Serie A, 3a giornata: Davis dice 30, Faenza festeggia all’esordio al Bubani!

E-WORK FAENZA – COSTRUZIONI ITALIA BRONI 78-70 (24-16, 18-22, 21-21, 15-11)

L’E-Work Faenza conquista la prima vittoria del suo campionato all’esordio casalingo davanti al pubblico del Bubani, superando la Costruzioni Italia Broni 78-70. Assoluta protagonista di serata Jori Davis, che chiude a quota 30 punti (9/10 dal campo, 12/14 ai liberi, 6 rimbalzi e 12 falli subiti). Doppia cifra anche per Cupido (13) e Policari (12). Dall’altra parte non bastano i 18 di Galbiati e la doppia doppia da 13+11 di Dedic.

Quintetto Faenza: Cupido, Cappellotto, Davis, Policari, Pallas

Quintetto Broni: Galbiati, Perisa, Bestagno, Krivacevic, Dedic

Esordio in quintetto in A1 per la classe 2005 Cappellotto, complici anche le assenze di Franceschelli e Schwienbacher, out per un problema muscolare al polpaccio ancora da valutare. Ottima partenza per Jori Davis, che segna 6 punti e guida l’E-Work nel parziale iniziale. Broni si appoggia alle giocate di Galbiati e alla presenza nel pitturato di Dedic e Krivacevic. Faenza tenta anche una prima fuga sul 22-12, con Rosa Cupido sugli scudi e con l’ingresso sul parquet di Llorente che da ulteriore energia alle bianconere. La prima frazione si chiude sul 24-16.

L’energia di Llorente e Manzotti spinge l’E-Work a tenere alto il ritmo in entrambe le metà campo, mentre Broni trova in Perisa un’altra arma pericolosa per far male alla difesa bianconera. I problemi di falli di Pallas (già 3 per lei) costringono Sguaizer ad abbassare il quintetto, affidandosi a giocatrici più mobili e senza un riferimento fisso in mezzo all’area. La fisicità di Dedic e Krivacevic crea problemi a Faenza nella lotta a rimbalzo e le padrone di casa, dopo aver toccato anche il +13, subiscono il rientro di Broni. Galbiati sale in doppia cifra con alcuni canestri in precario equilibrio, Krivacevic la segue a ruota conquistando un paio di viaggi in lunetta consecutivi. Da segnalare la prova quasi perfetta di Jori Davis, che va negli spogliatoi con 15 punti a referto, con 5/5 dal campo e 5/6 dalla lunetta. I liberi di Dedic riportano le ospiti fino al -3, ma le squadre vanno all’intervallo sul 42-38.

Davis prosegue nella sua serata magica, caricandosi l’E-Work sulle spalle nei momenti di difficoltà e tenendola avanti nel punteggio. Dall’altra parte salgono in doppia cifra anche un’ottima Perisa e Dedic, con l’esterna che ne segna 5 in fila, punendo prima da oltre l’arco ed in seguito in penetrazione. Faenza tenta di nuovo un allungo, ma la squadra di coach Castelli resta aggrappata al match, con la solita Galbiati e con Krivacevic che fa valere la sua fisicità, sfruttando i pochi minuti sul parquet di Pallas visti i problemi di falli. Il terzo periodo vive di grande equilibrio nel complesso ed il parziale dice 21-21 (53-49 complessivo).

Ritmi altissimi in apertura di quarta frazione, con Bestagno e Galbiati assolute protagoniste per le ragazze in maglia rossa. L’ex Patti sciupa però in contropiede l’appoggio che poteva valere il 68 pari e dall’altra parte Policari punisce con la tripla dal mezzo angolo che fa esplodere il Bubani. Si entra negli ultimi 4′ di gioco con l’E-Work avanti 71-66 e con i problemi di falli che continuano ad essere un grande campanello d’allarme per Sguaizer. Un’altra tripla di Policari spinge l’E-Work avanti ed è la solita Jori Davis a mettere la parola fine sul match, segnando il suo trentesimo punto di serata e uscendo con la standing-ovation del Bubani. Faenza vince 78-70 e conquista i primi due punti della sua stagione. Per Broni terzo ko consecutivo dopo quelli con Venezia e Ragusa.

Tabellino Faenza: Pallas 4, Cappellotto, Cupido 13, Policari 12, Davis 30, Morsiani N.E., Manzotti 8, Llorente 6, Castello 3, Porcu 2

Tabellino Broni: Bestagno 2, Galbiati 18, Dedic 13, Perisa 11, Krivacevic 17, Albano 6, Quintiero N.E., Repetto N.E., Mazza N.E., Castelli N.E., Giuseppone N.E., Bona 3

SERIE A: BIGLIETTERIA ONLINE APERTA

Faenza Basket Project comunica che la biglietteria online è aperta. Si potrà prenotare il biglietto per le gara casalinghe e riscattarlo presso la biglietteria del Bubani il giorno della partita almeno 30 minuti prima dell’inizio per permettere l’accesso a tutti i tifosi mantenendo il distanziamento previsto.
Sul sito internet Faenza Basket Project nell’apposita sezione Biglietteria troverete il modulo per prenotarsi alla prossima gara casalinga.

La biglietteria sarà aperta anche il giorno della partita per garantire l’accesso a chi non si fosse prenotato.

Serie A, 2a giornata: il secondo quarto è fatale, l’E-Work cade al Palacarzaniga 75-56

ALLIANZ GEAS SESTO SAN GIOVANNI – EWORK FAENZA 75-56 (16-11, 21-9, 13-14, 25-22)

Trasferta amara in terra lombarda per l’E-Work Faenza, che non trova la prima vittoria in A1 e cade sul difficile parquet di GEAS. Le assenze di Franceschelli, Morsiani e Manzotti si fanno sentire per la squadra di Sguaizer, in una sfida che non ha potuto vedere protagoniste diverse atlete, dato che anche le padrone di casa hanno dovuto fare a meno, tra le altre, di Arturi, Gwamthmey, Ercoli e Panzera. Sesto San Giovanni conquista dunque la prima vittoria stagionale, vincendo 75-56.

Quintetto GEAS: Dotto, Crudo, Raca, Trucco, Graves

Quintetto Faenza: Cupido, Davis, Policari, Castello, Pallas

I primi due punti della serata portano la firma di Pallas, che in appoggio sblocca il match del Palacarzaniga. La risposta di GEAS è immediata ed è guidata dalle giocate di Crudo e Graves, che aprono un 12-0 di break per le lombarde, fermato solo dal timeout di coach Sguaizer a poco più di 5′ dal termine del primo quarto. Ottima risposta delle bianconere al rientro sul parquet, con Llorente e Policari tra le protagoniste del 7-0 che riporta l’E-Work sul -3 (12-9). I diversi errori di entrambe le squadre fanno sì che si segni col contagocce nella seconda metà di frazione, con il primo periodo che si chiude sul 16-11 dopo i liberi di Raca e Porcu.

Un bell’arresto e tiro di Dotto sblocca l’attacco lombardo dopo i primi 3′ di gioco nel secondo quarto, per il nuovo +5 GEAS. L’attacco faentino fatica invece a ritrovarsi, nonostante il buon impatto di Llorente, che segna il suo quarto punto di serata. La tripla di Raca vale il 23-15 e costringe Sguaizer al secondo timeout di serata. Le padrone di casa sembrano non fermarsi e la seconda tripla del match di Crudo vale il massimo vantaggio per le ragazze di Zanotti (28-15). L’asse Cappellotto-Pallas fa respirare per un attimo Faenza, ma Raca e Trucco fanno volare Sesto fino al +18, sfruttando alcune amnesie difensive bianconere. Il primo tempo si chiude con la bomba centrale mandata a bersaglio da Rosa Cupido, che fissa il punteggio sul 37-20.

E’ sempre Pallas a fare la voce grossa sotto i tabelloni per l’E-Work e a trovare il fondo della retina per tenere in vita le speranze bianconere. Dall’altra parte Graves e Crudo continuano a fare male alla difesa romagnola, con la tripla della numero 9 che vale il 44-24 per le padrone di casa. Graves con un gioco da 3 punti allarga il divario fino al +23, ma Policari non ci sta e segna la tripla del 47-27 a 4′ dal termine. Faenza prova a trovare le forze per una reazione che possa riaprire la sfida e l’appoggio in penetrazione di Davis convince coach Zanotti a fermare il gioco per richiamare all’attenzione le sue ragazze. Il parziale bianconero arriva fino al 7-0, fino alla solita ed infallibile Crudo che firma il 3/3 da oltre l’arco ed il 50-34 per GEAS.

Policari prova a caricarsi la squadra sulle spalle e con il dodicesimo punto di serata riporta Faenza più vicina nel punteggio. Schwienbacher da oltre l’arco firma addirittura il -12 (59-47), ma Graves risponde immediatamente e sale a quota 15 personali. GEAS prova a mettere la parola fine sulla partita, ma Davis e Schwienbacher non ci stanno e tengono in vita le bianconere fino agli ultimi 3 minuti. E’ la tripla di Valeria Trucco a mettere in ghiaccio i due punti in palio, firmando il 72-54 e l’undicesimo punto di serata per la numero 18. Il canestro finale di Merisio serve solo per definire il risultato finale: GEAS vince 75-56 e conquista i primi due punti della sua stagione.

Per l’E-Work invece seconda sconfitta stagionale e appuntamento a sabato prossimo per l’esordio casalingo contro Broni al PalaBubani.

Tabellino GEAS: Dotto 11, Raca 12, Crudo 21, Graves 17, Trucco 11, Ramon, Beachi N.E., Merisio 3, Valli N.E., Ercoli N.E.

Tabellino Faenza: Schwienbacher 10, Pallas 8, Cupido 7, Policari 12, Castello, Davis 13, Cappellotto, Manzotti N.E., Llorente 4, Porcu 2

Serie A, 2a giornata: il prepartita di GEAS-Faenza


Vigilia amara per l’E-Work, che si appresta a partire per la trasferta di Sesto San Giovanni, valida per la seconda giornata di campionato, poco dopo aver appreso la notizia del grave infortunio subito da Federica Franceschelli, che terrà il capitano lontano dai campi per diversi mesi.

Così ha parlato Sguaizer riguardo all’infortunio di Federica: “Commentare una situazione è sempre difficile, chiaramente ci dispiace per come è andata. Ci auguriamo che possa rientrare il prima possibile ed essere disponibile per l’inizio della nuova stagione più forte che mai”.

Continuano dunque i problemi fisici per la squadra bianconera, che già nella prima giornata aveva dovuto fare a meno di Cupido, Manzotti e Morsiani. Per la sfida di domani l’unico recupero riguarda l’ex playmaker di Patti, che dovrebbe tornare regolarmente sul parquet.

L’allenatore bianconero ha presentato così la sfida di domani contro la squadra lombarda:

“Per quanto riguarda la partita la cosa chiara è che si affrontano due squadre con grandi problemi fisici dalla preseason, come si vede dagli infortuni di Arturi e Gwathmey che non si sa se saranno della partita. Noi iniziamo a vedere un piccolo chiaro di luna, qualche infortunata sta per rientrare, però abbiamo ancora qualche problema che non  ci consente di essere al meglio e soprattutto di provare quello che vorremmo fare in campo. Mi aspetto che un po’ la preoccupazione dell’opening day sia passata, spero che potremo giocare la partita di Sesto San Giovanni con più lucidità e tranquillità mentale, anche perché sarà una partita da affrontare in maniera molto intensa dal punto di vista fisico. Geas ha quintetti con taglie fisiche molto importanti, come quando si permette di giocare con Crudo e Gwathmey da 3, che danno non solo centimetri ma anche fisicità. Dovremo essere bravi a non subire rimbalzi offensivi e situazioni di post basso in maniera continuativa, questa sarà la chiave di lettura tra noi e loro. Dovremo essere bravi a cercare di punirle nei primi 8-10 secondi dell’attacco, secondo me potrebbero fare fatica nella transizione difensiva, ma sarà fondamentale lottare a rimbalzo, altrimenti correre in contropiede diventerebbe un’utopia. Mi auguro ci sia serenità e lucidità per affrontare una partita che in questo momento è nelle nostre corde”. 

Entrambe le squadre sono reduci da una sconfitta nell’esordio stagionale, con l’E-Work che ha ceduto il passo a Moncalieri, mentre Geas è stata sconfitta 75-43 da Ragusa nel match delle 14.30.

La palla a due è in programma alle 18 al Palacarzaniga di Sesto San Giovanni. Dirigono la gara i signori Scrima, Corrias e Bertuccioli. La partita sarà trasmessa sui canai di LBF Tv, piattaforma ufficiale della Legabasket Femminile.