizzabile disfatta, ma nessuno perde la calma.

Intervallo passato a parlare e studiare le contromosse necessarie alla sopravvivenza, a quanto pare indovinate: riprende il gioco con Faenza più attenta, e concedendo solo 12 punti agli avversari torniamo a meno 5. Entusiasmo mai calato, ora più vivo. Ora la gara è aperta e San Giorgio cede punto dopo punto fino al pareggio di faenza a quota 51 con un contropiede di Cantagalli. Fra i locali può tirare solo Mattioli (unico a segnare nell’ultimo quarto) mentre la nostra forza rimane il collettivo. Cantagalli mette anche la tripla del + 3, ma in un attimo torniamo a meno 4 quando mancano 3 minuti alla fine e  S. Giorgio ci crede.

Non si fanno i conti senza l’oste, e alla cassa c’è una squadra vera, che si aiuta, e che torna a + 1 con Motta.

Infarti in tribuna, Mattioli risponde, Motta ancora + 1 per noi. Fallo su Cantagalli, libero dalla lunetta per il + 2 a 9 secondi dalla fine. Time out locale e rimessa in attacco, ma difendiamo in maniera impeccabile e S.Giorgio non riesce nemmeno a tirare.

Chapeau.

Tabellino: Campoli, Cantagalli 23, Tedesco 6, Baldo 2, Cavina 2, Meneghini 14, Marziali 3, Motta 9.

Parziali: 9/13, 27/11, 12/19, 9/16

SERIE A2 : AL BUBANI NON SI PASSA !

E-Work Faenza 70 – San Salvatore Selargius 53

Continua il percorso netto del E-Work Faenza fra le mura amiche. Con la partita contro il Selargius diventano nove la gare vinte al PalaBubani che si conferma sempre di più un fattore importante per le nostre ragazze.

Venendo alla cronaca, già nel primo quarto Faenza ha preso le redini dell’incontro evidenziando un buon gioco in attacco, ma soprattutto in difesa, dove ogni giocatrice ha dato un grande contributo in termini di attenzione e intensità. I primi canestri portano la firma di Soglia che segna il +4 iniziale. Il Selargius fatica a trovare la via del canestro e il divario aumenta col passare dei minuti. Unico problema per l’E-Work sono i falli che obbligano coach Rossi ad anticipare le rotazioni. Ma dalla panchina arrivano solo buone notizie per Faenza con le buone prestazioni di Franceschini, Meschi e Chiabotto che segna negli ultimi secondi del primo quarto il canestro del +10 che chiude il parziale sul sul 18 a 8.

Faenza da sempre l’impressioni di amministrare la gara tenendo sempre il vantaggio in doppia cifra, che arriva a +18 con il canestro di Brunelli a tre minuti dal termine del secondo quarto. Le squadre vanno al riposo sul 40 a 23, che per le ospiti suona già come una sentenza.

Al rientro dagli spogliatoi cambia poco. Faenza continua con le sue rotazioni mantenendo sempre il controllo della partita. Solo in apertura dell’ultimo quarto il Selargius tenta di riaprire la gara riportandosi a -12 sul canestro di Pertile. Faenza però non si spaventa e con i canestri di Morsiani e con la tripla di Meschi a tre minuti dal termine firmano il massimo vantaggio sul 65 a 42. La partita si spegne definitivamente fino al fischio finale che sancisce il 70 a 53 per le Faentine.

Questi i tabellini : http://www.legabasketfemminile.it/MatchStats.aspx?ID=248&MID=44237

Interviste a Coach Antonello Restivo :

Cinzia Arioli :

Licia Schwienbacher :

PROMOZIONE, VITTORIA COMODA CON FUSIGNANO E QUINTO SUCCESSO CONSECUTIVO

FAENZA 71 – 43 FUSIGNANO

Squadra al completo, altra storia rispetto all’andata, dove abbiamo pagato il conto della lista infortunati, e scendendo in campo con gli under 18 non abbiamo potuto arginare del tutto l’energia dei rossoblù, nonostante una prova meravigliosa dei giovani impegnati.

Secondo indizio: questo gruppo, in crescita costante da quando il sopracitato roster è completo, sta iniziando a divertirsi mettendo in campo giochi e soluzioni più congeniali, e soprattutto ognuno può giocare nel proprio ruolo di competenza non dovendo arginare le assenze.

La squadra ha un equilibrio e gioca a basket, lo ha fatto con le grandi, è stato più agevole in questo match dove Fusignano non ha potuto mai far nulla contro i nostri esterni, decisamente a mano calda, ma bravissimi a trovare i centimetri di vantaggio per scoccare le proprie frecce.

E cosi, in una sfida dove gli avversari tentano di contenere il gioco sotto canestro – riuscendoci comunque solo in parte – inizia la gara dalla distanza fra Troni (5), e la coppia a pari merito Boero / Ragazzi con tre conclusioni a testa dalla lunga distanza.

Gioco divertente, veloce, azioni corali, extra pass e assist. Solito buon lavoro di tutti, ormai un marchio di fabbrica per la Morigi band. Faenza vola, Fusignano sprofonda fino a meno 34 (69-35), per poi arrivare ai titoli di coda di un match che di fatto è stato un buon allenamento per entrambe le squadre.

Unica nota negativa, i colpi subiti che han messo ko Babini e Ndiaye, ai quali spetta un periodo di stop. In bocca al lupo raga!!

Tabellino: Ndiaye, Troni 23, Santo 6, Boero 13, Ragazzi 15, Dal Monte, Turchiarulo, Picone 4, Fabbri 2, Babini, Pantani 3, Morsiani 5. All. Morigi

Parziali: 18/6, 23/12, 19/14, 11/11