Serie A, 4a giornata: l’E-Work lotta ma non basta, al “Cattani” passa Schio

E-WORK FAENZA – FAMILA WUBER SCHIO 54-70 (16-31, 13-17, 11-16, 14-6)

Nella bella cornice del PalaCattani l’E-Work prova a tenere testa alla corazzata Schio, ma deve arrendersi alle venete, cedendo 54-70. Migliori realizzatrici tra le bianconere Cupido e Pallas a quota 12, con la nigeriana che aggiunge anche 22 rimbalzi al suo tabellino. Dall’altra parte 4 giocatrici in doppia cifra, tra cui spiccano i 18 punti e 7 rimbalzi di Gruda.

Quintetto Faenza: Cupido, Davis, Policari, Castello, Pallas

Quintetto Schio: Sottana, Dotto, Crippa, Gruda, Keys

Sono di Rosa Cupido i primi due punti della serata, ma Schio risponde subito con Gruda, che mette in mostra tutto il suo talento e prende per mano l’attacco delle venete. Schio firma un break di 10-0 e tenta una prima fuga, ma l’E-Work ritrova energia grazie ad alcune giocate di Pallas, tra cui una stoppata su Gruda ed un successivo appoggio in transizione. Il canestro di Davis consente alle padrone di casa di tornare fino al -11, dopo essere finite anche sul -17. La prima frazione si chiude con Schio avanti 31-16.

Continua l’ottima prova di Pallas, che sale in doppia cifra per rimbalzi (di cui 5 offensivi) e prova a tenere in partita le bianconere. Si segna meno nel secondo quarto, rispetto a quanto visto nei primi 10′ di gioco, con diversi errori da una parte e dall’altra. Schio allunga le rotazioni, con coach Dikaioulakos che sfrutta tutte le giocatrici a sua disposizioni, cercando di gestire le energie dopo l’impegno infrasettimanale in Eurolega. Gruda prosegue nella sua serata quasi perfetta e sale ben presto a quota 15 punti personali. Dall’altra parte Cupido inventa un paio di canestri importanti per ridare energia all’E-Work, ma la tripla finale dall’angolo di Laksa manda le squadre negli spogliatoi sul 29-48.

Al rientro dagli spogliatoi il ritmo della partita si abbassa e si abbassano anche le percentuali dal campo delle due formazioni. L’E-Work continua a litigare col tiro da oltre l’arco (2/18), mentre dall’altra parte Schio sembra alzare leggermente il piede dall’acceleratore. Non si segna per i primi due minuti di gioco e serve un canestro di Policari per sbloccare il tabellone del PalaCattani e convincere il coach ospite a chiamare timeout. Keys e Gruda continuano a fare male alla difesa bianconera, portando Schio anche sul +27 (34-61). La frazione si chiude con una tripla per parte: apre Porcu, risponde Mestdagh, che tiene le arancionere ad assoluta distanza di sicurezza.

L’ultimo periodo di gioco vede una reazione di Faenza, guidata dalla solita Pallas e dalla spinta di Porcu, che riducono lo svantaggio per le romagnole, che chiudono sul -16, concedendo solamente 6 punti a Schio nel quarto. Il risultato finale è 54-70, con l’E-Work che si prepara alla importante trasferta di Costa Masnaga nel prossimo weekend, mentre Sottana e compagne avranno l’impegno europeo infrasettimanale.

Tabellino Faenza: Pallas 12, Cupido 12, Policari 6, Castello 6, Davis 6, Cappellotto, Morsiani N.E., Manzotti, Llorente 4, Porcu 8

Tabellino Schio: Sottana 2, Crippa 4, Gruda 18, Dotto 6, Keys 10, Laksa 8, Del Pero, Mestdagh 12, Verona, Andrè 10