Serie A, 3a giornata: Davis dice 30, Faenza festeggia all’esordio al Bubani!

E-WORK FAENZA – COSTRUZIONI ITALIA BRONI 78-70 (24-16, 18-22, 21-21, 15-11)

L’E-Work Faenza conquista la prima vittoria del suo campionato all’esordio casalingo davanti al pubblico del Bubani, superando la Costruzioni Italia Broni 78-70. Assoluta protagonista di serata Jori Davis, che chiude a quota 30 punti (9/10 dal campo, 12/14 ai liberi, 6 rimbalzi e 12 falli subiti). Doppia cifra anche per Cupido (13) e Policari (12). Dall’altra parte non bastano i 18 di Galbiati e la doppia doppia da 13+11 di Dedic.

Quintetto Faenza: Cupido, Cappellotto, Davis, Policari, Pallas

Quintetto Broni: Galbiati, Perisa, Bestagno, Krivacevic, Dedic

Esordio in quintetto in A1 per la classe 2005 Cappellotto, complici anche le assenze di Franceschelli e Schwienbacher, out per un problema muscolare al polpaccio ancora da valutare. Ottima partenza per Jori Davis, che segna 6 punti e guida l’E-Work nel parziale iniziale. Broni si appoggia alle giocate di Galbiati e alla presenza nel pitturato di Dedic e Krivacevic. Faenza tenta anche una prima fuga sul 22-12, con Rosa Cupido sugli scudi e con l’ingresso sul parquet di Llorente che da ulteriore energia alle bianconere. La prima frazione si chiude sul 24-16.

L’energia di Llorente e Manzotti spinge l’E-Work a tenere alto il ritmo in entrambe le metà campo, mentre Broni trova in Perisa un’altra arma pericolosa per far male alla difesa bianconera. I problemi di falli di Pallas (già 3 per lei) costringono Sguaizer ad abbassare il quintetto, affidandosi a giocatrici più mobili e senza un riferimento fisso in mezzo all’area. La fisicità di Dedic e Krivacevic crea problemi a Faenza nella lotta a rimbalzo e le padrone di casa, dopo aver toccato anche il +13, subiscono il rientro di Broni. Galbiati sale in doppia cifra con alcuni canestri in precario equilibrio, Krivacevic la segue a ruota conquistando un paio di viaggi in lunetta consecutivi. Da segnalare la prova quasi perfetta di Jori Davis, che va negli spogliatoi con 15 punti a referto, con 5/5 dal campo e 5/6 dalla lunetta. I liberi di Dedic riportano le ospiti fino al -3, ma le squadre vanno all’intervallo sul 42-38.

Davis prosegue nella sua serata magica, caricandosi l’E-Work sulle spalle nei momenti di difficoltà e tenendola avanti nel punteggio. Dall’altra parte salgono in doppia cifra anche un’ottima Perisa e Dedic, con l’esterna che ne segna 5 in fila, punendo prima da oltre l’arco ed in seguito in penetrazione. Faenza tenta di nuovo un allungo, ma la squadra di coach Castelli resta aggrappata al match, con la solita Galbiati e con Krivacevic che fa valere la sua fisicità, sfruttando i pochi minuti sul parquet di Pallas visti i problemi di falli. Il terzo periodo vive di grande equilibrio nel complesso ed il parziale dice 21-21 (53-49 complessivo).

Ritmi altissimi in apertura di quarta frazione, con Bestagno e Galbiati assolute protagoniste per le ragazze in maglia rossa. L’ex Patti sciupa però in contropiede l’appoggio che poteva valere il 68 pari e dall’altra parte Policari punisce con la tripla dal mezzo angolo che fa esplodere il Bubani. Si entra negli ultimi 4′ di gioco con l’E-Work avanti 71-66 e con i problemi di falli che continuano ad essere un grande campanello d’allarme per Sguaizer. Un’altra tripla di Policari spinge l’E-Work avanti ed è la solita Jori Davis a mettere la parola fine sul match, segnando il suo trentesimo punto di serata e uscendo con la standing-ovation del Bubani. Faenza vince 78-70 e conquista i primi due punti della sua stagione. Per Broni terzo ko consecutivo dopo quelli con Venezia e Ragusa.

Tabellino Faenza: Pallas 4, Cappellotto, Cupido 13, Policari 12, Davis 30, Morsiani N.E., Manzotti 8, Llorente 6, Castello 3, Porcu 2

Tabellino Broni: Bestagno 2, Galbiati 18, Dedic 13, Perisa 11, Krivacevic 17, Albano 6, Quintiero N.E., Repetto N.E., Mazza N.E., Castelli N.E., Giuseppone N.E., Bona 3