UNDER 15 CUORE E MUSCOLI: VITTORIA SULLA CAPOLISTA E PRIMATO!!

GRIFO IMOLA 65 – 69 FAENZA (d.t.s.)

La dodicesima giornata del campionato under 15 offre il big match fra Grifo Imola e Faenza. Partita importantissima, coi padroni di casa primi in classifica a soli due punti di vantaggio, che in caso di vittoria per i bianconeri metterebbe 4 squadre a pari punti. Poi c’è un andata da riscattare, perché quella sconfitta in casa ha bruciato parecchio.. e ci sono gli ex, in campo e in panca.

Insomma, tutti gli ingredienti per un grande incontro, di quelli dove anche gli atei cercano aiuto. Partita paragonabile per tre quarti a purgatorio, paradiso e inferno, per poi intitolare “thriller” il quarto quarto e “spettacolo” il supplementare.

Si parte: botta e risposta, fase di studio, buon equilibrio fra difesa e attacco. Ne deriva un primo quarto in sostanziale parità, con De Luca che inizia a farsi spazio fra i lunghi avversari, e tutta la squadra che lavora a dovere costringendo Grifo a tiri non buoni e arrivando tante volte a giuste conclusioni, anche se spesso imprecise o sfortunate. Ma ci siamo.

Secondo quarto show per Faenza: una difesa invalicabile avvilisce gli avversari, recupera palloni e crea bel gioco: tutto il quintetto a segno, con in mezzo due triple che sembrano dare un segnale. Faenza va a più 9, e in una partita che si immaginava di sofferenza, sembra davvero un abisso.

Si torna in campo dopo la pausa lunga e una strigliata pesante per i locali, che si ricompongono e lo fanno alla grande, restituendo il parziale subito e riportando l’incontro a loro vantaggio. Ora è Faenza a subire un po’ il colpo, ma in fondo non resta che giocarcela in 10 minuti.

Pontillo infonde calma, come solo lui sa fare, e concentrati torniamo in campo per il rush finale. Il solito Jack, sempre ottimamente servito, si scatena per un 4 a 0 che mette in chiaro le nostre intenzioni, e parte un punto a punto avvincente che arriva al 10 secondi dalla fine sul 55 pari. Grifo ha la palla della vittoria, contropiede, Bagnara si schiera in modo apparentemente corretto e viene centrato in pieno. Secondo l’arbitro è fallo, cioè liberi. GELO.

La fortuna è dalla nostra e dalla lunetta arriva uno zero su due che rimanda il finale di 5 minuti.

Sempre calma, sempre concentrazione e conoscenza dei propri mezzi. De Luca è carico di falli, serve non dare entusiasmo ai lunghi avversari, e così Bagnara decide di farsi perdonare per quel fallo commesso, e infila due triple consecutive che di fatto chiudono il match portando Faenza a +4.  Mancano due minuti alla fine, il tempo per Calderoni e Giorgi per rispondere alle conclusioni degli avversari e mantenere il nostro vantaggio sui due possessi.

Pubblico in piedi ad applaudire, per un gruppo in crescita costante, dove ancora una volta tutti han fatto un buon lavoro, dando il massimo. Al di la dei punti realizzati infatti, che purtroppo sono l’unica cosa che resta scritta, è importante dire quanto sia importante il contributo dato in fase difensiva per poter poi costruire le azioni migliori e concretizzare. Quindi complimenti anche ai Coach per la gestione della gara, diventata a più riprese complicata, ma portata a casa grazie anche ad una buona intesa e alla fiducia che serve.  FORZA FAENZA!!

Tabellino: Vespignani 5, Calderoni 6, Caantagalli, Tedesco 1, Venturelli 2, Cavina 2, De Luca 23, Giorgi 12, Dumini 2, Zgarci 2, Morini 5, Bagnara 9. All. Pontillo Ass. Bedeschi

Parziali: 15/14, 9/19, 21/10, 10/12. Supp. 10/14