PROMOZIONE: OPERA MAXIMA, SECONDO EPISODIO!

FAENZA 69 – 43 MORCIANO EAGLES

( 20-8, 16-12, 19-10, 14-13 )

︎︎︎︎︎︎︎︎︎︎ Ⓢ︎Ⓗ︎Ⓞ︎Ⓦ︎
✌Battuta la capolista!
Cosi sui social è uscita ieri sera la notizia della vittoria netta, chiara e schiacciante di Faenza su Morciano. Chiamarlo “episodio due” dopo la grande prova di San Marino di quindici giorni fa è un titolo facile, ma se due indizi fanno una prova, dopo aver domato San Marino e Morciano si può almeno dire che il lavoro paga, e che questi ragazzi hanno davvero imboccato una bella strada.
Sulla partita ci sarebbe da scrivere un libro, e solo i fortunati presenti potranno avere il ricordo di una gara dominata su tutti i fronti per 40 minuti, con una difesa perfetta che limita gli ospiti sotto i 50 punti, e un attacco che nella serata storta di Boero trova altri aiuti importanti e altrettanto efficaci, con un Troni particolarmente ispirato, il solito Paulo e Santini che corona una prova di potenza col suo massimo stagionale. E via via il contributo di tutti, che se non visibile nei tabellini di Faenza, di certo ha influito su quelli di Morciano, ridotti ai minimi termini da un attenzione mai vista prima.
Brevemente la storia del match: Faenza parte con Santini Castellari Troni Boero e Santo. Lollo apre le danze, Santini subito scatenato e Castellari la spiega a modo suo con due triple che ci portano a 20. Ospiti contratti, appena quattro centri, ma nei volti la serenità di chi conosce i propri mezzi e rimanda per un attimo la rimonta.
Nel secondo quarto infatti Morciano fa meglio, in entrambe le parti del campo,  sfruttando il vantaggio sui nostri under. Ma la conta premia ancora Faenza, che con molta pazienza fa il suo lavoro e allunga di altri 4 punti la fuga, e vedere Morciano quasi doppiata sul 36 a 20 faceva davvero un certo effetto.
Secondo tempo: si inizia con l’asse play-pivot che manda a scuola tutti per 10 minuti di spettacolo, dove la squadra lavora alla perfezione e Troni – Santo fanno pentole e coperchi; Inizia Paulo con 2+2+3 e lo segue Lollo con altri 8 in fila.  Faenza a più 27, Morciano è alle corde passando direttamente dal non riuscire a prenderci le misure al capire di non poterlo più fare, nonostante impegno costante e ottime individualità, ovvie in una squadra che arrivava a Faenza quasi a punteggio pieno.
Ultimo quarto coi giochi chiusi, si prosegue in botta e risposta dopo le due triple in un minuto di Cenci, che prova a svegliare i suoi almeno per ridurre il gap, ma le uniche cose che suonano sono il tamburo di un giovane ultrà e la tripla conclusiva di Troni che anticipa di poco l’ultimo centro di Santini per il 69 a 43 finale.
Voto 10 a tutti, assolutamente, con nota di merito a Coach Vespignani che sta facendo quanto promesso non tanto a livello di risultati – anche se l’obbiettivo salvezza pare sempre più alla portata – quanto sul profilo del gruppo e dell’importanza di tutti, soprattutto dei 4 under 19 presenti nel roster.
Promo di nuovo in campo il 7 gennaio a Santarcangelo.
Santini 18, Castellari 8, Troni 25, Santo 13, Anghileanu, Boero, Melandri, Fabbri 5, Tverdohleb, Pantani, Bulzacca. All. Vespignani. Ass. Parrucci.

PROMOZIONE A PASSEGGIO PER BELLARIA

 

BELLARIA 29 – 95 FAENZA
(4-25, 15-18, 6-25, 4-27)
Due punti comodi per Troni & C. nella trasferta della giovanissima Bellaria, che nonostante impegno e capacità deve cedere il referto rosa ai nostri, comunque più strutturati. Partita indirizzata nel primo quarto, con un più 20 che avrà espansione fino al fischio finale. Un altro passo verso la salvezza matematica che rimane l’obbiettivo stagionale nonostante l’ottimo contributo di tutti gli elementi a disposizione. Poco da aggiungere su un match mai combattuto, teniamolo come un buon allenamento in vista della prossima gara casalinga dove al Bubani arriverà la capolista Morciano, squadra solida e in gran forma come dimostra la classifica del girone.
Santini 16, Castellari 8, Troni 23, Anghileanu 5, Boero 18, Dal Monte 10, Melandri, Fabbri 11, Tverdohleb, Pantani 1. All. Vespignani.

 

PROMOZIONE: CON AICS ARRIVANO ALTRI DUE PUNTI

FAENZA BASKET PROJECT 80 – 54 AICS FORLI

Vittoria comoda nella sesta giornata di campionato per i ragazzi della Promo. Arriva un referto rosa alle spese di Aics Forli, gruppo inferiore fisicamente ma non certo a livello di impegno e voglia di lottare, qualità che han dato vita ad una bella partita, anche se il risultato non è mai stato messo in discussione.

La trama è presto descritta, con Faenza che allunga subito grazie ad una difesa attenta, capace di smorzare le offensive avversarie, recuperare palloni ed innescare le artiglierie: i soliti Troni, Santo e Boero subito on fire, con conclusioni dalla distanza che spengono subito le speranze degli ospiti, anche se questo impegno difensivo è spesso sanzionato (Troni 3 falli nel primo quarto, Castellari 2 falli in 3 minuti).

Il capitano nel frattempo mette quattro triple nel primo periodo, poi il gioco si sposta vicino al canestro ed entrano in scena tutti gli altri, con un gran lavoro in  ogni fase del gioco. Faenza vola con oltre 25 punti di vantaggio per poi arrivare all’intervallo sopra di 19 ( 48/29).

Tanto spazio per i nostri under, che pur facendo una bellissima figura devono cedere qualche punto alla maggiore esperienza e coralità degli avversari. La partita rimane comunque in controllo a distanza, con almeno 13 punti di vantaggio, anche in un quarto quasi interamente giocato da chi non era partito in quintetto alla fine del quale Vespignani rimedia un tecnico per aver difeso insistentemente i ragazzi in campo su alcune fischiate arbitrali. Troni prende per mano i giovani e li guida fino al rientro di Boero e Santo, coi quali confeziona l’allungo finale, anche stavolta grazie al sacrificio di tutti nelle retrovie e alla capacità di lavorare di squadra.

Bella notizia il rientro di Pantani, speriamo di vedere prestissimo anche Fede Bulzacca, il cui recupero pare quasi completato.

Questa vittoria ci permette di risalire ancora la classifica in attesa del big match con Morciano in programma fra 2 settimane.

Parziali: 25/13, 23/16, 11/15, 21/10

Tabellini: Santini 6, Castellari 2, Troni 15, Santo 20, Anghileanu 3, Boero 26, Dal Monte, Melandri 2, Fabbri 2, Tverdohleb 4, Pantani. All. Vespignani Ass. Parrucci

Prossima gara in programma: 11 dicembre ore 20:30 @ Bellaria

Prossima gara casalinga: 16 dicembre ore 21:20 contro Morciano

 

ILLEGAL PROMO A SAN MARINO: ESPUGNATO IL MULTIEVENTI!!

BASKET 2000 SAN MARINO 42 – 66 FBP (12/19, 10/12, 11/14, 9/21)

Sulla carta non era uno scontro al vertice, e le diverse classifiche facevano pensare ad una serata in salita. Ciò non è stato per una serie di motivi che analizzeremo in pochi minuti, dopo aver messo per iscritto i complimenti ad una squadra meravigliosa – questi sono i nostri ragazzi – che non si è mai disunita o scoraggiata nemmeno nelle partite storte, che ha subito infortuni, che gestisce assenze, e che nonostante tutto ha sempre dato qualcosa in più giorno dopo giorno, sfidando le avversità con lo spirito di un gruppo di amici. E doppio motivo di orgoglio, il fatto di avere quasi sempre in campo almeno un under (a volte due o tre 😉 ) del nostro settore giovanile. Bravi davvero, sempre più tranquilli, e l’esperienza arriverà.

Veniamo al match: anche stavolta è una tripla del capitano ad aprire le danze, alla quale risponde immediatamente Ugolini. Ritmo tranquillo, Faenza ha modo di ragionare e applicare la teoria: 19 punti senza correre, figli di tiri ben costruiti e tutto il quintetto a referto. Difficile far meglio.

Il secondo quarto è inaugurato dal giovane Tverdohleb, che fa saltare in piedi pubblico e panchina. Le difese si mettono in moto, si segna meno, ma i nostri han sempre un qualcosa in più e riusciamo ad allungare ancora, arrivando all’intervallo sul 22 a 31.

Terzo periodo: GIGI TIME. Tre conclusioni dall’arco che non possono chiudere ovviamente la partita ma di sicuro mettono in chiaro le cose sul suo destino, perché San Marino non riesce a trovare tiri facili grazie al nostro gran lavoro difensivo, e noi senza faticare troppo continuiamo a fare qualche soldo in più.

Doppia cifra di vantaggio per iniziare gli ultimi 10 minuti, morale alto e voglia di portare a casa i due punti. Coralità pazzesca, ci si aiuta, si corre e si difende insieme. Quando i locali avanzano trovano sempre un muro. Quando difendono non possono contenere lo straripante Santini (pare abbia le ali), le penetrazioni di Troni e anche Anghileanu è fermato fallosamente. Santo e Boero tornano in campo per il finale dopo un lungo riposo, e son fuochi d’artificio fino al 40 esimo con un ultimo parziale che descrive perfettamente lo spirito con cui abbiamo affrontato questa trasferta.

Voto 10 alla squadra, che affrontando nel modo giusto la partita fin dal primo minuto ha permesso a coach Vespignani di utilizzare le rotazioni arrivando a fine gara senza “bruciare” nessuno.

Tabellino: Santini 7, Castellari 3, Troni 18, Santo 10, Anghileanu 1, Boero 25, Dal Monte, Melandri, Tverdohleb 2. All. Vespignani

Prossima gara: @ Palabubani contro AICS FORLI giovedi 2 dicembre ore 21.20

IL CUORE NON BASTA AI RAGAZZI DI VESPA

FAENZA 59 – 62 SAN PATRIGNANO

(17-16, 9-16, 18-13, 16-16)

Con ancora negli occhi la sconfitta di Cattolica, Faenza rimanda ancora l’appuntamento con la vittoria vedendo sfumare un occasione negli ultimi secondi di una gara bella e combattuta per 40 minuti, con allunghi minimi e senza esclusione di colpi. San Patrignano è una squadra di “veterani” di livello e fisicata, Faenza è ancora in emergenza infermeria: con Dal Monte e Bulzacca non disponibili, si aggiunge un disturbo anche per Troni che pur limitato scende in campo. Più che un reparto esterni, per Boero diventa quindi ditta individuale, supportato a tratti da Gatto, che però come gli altri under paga il gap di esperienza e fisico con gli avversari. Fa parte del gioco che abbiamo scelto per dare spazio ai giovani , lo accettiamo e andiamo avanti.

Il problema sorge quando viene concesso un gioco fisico, come purtroppo stasera, che costringe spesso Faenza a ricorrere al fallo ( 9 a 2 primo tempo, 19 a 9 a fine gara) per tentare di limitare le bocche di fuoco riminesi, decisamente capaci e in grado di trovare la retina in tempi e spazi ridotti.

Il primo tempo vede una leggera supremazia ospite, meritata, che genera il + 6 di metà partita. Conocchiari subito in luce ne fa 7 , per noi bottino ben distribuito come nei secondi 10 minuti, dove come dicevamo gli ospiti allungano per merito e per la sfortuna di alcune nostre conclusioni che il ferro respinge.

Si torna in campo e Faenza chiude le porte della propria area, questo limita il numero delle conclusioni avversarie e soprattutto recupera palloni con Troni e Boero veri scippatori, che lanciano contropiedi facili quasi sempre finalizzati. La partita torna cosi in equilibrio, Santini si scatena e arriva il sorpasso Faenza con Boero. Romboli non ci sta e mette due triple, Castellari risponde e fa 2 + 3. 100 secondi alla sirena. E’ un punto a punto da infarto, fino al +1 ospite a 15 secondi dalla fine; Faenza difende, ma arriva una fischiata per un fallo di Santo sul solito Conocchiari: due su due dalla lunetta, Troni cerca il tiro del pareggio ma non va.

Sconfitta amara, certo, ma mentre una settimana fa a Cattolica si spensero le luci a 8 minuti dalla fine, oggi la squadra è rimasta lucida  e precisa fino all’ultimo, cedendo alle qualità ospiti dopo aver lottato con tutti i mezzi per 40 minuti. Il merito sarebbe stato fuori discussione.

Speriamo in guarigioni veloci per tutti, convinti che con la squadra al completo potremo toglierci qualche soddisfazione che in questo inizio campionato tarda ad arrivare. FORZA RAGA!!

Tabellino: Santini 20, Castellari 6, Troni 3, Santo 14, Anghileanu 4, Boero 12, Gatto, Dal Monte n.e., Melandri n.e, Fabbri, Tverdohleb. All. Vespignani