Serie A, 2a giornata: il secondo quarto è fatale, l’E-Work cade al Palacarzaniga 75-56

ALLIANZ GEAS SESTO SAN GIOVANNI – EWORK FAENZA 75-56 (16-11, 21-9, 13-14, 25-22)

Trasferta amara in terra lombarda per l’E-Work Faenza, che non trova la prima vittoria in A1 e cade sul difficile parquet di GEAS. Le assenze di Franceschelli, Morsiani e Manzotti si fanno sentire per la squadra di Sguaizer, in una sfida che non ha potuto vedere protagoniste diverse atlete, dato che anche le padrone di casa hanno dovuto fare a meno, tra le altre, di Arturi, Gwamthmey, Ercoli e Panzera. Sesto San Giovanni conquista dunque la prima vittoria stagionale, vincendo 75-56.

Quintetto GEAS: Dotto, Crudo, Raca, Trucco, Graves

Quintetto Faenza: Cupido, Davis, Policari, Castello, Pallas

I primi due punti della serata portano la firma di Pallas, che in appoggio sblocca il match del Palacarzaniga. La risposta di GEAS è immediata ed è guidata dalle giocate di Crudo e Graves, che aprono un 12-0 di break per le lombarde, fermato solo dal timeout di coach Sguaizer a poco più di 5′ dal termine del primo quarto. Ottima risposta delle bianconere al rientro sul parquet, con Llorente e Policari tra le protagoniste del 7-0 che riporta l’E-Work sul -3 (12-9). I diversi errori di entrambe le squadre fanno sì che si segni col contagocce nella seconda metà di frazione, con il primo periodo che si chiude sul 16-11 dopo i liberi di Raca e Porcu.

Un bell’arresto e tiro di Dotto sblocca l’attacco lombardo dopo i primi 3′ di gioco nel secondo quarto, per il nuovo +5 GEAS. L’attacco faentino fatica invece a ritrovarsi, nonostante il buon impatto di Llorente, che segna il suo quarto punto di serata. La tripla di Raca vale il 23-15 e costringe Sguaizer al secondo timeout di serata. Le padrone di casa sembrano non fermarsi e la seconda tripla del match di Crudo vale il massimo vantaggio per le ragazze di Zanotti (28-15). L’asse Cappellotto-Pallas fa respirare per un attimo Faenza, ma Raca e Trucco fanno volare Sesto fino al +18, sfruttando alcune amnesie difensive bianconere. Il primo tempo si chiude con la bomba centrale mandata a bersaglio da Rosa Cupido, che fissa il punteggio sul 37-20.

E’ sempre Pallas a fare la voce grossa sotto i tabelloni per l’E-Work e a trovare il fondo della retina per tenere in vita le speranze bianconere. Dall’altra parte Graves e Crudo continuano a fare male alla difesa romagnola, con la tripla della numero 9 che vale il 44-24 per le padrone di casa. Graves con un gioco da 3 punti allarga il divario fino al +23, ma Policari non ci sta e segna la tripla del 47-27 a 4′ dal termine. Faenza prova a trovare le forze per una reazione che possa riaprire la sfida e l’appoggio in penetrazione di Davis convince coach Zanotti a fermare il gioco per richiamare all’attenzione le sue ragazze. Il parziale bianconero arriva fino al 7-0, fino alla solita ed infallibile Crudo che firma il 3/3 da oltre l’arco ed il 50-34 per GEAS.

Policari prova a caricarsi la squadra sulle spalle e con il dodicesimo punto di serata riporta Faenza più vicina nel punteggio. Schwienbacher da oltre l’arco firma addirittura il -12 (59-47), ma Graves risponde immediatamente e sale a quota 15 personali. GEAS prova a mettere la parola fine sulla partita, ma Davis e Schwienbacher non ci stanno e tengono in vita le bianconere fino agli ultimi 3 minuti. E’ la tripla di Valeria Trucco a mettere in ghiaccio i due punti in palio, firmando il 72-54 e l’undicesimo punto di serata per la numero 18. Il canestro finale di Merisio serve solo per definire il risultato finale: GEAS vince 75-56 e conquista i primi due punti della sua stagione.

Per l’E-Work invece seconda sconfitta stagionale e appuntamento a sabato prossimo per l’esordio casalingo contro Broni al PalaBubani.

Tabellino GEAS: Dotto 11, Raca 12, Crudo 21, Graves 17, Trucco 11, Ramon, Beachi N.E., Merisio 3, Valli N.E., Ercoli N.E.

Tabellino Faenza: Schwienbacher 10, Pallas 8, Cupido 7, Policari 12, Castello, Davis 13, Cappellotto, Manzotti N.E., Llorente 4, Porcu 2