UNDER 16 GOLD: MARCIA INARRESTABILE

 

VENI BASKET 44 – FAENZA 61

Prosegue la marcia inarrestabile dei ragazzi dell’ Under 16 Gold, che ottengono l’ottavo successo consecutivo in campionato, mantengono l’imbattibilità e consolidano il primato in classifica.

Contro una squadra ben organizzata con alcune individualità molto interessanti, siamo partiti subito forti sia in difesa che in attacco riuscendo a prendere un vantaggio di una decina di punti che siamo riusciti a difendere fino al termine del quarto.

Secondo parziale molto equilibrato, in cui i ragazzi di Veni Basket hanno avuto una reazione importante, pressando forte a tutto campo che ha permesso loro di recuperare parecchi palloni. Dopo il time-out chiesto da Minghetti siamo tornati in campo più determinati, siamo riusciti a riorganizzare il nostro gioco ed il parziale si e’ chiuso in perfetta parità.

Nel terzo tempo siamo partiti subito fortissimi, abbiamo piazzato due triple consecutive, recuperato molti palloni tramutati in veloci contropiedi, abbiamo stretto le maglie difensive concedendo solo cinque punti agli avversari, chiudendo praticamente il match con un vantaggio di una ventina di punti.

Quarto periodo in controllo, in cui Coach Minghetti ha lasciato spazio a chi utilizzato meno, ottenendo delle ottime risposte da tutti i ragazzi.

Tabellini: Siboni 4, Montanari, Stoica 3, Gatto, Calai 2, Albonetti, Ravaioli, Melandri 8, Ragazzini 16, Sartoni 8, Troisi 13, Anghileanu 7. Allenatore: Minghetti Assistente: Grilli

Parziali: 9-18/ 16-16/ 5-18/ 14-9

UNDER 16 GIRLS SCONFITTE IN CASA DALLA MAGIKA CAPOLISTA

FAENZA 43 – 60 MAGIKA CASTEL SAN PIETRO

Buona partita delle nostre Under 16 GIRLS contro la corazzata Magika Castel S. Pietro.

Peccato per il primo quarto in cui siamo entrate in campo troppo timorose e senza la giusta determinazione, che ha permesso alle forti avversarie di prendere una decina di punti di vantaggio fino al meno quindici di fine quarto.

Tutt’altra musica nel secondo parziale in cui abbiamo giocato alla pari con la Magika riuscendo a vincere il quarto di un punto.

Anche dopo l’intervallo lungo, abbiamo continuato a giocare con grande determinazione, in cui, grazie ad una buonissima difesa, siamo riuscite a mettere in grande difficoltà le avversarie.

Peccato per il primo quarto, ma complimenti a tutte le ragazze per la grande reazione e determinazione messe in campo nei tre tempi successivi, giocando alla pari con la squadra più forte del girone.

Tabellini: Buscherini, Sangiorgi 14, Foschini, Ceroni 1, Piglia 14, Fragano 2, Bodan 1, Quadalti 2, Bentini 1, De Carli, Bertagnin 8. Allenatore: Bassi.

Parziali: 7-22/ 17-16/ 8-9/ 11-13

SERIE A2: TRASFERTA AMARA IN TOSCANA

L’InfinityBio parte bene ma alla lunga la spunta Pistoia !

Inaspettata e pesante dal punto di vista psicologico la sconfitta subita dalle nostre ragazze dell’InfinityBio in terra toscana, contro una squadra che fino a ieri aveva vinto solo due partite.

Buono l’avvio delle nostre ragazze, che dopo una prima fase di studio, riescono a prendere le misure alle pistoiesi, e con una buona alternanza di punti da sotto con Preskyenite e Soglia, e tre triple cercano di allungare sulle avversarie, con già un buon vantaggio di 6-17. Nonostante qualche palla persa di troppo, il primo quarto si chiude con il punteggio di 13-19.

Il secondo quarto si riapre con lo stesso canovaccio, con le nostre che cercano di mantenere un buon margine, anche se non del tutto rassicurante (20-27  al 15°) ma le giocatrici in maglia rosa, ben supportate dai nuovi innesti settimanali di Innocenti e Lazzaro, non demordono. Anzi piano piano, grazie all’ottimo approccio della numero 8 Bona, piano piano si riavvicinano, fino a chiudere il quarto a 33-35.

L’inizio del terzo è un incubo per Faenza; 15 punti subiti contro 3 realizzati ribaltano letteralmente l’inerzia del match. Bona fa quello che vuole in area (22 p.ti alla fine per lei), Innocenti e Lazzaro innescano facili soluzioni d’attacco e per le nostre è notte fonda. Arriviamo a meno 10 senza neanche accorgercene e capiamo che portare a casa questi due punti sarà durissima. Per fortuna che alla fine del quarto riusciamo a contenere un po’ l’emorragia, e con una tripla di Preskyenite sulla sirena arriviamo a chiudere con solo quattro punti di passivo (50-46).

L’ultimo quarto vede le avversarie non mollare un centimetro, continuando ad essere aggressive in difesa e puntuali in attacco, Faenza proprio non riesce a venirne a capo, e al 35° sono nuovamente 10 i punti di svantaggio da recuperare (48-38). La panchina faentina decide allora di ricorrere alla difesa a zona, che ci aveva aiutato a ribaltare l’incontro casalingo contro Civitanova, chiudendo meglio le maglie difensive. Ed infatti in un amen ricuciamo lo strappo, arrivando al pareggio sul 52 pari, con buon parziale di 4-14. Purtroppo questo fuoco di paglia si spegne, perché da lì in poi Pistoia riprende le redini dell’incontro con un altro letale parziale e senza troppi patemi chiude l’incontro meritatamente sul 67-61.

A poco vale la giustificazione per l’assenza di Franceschelli (due mesi di stop per la frattura ad una mano), nonostante il buon approccio della nuova arrivata da Battipaglia, la mancina Elisa Policari. Speriamo che questa batosta psicologica possa servire per riorganizzare le idee, perché la classifica lassù è molto corta, ed ogni partita diventa una battaglia. A cominciare da domenica prossima a Savona

 

Questi i tabellini :

http://www.legabasketfemminile.it/MatchStats.aspx?ID=218&MID=38814

 

UNDER 14M: AD IMOLA STAVOLTA NON SI FA BOTTINO

GS INTERNATIONAL IMOLA 76 – 61 FAENZA

Non riesce il colpo ai ragazzi di Saragoni impegnati oggi a Imola contro una International che ha saputo sfruttare al meglio il metro arbitrale decisamente alleggerito nel secondo tempo (oltre 25 fischiate in meno rispetto ai primi 20 minuti) e le nostre tante, troppe palle perse per stanchezza o disattenzione, che han dato quasi sempre vita a facili contropiedi.

Non ci soffermiamo su nessuno ei due aspetti e pensiamo già alla ripresa dei lavori, lunedì in palestra per continuare a migliorarci nel gioco e nella mentalità, per iniziare a trovare la furbizia necessaria a leggere le situazioni e adeguarci ad esse.

La partita inizia con Faenza spietata, 28 punti in 10 minuti e una difesa accorta che limita i padroni di casa. Nel secondo quarto, stesso copione ma con protagonisti invertiti, sorpasso Imola e tutto da rifare.

Nel terzo quarto iniziano i problemi seri, quando perdiamo più tempo a lamentarci che a recuperare sugli avversari. Lamentele giuste o no, poco cambia: Imola recupera palla e al tiro non perdona. Avanti cosi fino alla fine, con i nostri che con orgoglio recuperano fino a meno 3 per poi sbagliare 3 conclusioni facili che se realizzate avrebbero di certo portato un po’ di energia in un serbatoio ormai sgocciolato. La palla danza invece sul ferro ogni volta per poi cadere fra le mani avversarie. L’allungo finale dei locali è forse fin troppo generoso ma premia chi con merito ha vinto una partita comunque bella. Peccato per quel che è mancato.

Forza ragazzi, non molliamo mai!!

tabellini: Campoli, Cantagalli 12, Bagnara 19, Iannetta, Tedesco 12, Eredi, De Luca 17, Valmori, Marziali, Castellari, Collina, Vespignani 2. All.Saragoni

parziali: 16/28, 29/13, 19/10, 17/10