PROVIAMOCI INSIEME!!! (chi non viene è un emiliano ;-) )

MATCH

E’ arrivato il giorno dove si chiede qualcosa a tutti.
Meritiamo questi play off, come li merita Castel San Pietro, e possiamo portarci a casa entrambi il risultato passando da due vittorie nelle prossime tre gare. Una delle nostre è quella che cercheremo domani, e per farlo abbiamo bisogno di aiuto, di calore.

Siamo appena nati ma abbiamo il pubblico più bello del campionato, che non ha mai avuto rivali nemmeno in trasferta, ma sappiamo che Castel San Pietro ha la stessa fortuna. Detto questo, se stai leggendo su questa pagina, non puoi mancare all’incontro dell’anno!!

UNDER 13, FACILE VITTORIA CON LUGO GREEN: 20 – 98

aaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

Partita dall’epilogo preannunciato, quella andata in scena ieri fra i nostri under 13 e un Lugo Green costretto a rimandare l’appuntamento con la prima vittoria stagionale.

Visto il divario fra i due gruppi si può parlare di una partita molto simile ad un allenamento, senza preoccupazioni fin dai primi minuti dove Faenza aumenta il vantaggio ad ogni possesso e con la sua ottima difesa non concede punti agli avversari. La partita prosegue su questo binario fino alla fine, concedendo quasi nulla a Lugo e continuando a segnare tanto e tutti.

Buon match in cui tutti si sono messi in evidenza sempre più in palla Marcello Isola, bravi Bulzacca e Carugati in regia, canestro dall’ arco di Castellani, quasi tripla.

Tabellini: Castellani 6, Fattorini 4, Carugati 6, Bulzacca 1 (7 assist), Capucci 25, Grossi 10, Isola 20, Baccarini 12, Melandri 6, Motta 8
Parziali 25/0 – 23/10 – 28/2 – 22/8

 

PROMOZIONE: IL CAPOLAVORO SI INFRANGE SUGLI ULTIMI 100 SECONDI

2017-01-26 21.36.11

Difficile stabilire se il bicchiere sia mezzo pieno o mezzo vuoto, ma vale la pena provarci perché dopo le ultime prestazioni, pressoché perfette, ci si aspettava molto e molto abbiamo visto: Faenza controlla una partita difficile, durissima, contro i primi della classe e fisicamente al Top. Fra i nostri le assenze di Casali Dal Monte e Bombardini accorciano e abbassano la squadra, ma anche dopo essere stati raggiunti abbiamo tenuto la partita punto a punto fino ad un minuto dalla fine, perdendo una gara che avrebbe meritato il pareggio o perché no, qualcosa in più se consideriamo la presunta differenza fra i roster. Proprio questa differenza ha probabilmente regalato la palla della vittoria ai bolognesi, perché per arginare e controllare per 40 minuti, evidentemente abbiamo speso tutto quel che c’era da spendere, arrivando al rush finale un po’ meno freschi di quanto sarebbe servito; nascono cosí le palle perse che creano il divario finale e ci bloccano a 2 centimetri dall’impresa dell’anno.

Mezzo pieno e mezzo vuoto, dunque: serve allora il terzo criterio per il verdetto, e arriva da S. Agata dove i locali fermano la corsa di Castel San Pietro (a pari punti con noi): questo ci lascia settimi in classifica e ci regala il lato positivo della giornata.

La partita inizia nel migliore dei modi: Russo torna in roster, e mentre continua a scaldarsi mettiamo in campo un quintetto che scopre subito le sue carte, rispondendo allo 0 – 4 firmato Demetri.

Troni da 3 e Santo rimettono a posto le cose, poi arrivano le triple di Catani, Morsiani (2) e ancora Troni che accendono il Bubani. La risposta bolognese è affidata ai solo Demetri e Zanchi, ma  si ferma a quota 12 contro i nostri 23.

La risposta arriva subito, perché la bomba di Russo al 12esimo è l’ultima concessa dagli ospiti, che portano il gioco dove si usano le spalle, per trarne vantaggio. Entrano in partita anche Di Marzio e Tosarelli fra gli ospiti, per noi fan tutto Pantani (messo poi fuori causa da un colpo all’orecchio) e Russo, che concretizzano il buon gioco di squadra, meno spumeggiante ma pur sempre efficace, perché va ricordato che si gioca contro i più forti anche se il primo quarto non lo ha fatto pensare. 11 a 19 il parziale e Bologna a meno 3.

Il terzo periodo è ancora all’insegna della buona difesa di Bologna, che continua a limitarci come noi del resto riusciamo a contenere il buon gioco avversario, fatto di cose semplici ed efficaci.  Bologna recupera ancora e si porta a meno uno: 45 a 44.

Ultimi 10 minuti, e la fatica inizia ad affiorare per tutti. Morsiani e Santo sono gli unici a segnare per noi, mentre gli ospiti vanno a bersaglio col solito Demetri e dai suoi compagni, che concretizzano le 4 palle da noi perse banalmente, e dopo il nostro mancato aggancio a quota 55 mettono i 4 liberi finali per il conclusivo 54 a 59.

Rammarico per non aver centrato il colpaccio, ma deve prevalere la consapevolezza dei nostri attuali mezzi, perché se avessimo vinto non sarebbe stato strano e tanto meno un regalo;

Giochiamo bene, sbagliamo poco, e lottiamo per 40 minuti, tutti, sempre. Nonostante la sconfitta si puo assolutamente essere soddisfatti e fiduciosi per il finale di campionato, che domenica prossima passa dallo scontro diretto con Castel San Pietro che assegnerà probabilmente la settimana posizione.

Forza ragazzi! !

Tabellini

Faenza: Troni 14, Santo 8, Capelli 2, Catani 3, Russo 7, Pantani 7, Polloni n.e., Morsiani 13, Ghetti n.e., Villa 2. All. Saragoni Ass.Vespignani.

San Felice Bologna: Stagnoli 2, Ghedini, Margelli 4, Sassoli 7, Zanchi 16, Demetri 14, Di Marzio 5, Tosarelli 5, Cavazza, Bianchini 2, Balducci 2. All. Zanini

Arbitri: Alessi e Meli