SERIE A2: vittoria da urlo e primato matematico per l’E-Work!

E-WORK FAENZA – SAN GIOVANNI VALDARNO 67-60 (16-9, 13-16, 21-25, 17-10)


Secondo successo consecutivo per le ragazze di Sguaizer, che superano Valdarno al termine di 40 minuti di grandissima intensità e blindano così il primo posto in classifica.

Faenza parte con Schwienbacher, Franceschelli, Policari, Morsiani e Vente. Valdarno risponde con Nativi, Missanelli, Miccio, Slim e Olajide. Le bianconere partono fortissimo, con un break iniziale guidato da Franceschelli e Morsiani e da una difesa di squadra asfissiante sulle ospiti. Il tabellone del Bubani dice 7-0, ma Valdarno reagisce trovando un buon apporto dalla fisicità di Olajide sotto i tabelloni. Faenza non sbaglia le scelte offensive, mentre le ospiti restano aggrappate nel punteggio soprattutto grazie ai liberi di Missanelli e Miccio. Il primo quarto termina 16-9.

Nella seconda frazione l’E-Work tocca subito il massimo vantaggio sul 22-11, continuando a mettere in campo una difesa ai limiti della perfezione. Il talento di Valdarno viene però fuori alla distanza, con un paio di giocate della coppia Slim-Nativi che ridanno fiducia alla squadra di Franchini. Un mini-break di 8-3 riporta a contatto le toscane, ma Faenza risponde con la leadership di Ballardini, che dall’angolo fa respirare le romagnole. I liberi finali di De Pasquale fissano il punteggio sul 29-25 all’intervallo.

Il terzo quarto vede la reazione di Valdarno, trascinata da una sontuosa Isabella Slim, che in un amen sale in doppia cifra, ben supportata dalla regia di Nativi. Faenza fatica a trovare ritmo offensivo, ma resta avanti nel punteggio per buona parte della frazione. Il parziale del quarto dice 21-25 per le ospiti, che che quindi entrano negli ultimi 10 minuti di gara sul 50 pari.

L’intensità, se possibile, aumenta ancora nell’ultimo quarto, con Valdarno che mette anche il naso avanti fino al +6 e con una Slim sempre più incontenibile. Si accende anche Miccio, che prima segna una tripla, poi è sfortunata sulla conclusione successiva, che viene letteralmente sputata dal ferro. Faenza ne approfitta e piazza un break di 11-0, che ribalta l’inerzia del match: Policari, Ballardini e soprattutto Franceschelli sono le facce della rimonta bianconera, che con grande orgoglio ritorna avanti nel punteggio. Le toscane tentano un ultimo assalto, ma il “runner” di Porcu scrive la parola fine: vittoria e primo posto matematico per l’E-Work, che supera Valdarno 67-60.

Tabellino Faenza: Franceschelli 15, Schwienbacher 14, Franceschini N.E., Morsiani 5, Ballardini 11, Caccoli, Policari 7, Soglia 6, Meschi N.E., Brunelli, Vente 6, Porcu 3

Tabellino Valdarno: Bona 4, Miccio 11, Nativi 9, Missanelli 7, Slim 23, Olajide 4, Sasso, De Pasquale 2, Cecili, Valensin, Gregori