IL DERBY DELLE NEOPROMOSSE E’ DI FAENZA! SBANCATA ROMA!

Importante vittoria esterna per l’infinityBio

Partita combattutissima quella di ieri sera al Pamphili Village, caratterizzata da continui break e contro break. Faenza parte bene e piazza il primo 5 – 0 con il duo Franceschelli e Morsiani portandosi fino a più sei sul punteggio di 15 a 9. La squadra di casa con un basket molto aggressivo fatto di continui raddoppi sui portatori di palla, reagisce e trascinata dalle bombe di Pompei (3/3 dall’arco) mettono a segno un break di 10 a 0 che permette alla squadra Romana di vincere il primo quarto per 19 a 15. Anche l’inizio del secondo quarto vede il San Raffaele condurre le danze fino al massimo vantaggio di 26 a 17. Sul meno 9 entra in campo Ballardini fino a quel momento relegata in panchina e come spesso capita suona la carica per le Faentine. Il contro parziale e di quelli importanti 21 a 6 e si arriva all’intervallo lungo con Faenza in vantaggio per 38 a 32.

La partita rimane in equilibrio con un terzo quarto molto combattuto, con Prosperi (13 punti) a trascinare Roma e Soglia (10 punti) a trascinare Faenza. Il quarto lo vince il San Raffaele per 21 a 18 e si arriva all’inizio dell’ultimo periodo con l’InfinityBio avanti di soli tre punti sul punteggio di 56 a 53.

Ma è proprio nell’ultimo periodo che Faenza mette in campo tutte le energie rimaste, contro un San Raffaele evidentemente più stanco. Riusciamo a segnare con continuità con tutte le giocatrici ma soprattutto con Soglia ieri praticamente perfetta dal campo con 10/10 da due e 5/5 ai liberi che gli valgono il ruolo di MVP con 25 punti finale.

Il quarto lo vince Faenza con un perentorio 24 a 14 che valgono il più 13 finale che fissano il punteggio sul 80 a 67.

Vittoria importantissima che confermano la squadra Manfreda al 5 posto, il prossimo turno saremo a riposo per poi tornare ancora in trasferta ad Orvieto.

Questi i tabellini della partita

http://www.legabasketfemminile.it/MatchStats.aspx?ID=179&MID=33776

Per le foto ringraziamo Federico Rossini e le trovate a questo link : https://www.flickr.com/photos/basketinside/sets/72157689888116184/

L’ UNDER 13 DI SARAGONI SCIVOLA A RUSSI MA COMBATTE 40 MINUTI

RUSSI 56 – 37 FAENZA

Risultato fin troppo pesante per quanto visto in campo, anche se i tanti errori su conclusioni facili e tiri liberi giustificano abbondantemente la sconfitta.

Altra mancanza, la non possibilità di adeguarci al metro arbitrale che concedeva il contatto fisico, che Russi ha potuto sfruttare per stazza e lunghezza. Non potevamo farci grandi in due minuti.

Senza fermarsi a cercare alibi, godiamoci la tenacia e la volontà dei nostri ragazzi che hanno lottato per 40 minuti senza mai arrendersi, nemmeno quando il risultato è diventato pesante, anzi… ad inizio ultimo quarto, tre belle giocate d’orgoglio ci hanno riportato a meno 10 ma le rotazioni hanno tolto quel po di lucidità rimasta dopo una gara faticosa e difficile.

Onore a merito, rivincita prenotata, e tutti al lavoro per migliorarci ed aumentare ritmo e capacità. VAMOS!!

Tabellini: Campoli, Cristofori 5, Bagnara 7, Meneghini 4, Tedesco 6, De Luca 4, Valmori, Marziali 1, Castellari 2, Visani, Venturelli 8, Chierchia. All. Saragoni

Parziali: 10/7, 15/5, 23/15, 8/10

UNDER 14, ARRIVA A LUGO LA PRIMA SCONFITTA STAGIONALE

LUGO 70 – 46 FAENZA

Senza cercare scuse, Faenza non regge l’uragano lughese e l’under 14 perde la prima gara stagionale. Non cerchiamo scuse, dicevamo, ma alcune attenuanti vanno messe sul piatto: doppio turno in due giorni per i ragazzi impegnati martedì con l’under 15, alcuni acciaccati e Bulzacca che abbandona il match per indisposizione.

Nessun dramma, tutti pronti al prossimo giro per un pronto riscatto!! vamosss!!!

Tabellini: Fattorini, Bulzacca 8, Graziani 3, Capucci 7, Melandri, Zaccarelli, Monteventi 1, Montanari, Isola 13, Camporesi 8, Berdondini, Motta. All. Bassi – Saragoni

Parziali: 13/12, 18/8, 21/17, 18/9

UNDER 16 SENZA RIPOSO MA ARRIVA IL RISCATTO! E ANDIAMO!

FAENZA 52 – 45 RIMINI

Il campionato ci chiama al secondo impegno in tre giorni, e le ragazze di Cristina Bassi rispondono “presente”, conquistando lo scontro diretto con Rimini e volando al secondo posto in classifica.

Con ancora in mente gli errori e la brutta prestazione di Ravenna, scendiamo in campo contratte e timorose; in un primo quarto soporifero ci pensa Montanari a suonare la sveglia con la tripla del + 5 . La partita non decolla e le avversarie rimangono a ruota, col secondo quarto da 11 a 10 nel quale Piglia scalda la mano e trascina, mentre in difesa concediamo troppi rimbalzi che permettono a Rimini di continuare a sperare.

Speranze accontentate nel terzo quarto, perché se le avversarie iniziano a far qualcosa in più, noi rallentiamo, sbagliamo, forse vedendo alla porta i fantasmi di altri black out vissuti in altre occasioni. Sa di fatto che capitan Mecozzi spinge sul gas e Rimini fa 19 punti in 10 minuti passando più volte in vantaggio. Il quarto si chiude 37 a 35 ma ormai la partita è riaperta e le ospiti sono cariche.

Iniziano gli ultimi 10 minuti dove la solita 27 avversaria ne fa 6 su 10, mentre noi distribuiamo le realizzazioni fra Berti, Sangiorgi e Piglia. Arrivano errori banali che però riusciamo in qualche modo a tamponare, e a 1:30 dalla fine siamo a + 10 con due canestri che sembrano chiudere l’incontro. Poi una palla persa, una rimessa che si infrange sul tabellone, e il caos mentale: Rimini a meno 4 a 50 secondi dalla fine.

Ora tocca a noi decidere del nostro destino, e arriva una bella risposta che rimedia a 40 secondi di inferno: Sangiorgi recupera e segna, Poggiali dalla media regala un po di sollievo e quando sull’errore riminese conquista il rimbalzo difensivo (il settimo), scrive di fatto la parola fine sull’incontro.

Non brave per aver sprecato tanto. Brave per non aver perso la testa nei momenti peggiori. Tanta potenzialità non sfruttata per mancanza di grinta in certi momenti che possono diventare fatali. Quando invece si lotta, si corre e si difende, nascono palle recuperate e buone azioni che finiscono sempre a referto. In poche parole, sappiamo cosa e come fare, quindi dobbiamo farlo per 40 minuti e non solo quando siamo con le spalle al muro.

FORZA RAGAZZE!!!! 

Tabellini: Piglia 22, Berti 8, Sangiorgi 5, Nensor 2, Ceroni 2, Sy, Agostinelli, Poggiali 6, Samorè 2, Montanari 5. All. Bassi

Parziali: 11/6, 11/10, 13/19, 15/10