UN’ALTRA GRANDE VITTORIA PER LA PROMO: 75 A 66 SU MASSA LOMBARDA E 7° POSTO CONSOLIDATO

20170212_220620

 

Altra grande vittoria di squadra per i boys di Saragoni, che si impongono su Massa, mai arresa, solo sul finale.

Ogni sfida di questo finale di campionato è delicata, si sa, ma dopo la vittoria al Ruggi lo spirito si è alzato, sappiamo qualcosa in più e lo dimostriamo, portando a casa un risultato con un + nove che ci porta in vantaggio anche nella differenza canestri.

Fra i faentini assenti Bombardini (infortunio) e Pantani (appena diventato papà, ancora congratulazioni), il reparto lunghi è affidato alla coppia Morsiani/Santo, e quest’ultimo si confermerà anche stavolta miglior rimbalzista del match (15), chiudendo inoltre la partita a 0 falli nonostante la buona difesa, a dimostrazione dell’attenzione messa in campo per preservarsi.

La partita: Faenza parte forte, spinta da una tribuna a dir poco affollata, e i 5 in campo sono esplosivi dal primo secondo: Casali apre le marcature con due liberi, seguono Santo e Troni, ai quali aggiungiamo 2 punti di Morsiani e la tripla di Catani per chiudere il quarto a 19, con Massa ferma a quota 6 con Asioli  e Rivola.

Verrebbe voglia di festeggiare, ma siamo al 10° e non è il caso, soprattutto perché Massa si organizza subito e capitan Rivola inizia lo show, con 2 canestri e 2 triple risponde al quintetto Faentino, tutto a bersaglio, con Fabbri e Dal Monte che in campo mordono davvero, e Morsiani sempre preciso. 17 pari il secondo parziale.

Si rientra dalla pausa lunga, Massa deve provarci, lo fa e ci riesce anche: velocità, precisione e buone idee, la difesa che contrasta bene il nostro gioco, e il recupero è servito: noi ne facciamo 15 con la solita coralità, ma gli ospiti ne mettono 22, accendendo i 30 tifosi al seguito, e gettando le basi per un ultimo periodo da inferno, perché 6 punti di vantaggio non sono mai una tranquillità, ma lo sono ancora meno contro una squadra che si accende nel finale.

Inizia l’ultimo quarto, Santo risponde a Rivola, poi arriva la Tripla pesantissima di Morsiani che sembra dire qualcosa. I massessi si innervosiscono, commettono falli, la panchina parla troppo e viene punita: tanti giri in lunetta per noi, ma Santo, sempre infallibile, fa 0/4, ai quali seguono altri 3 errori; Buttiamo via 7 punti che sembrano oro, ma non perdiamo lucidità. Massa rimane attaccata e arriva a meno 4, ma continua ad essere nervosa e non riesce a contrastarci nonostante le alte percentuali dell’ultimo quarto, chiuso 24 a 21 per noi, che decreta il più 9 finale, figlio delle ultime azioni tutte concretizzate da Villa e Santo che ne fan 4 dalla lunetta e dagli ultimi 3 punti di Troni.

Il merito più grande degli ospiti è stato sicuramente il crederci fino alla fine, il nostro di non aver mai concesso un vantaggio durante i 40 minuti, nemmeno nelle fasi dove tutto girava bene per la squadra di Borghi.

Con questa vittoria rimaniamo settimi in campionato, penultima posizione play-off in compagnia di Castel San Pietro che ha battuto Tatanka e con la quarta vittoria in altrettante gare dopo i rinforzi di gennaio si conferma la squadra più in forma.

Sabato tutti a Bologna per una trasferta insidiosa in casa di Bellaria, terza forza del girone, sperando di recuperare Bombardini e Troni con gamba dolorante per una caduta.

Antipatico il calcio inferto a Troni da Rivola al posto della stretta di mano durante i saluti finali.

Tabellini

Faenza: Troni 11, Santo 15, Casali 11, Capelli 5, Dal Monte 5, Catani 3, Caroli, Polloni 2, Morsiani 17 (K), Ghetti, Villa 4, Fabbri 2. All. Saragoni  Ass.Vespignani

Massa Lombarda: Berardi L. 4, Berardi R. 2, Asioli M. 16, Cellarosa 9, Marchetti, Pinardi 5, Rivola (K) 20, Asioli G.M. 7, Valenti, Poletti, Minghetti, Bertini. All.Borghi

Arbitri: Ferrini e Graziani

 

IN BOCCA AL LUPO A TVERDOHLEB E RAGAZZINI, E GRAZIE ALLA S.G. FORTITUDO BOLOGNA!

try

Senza nascondere l’emozione, che poi è il bello del gioco, facciamo il nostro in bocca al lupo ad Egor e Nico che domani sera parteciperanno all’allenamento della S.G. Fortitudo, squadra under 13 che milita nel campionato Élite.

E’ il giusto premio, speriamo il primo di tanti, per l’impegno, la passione e il sacrificio sempre dimostrato in palestra. IL LAVORO PAGA, questa ne è la prova più bella e sincera.

Complimenti ragazzi, complimenti alle famiglie che vi supportano, (o sopportano 😉 ) e naturalmente complimenti agli istruttori e allenatori che in questi anni vi hanno fatto crescere e maturare.

Ricordate che qualunque cosa accada da domani in poi, questa opportunità deve essere una partenza, e non un traguardo.

In bocca al lupo dalla vostra Società e come sempre… VAMOS!

UNDER 13: BATTUTA LA GRANDE GRIFO IMOLA PER 59 A 40!

IMG-20170212-WA0033

Il secondo regalo del week end ce lo fanno i nostri Under 13, che espugnano il Pala Ruggi battendo di 19 la Grifo imola del grande Paolo Ruggeri.

questa vittoria ci permette di sorpassarli in classifica, perché pur essendo a pari punti, abbiamo entrambi gli scontri diretti vinti, e rimaniamo secondi dopo CRAL Mattei che guida il gruppo delle 3 fuggitive co due punti in più.

La Partita parte subito bene, con i nostri che costruiscono gioco, e la Grifo che ci ostacola con le sue qualità. Purtroppo c’è nervosismo in tribuna, e arriva in campo qualche parola di troppo, per le quali ci scusiamo nuovamente dopo averlo fatto in diretta, anche se non volevano chiaramente offendere nessuno. La partita è bella e combattuta, si arriva alla prima sirena con Faenza avanti 14 a 9.

I ragazzi di Saragoni iniziano ad orientarsi nel suggestivo Ruggi, e il secondo quarto vede un bell’allungo, frutto di un parziali di 19 a 9 che ci manda a riposo sul più 15.

Terzo quarto, difesa ermetica: solo 4 punti concessi ai padroni di casa, 14 segnati, e partita definitivamente chiusa, almeno sulla carta, perché sul più 25 a 10 dal termine quasi tutti dormirebbero sonni tranquilli.

MA… le squadre di Ruggeri non mollano mai, e inizia il 4° periodo con un parzialone che prova a riaprire i giochi portando Imola a meno 14: scrollata di testa, si suona la carica e torniamo in noi, fino a chiudere la partita sul + 19.

Complimenti ai nostri avversari che meritano come noi di primeggiare in questo bel campionato, dove 3 squadre al vertice daranno suspance fino alla fine!!

Cosa dire se non BRAVI tutti? Ottimo rientro di Capucci dopo l’infortunio… bravi il coach e Caroli a preparare la partita, solita prova di grande concretezza da parte di tutti i 12 in campo, compresi i ragazzi solitamente “meno utilizzati”, fra i quali segnaliamo con grande soddisfazione Alessandro Castellani, al primo canestro segnato con la maglia Basket Project, in una gara che chiude con anche 3 rimbalzi e altrettante palle recuperate. Grande Ale!! VAMOS!!

Tabellini: Tverdohleb 6, Carugati 9, Bulzacca 7, Capucci 6, Grossi 2, Castellani 2, Ragazzini 12, Isola 4, Monteventi 5, Montanari, Atfane 4, Motta 2.  All. Saragoni Ass. Caroli

Parziali: 9/14 – 9/19 – 4/14 – 18/12 Progressivo: 9/14 – 18/33 – 22/47 – 40/59

UNDER 14: ANCHE STAVOLTA IL DERBY E’ TUO!

20170211_193523

I ragazzi di Vespignani si impongono per 58 a 38 sul Basket 95 Russi/Faenza e rimangono a ruota della capolista!

Il derby è sempre il derby.

Che sia a Bologna, Torino o in parrocchia, che sia di calcio basket o briscola, non importa a nessuno: il derby si sente. All’andata fu una delle gare più attese, e solo il largo risultato ha descritto come “facile” una partita preparata meticolosamente da Vespa e Zoli, dove i nostri scesero in campo davvero come Leoni. La partita fini 49 a 83, e per almeno 15 minuti rimasero in campo quelle che qualche mese fa erano le “seconde linee”.

Quella fu una delle vittorie più larghe, che però hanno innescato il processo di crescita delle sopracitate “riserve”, che oggi, invece, scendono in campo senza paura, senza sbagliare, anzi, spesso facendo cose importanti.

E per fortuna è cosi, perché la partita di ieri è stata davvero vinta dalla squadra, dato che se squadra non era avrebbe faticato molto di più a rimettere sui giusti binari un incontro iniziato non proprio bene.

Alle 18 inizia una partita in un liceo dalla tribuna gremita.. che un po’ contrasta con le parole sentite in settimana, come “tranquilli, è una gara come le altre”.

Le squadre scendono in campo più che determinate, ma se i ragazzi allenati dal nostro amico Benedetti sentono forte la voglia di rivincita, i nostri ragazzi sono contratti, preoccupati dalle prime buone giocate avversarie, e il gioco non parte. Passano i minuti e il nostro canestro non raccoglie quasi niente, fino ad arrivare al 2 – 12 che lascia increduli un po’ tutti, perché sappiamo come spesso i ragazzi sfruttino il primo quarto per chiarire le cose in campo. Questa volta non è cosi: la compagine Russi/Faenza è partita bene e ci sporca il gioco, pur spendendo energia.

Faenza finalmente reagisce, e piazza il contro break e chiude il primo quarto sotto di solo 6 lunghezze: 10 a 16.

Secondi 10 minuti, aria nuova. Iniziamo a fare le nostre belle cose, tutto il quintetto va in moto e dopo aver raggiunto il pareggio, mettiamo la freccia e sorpassiamo, fino al più 2 dell’intervallo: 26 – 24

Terzo quarto, marchio di fabbrica: il pubblico tifa come in serie A, i ragazzi sanno bene cosa fare e mettono in pratica la teoria ormai impressa nel loro DNA: 18 a 5 di parziale e partita in ghiaccio, perché Basket 95 man mano che passavano i minuti ha capito che quella fuga sarebbe stata incolmabile, e pur provando a contrastare, non ce l’ha fatta. A loro vanno comunque i complimenti per essere scesi in campo con la voglia di rivincita che devono avere i ragazzi. Bravi.

Gli ultimi 10 minuti lasciano spazio a tutti, e il divario continua ad aumentare perché il parziale è di 14 a 9, che accompagna tutti fino al 40esimo, e si parla solo di complimenti e festa per BASKET PROJECT!!!

 

tabellini: Tverdohleb 3, Goni, Albonetti 8, Bianchedi 4, Ranieri 4, Ragazzini 21, Fabbri, Calai 9, Melandri 3, Leonardi, Ravaioli, Sartoni 6. All. Vespignani Ass. Zoli

parziali: 10/16 16/8 18/5 14/9 progressivo: 10/16 26/24 44/29 58/38

arbitro: Marziali