IL DERBY E’ DI FAENZA! A FORLI’ FINISCE 54 A 81

Secondo successo consecutivo in trasferta per l’InfinityBio !

Prosegue il buon momento per la squadra Manfreda che nel rispetto del pronostico si aggiudica per 81 a 54 il derby contro Forlì.

L’InfinityBio prende da subito il comando della partita con un parziale di 7 a 0 che costringe le padrone di casa al primo time out dopo soli tre minuti. La differenza dei valori in campo è evidente e Faenza mantiene sempre il controllo sulla partita gestendo al meglio le rotazioni. I primi due quarti finiscono sui parziali di 18 a 12 e 22 a 10 e Faenza va al riposo sul +18.

Solo nel terzo quarto un calo di tensione permette alle padrone di casa di impattare il parziale sul 15 pari trascinate da Gramaccioni, Pieraccini e Missanelli.

Faenza per tutta la partita litiga con il tiro pesante (7 su 26) e solo nell’ultimo quarto trova in Minichino un valido terminale che consente alla giocatrice Napoletana di chiudere con 18 punti, miglior prestazione stagionale con un 4 su 7, e si aggiudica l’ultimo quarto con un perentorio 26 a 17 che amplifica maggiormente il divario finale.

Questi i parziali a nostro favore : 18-12, 22-10, 15-15, 26-17

Faenza : Franceschelli 5, Schwienbacher 4, Coraducci 2, Morsiani 19, Tridello 2, Ballardini 14, Caccoli 3, Moriconi 7, Soglia 7, Minichino 18, Bornazzini, Manaresi.

Forlì : Zampiga 2, Zavalloni 4, Vespignani, Ragazzini, Pieraccini 9, Melandri 4, Gramaccioni 11, Missanelli 13, Fabbricini 7, Olajide 4, Garaffoni ne, Duca.

 

 

 

L’ INFINITYBIO SI RIPRENDE IL BUBANI!

Faenza torna al successo casalingo !

Che la squadra Faentina fosse in ripresa dopo la brutta parentesi di La Spezia, lo si era visto sia nella vittoria di Umbertide che soprattutto nella sconfitta contro il Progresso. C’era comunque molta incertezza per il match casalingo contro La Molisana, squadra di livello costruita per il salto di categoria.

Il primo canestro della serata l’ha segnato non a caso Ballardini con una tripla che ha infiammato da subito il Bubani anche ieri sera sesto uomo in campo. Nelle file della Magnolia e stata Ciavarella la giocatrice che ha cercato più di tutte di mantenere il contatto fra le due squadre, ma la partita è durata praticamente solo un quarto, che si è concluso con Faenza avanti per 16 a 10.

Come spesso capita nel basket quando si difende bene , si attacca bene, e ieri sera quello che ha maggiormente impressionato è stata proprio la difesa. Il lavoro fatto in settimana per limitare al massimo i punti di forza delle avversarie ha funzionato alla grande. Su Dzinic pericolo numero uno, i raddoppi sistematici hanno mandato in confusione la giocatrice che nei primi venti minuti ha messo a referto solo quattro punti tutti dalla lunetta dei liberi.

Anche il secondo quarto e proseguito sulle stesse note e Faenza di fatto ha chiuso la partita andando al riposo sul +16 sul parziale di 36 a 20.

Il merito della squadra di casa, è stato quello di mantenere al rientro dagli spogliatoi, la stessa intensità e la stessa concentrazione, rendendo così impossibile a Campobasso il rientro in partita. Anche il terzo quarto è stato vinto da Faenza con il punteggio di 21 a 15 portando il divario a +21 sul 57 a 35.

Nell’ultimo periodo con la partita già in ghiaccio, Faenza ha aumentato le rotazioni dando spazio a tutte le giocatrici e si registrano ad onor di cronaca i primi punti nella categoria di Manaresi classe’00.

Rimane da sottolineare la prestazione corale della squadra di casa, dove spicca la prova maiuscola di Ballardini che in 21 minuti mette a referto 22 punti 9 rimbalzi e 4 assist per una valutazione finale di 32. Molto bene anche Schwienbacher con 14 punti, 6 rimbalzi e 6 assist e Morsiani con 10 punti e 9 rimbalzi.

Questi i parziali della partita 16-12, 20-8, 21-15, 18-12

Faenza : Franceschelli 3,Schwienbacher 14, , Ballardini 22, Morsiani 10, Soglia 4,Coraducci 10, Minichino 2, Caccoli 4, Tridello 2, Moriconi 3, Bornazzini, Manaresi 1.

Campobasso: Alesiani 5, Di Gregorio 4, Ciavarella 16, Reani 8, Dzinic 10; Di Costanzo 1, De Pasquale 3, Dentamaro, Landolfi, Corsetti.

 

FBP InfinityBio a pochi passi dall’impresa

Contro il Progresso il cuore non basta !

Grande prova di orgoglio dell’InfinityBio che riesce a tenere testa alla corazzata Bologna per tutta la partita.

Si capisce fin da subito che la squadra di casa c’è, e che farà di tutto per rendere cara la pelle. Pronti via bomba di Corraducci che da il via al mini parziale di 5 a zero. Poi il Progresso reagisce e inizia a ricucire lo strappo fino alla bomba di Tassinari che vale il primo sorpasso per le Bolognesi sul 13 a 12.

Il primo quarto si chiude però con Faenza avanti di uno, sul punteggio di 18 a 17. Nel secondo quarto Bologna cerca di piazzare il break decisivo portandosi sul più 11 sul risultato di 33 a 22 trascinate da D’Alie, che come da pronostico ha giocato una partita superba.

Faenza però questa volta non affonda e riesce a ricucire lo strappo fino al meno 4 della fine del secondo quarto sul punteggio di 37 a 41.

Il terzo quarto è equilibratissimo e finisce in parità con 18 punti segnati da entrambe e chiuso sul 55 a 59. La partita è bellissima, Bologna cerca il break decisivo ma la distanza fra le due formazioni rimane sempre sotto la doppia cifra.  Faenza nell’ultimo quarto tenta nuovamente il sorpasso portandosi fino a meno uno dalle Bolognesi, ma proprio sul più bello, forse complice anche la stanchezza, Faenza ha giocato tutta la partita con rotazioni ridotte viste le indisponibilità di Morsiani D, bloccata con la schiena e Minichino con 39 di febbre e presenti in panchina solo per onor di firma, e per due volte con palla in mano per il sorpasso ha sciupato malamente il possesso. D’altra parte complimenti alla squadra avversaria che proprio nel momento del bisogno ha piazzato due triple, una con la solita D’Alie che chiuderà la partita come MVP e con ben 33 punti a referto, e Nannucci che hanno tagliato definitivamente le gambe alla squadra di casa.

Il meno undici finale e frutto di un ultimo tiro a fil di sirena da ben oltre l’arco dei 6,75 di Tava che rende forse troppo punitivo il punteggio per la squadra di casa.

Quello che ci resta e la buona prestazione che ci deve far ben sperare per il prossimo impegno casalingo contro Campobasso.

Questi i tabellini :

InfinityBio : Franceschelli, Schwienbacher 15,Coraducci 13, Morsiani L. 16,Tridello, Ballardini 8, Caccoli ,Bornazzini ne,Moriconi ,Soglia 15 ,Morsiani D. ne, Minichino.

Progresso : D’Alie 33, Monterumisi ne, Cordisco, Tassinari 10,Dall’Aglio, Storer 8, Tava 14, Meroni 1, Poletti ne, Corradini 4,

 

 

InfinityBio corsara a Umbertide !

Inizio difficile ma poi grande prova di orgoglio !

Ancora orfane di Ballardini le ragazze di Faenza erano chiamate ad una prova di orgoglio dopo la pesante batosta subita nel turno precedente contro La Spezia. Pronti via è Coraducci a firmare i primi due punti della partita che fanno ben sperare. Invece quello che torna prepotentemente è l’incubo appena vissuto. Cominciamo a sbagliare di tutto, moltissime conclusioni da sotto che danno poi la possibilità ad Umbertide di segnare punti facili in contropiede. Anche in difesa proprio non va, veniamo battute quasi sempre sul primo passo in penetrazione di uno contro uno , e questo ci porta a commettere falli che permettono alla squadra Umbra di andare spesso in lunetta per tirare i liberi (alla fine ne tireranno 24 contro i soli 7 nostri). Il primo quarto ci vede subito a rincorrere e lo chiudiamo sul -12 sul parziale di 21 a 9. Nel secondo permettiamo meno contropiedi, ma continuiamo ad attaccare male e a tirare con basse percentuali. A fine primo tempo riusciamo a recuperare solo 2 punti e chiudiamo con uno svantaggio di 10 lunghezze sul 35 a 25.

Al rientro dagli spogliatoi Faenza entra molto determinata, dall’altra parte Umbertide cala dal punto di vista fisico e la partita gira a nostro favore. Riusciamo a difendere molto meglio e concediamo solo 11 punti contro i nostri 26, grazie sopratutto al tiro dalla lunga distanza

A fine terzo quarto passiamo al comando sul risultato di 51 a 46. Umbertide però non molla e risponde punto su punto, l’arrivo è in volata. Faenza arriva sul +1 a nove secondi dalla fine palla in mano. Dalla rimessa la palla finisce nelle mani di Soglia che dalla media distanza insacca per il più 3. Umbertide chiama subito time out per organizzare un tiro veloce, ma mancano solo poco più di 2 secondi. Faenza accetta di difendere e costringe la squadra di casa a un tiro forzatissimo che non trova il canestro.

Da segnalare le ottime prestazioni di Schwienbacher  che chiude con 18 punti e tanta sostanza anche in difesa, Coraducci con 16 punti e un ottimo 4/6 da tre.

Però da elogiare è tutta la squadra che ha saputo reagire in una situazione non facile. Adesso la testa va subito al prossimo incontro casalingo contro la corazzata Bolognese del Progresso, formazione che viaggia punteggio pieno.

 

Questi i tabellini :

Franceschelli 4, Schwienbacher 18,Coraducci 16, Morsiani L. 3,Tridello 8, Ballardini ne, Caccoli ,Bornazzini ne,Moriconi ,Soglia 10 ,Morsiani D. 2, Minichino 8.