PROMOZIONE: FAENZA LOTTA CON TUTTI I MEZZI MA STELLA RIMANE IMBATTUTA

STELLA RIMINI 89 – 69 FAENZA

Poco meno di un anno fa ai nostri ragazzi riuscì la doppia impresa, con due vittorie in una settimana di play off dopo 13 mesi di imbattibilità interna di Stella Rimini.

Quest’anno Stella si è tuffata nel campionato con altro spirito, scottata dalla eliminazione proprio per colpa nostra, e si ritrova in questi giorni ancora imbattuta, grazie a qualità e gioco che le premettono di domare ogni avversaria.

La gara di Venerdì sera non è uscita dal copione Stella, con la partita in controllo dal primo minuto.

Faenza c’è, reagisce e ricuce gli strappi, fino al primo vero allungo di metà partita, dal quale Stella non è più scesa.

Buone le cose viste, con gambe per correre e buone azioni, ottimo impatto di tutti e divario che arriva a 20 nei 40 minuti, probabilmente rispecchiando i valori in campo.

Prossimo turno in casa con Morciano, per provare a raccogliere altri due punti.

Tabellini: Troni 12, Santo 13, Grandolfi 14, De Lorenzi, Dal Monte, Biancoli 4, Catani 4, Santandrea 9, Morsiani 10, Gregori n.e., Bombardini 2. All. Alfieri

Parziali: 22/19, 27/11, 28/23, 12/16

L’ ALFIERI BAND TORNA A SUONARE: PAOLO SANTO DEVASTANTE E BELLA VITTORIA CONTRO AICS

FAENZA 73 – 53 AICS FORLI

Bella partita, non certo avvincente ma bella; e dopo qualche sofferenza non guasta una partita senza sussulti, guidata senza stress dal primo minuto al quarantesimo, dove si sono apprezzate diverse cose buone:

Voglia e capacità di correre, con belle transizioni spesso concluse a punti; Primo vero esordio di Luca Santandrea, con 18 punti (3 su 3 dalla distanza, 7/9 dalla lunetta) ottima prova di tutti, lucidi e reattivi.

MVP fuoriquota, Paolo Santo, incontrastato per la mezzora passata in campo e chiusa con 26 punti, 24 rimbalzi e 7 falli subiti.

Benissimo il rerparto piccoli ad innescare lui e Morsiani, con Grandolfi e Troni tornati in forma e De Lorenzi mina vagante. Bene anche gli esterni dai quali sono arrivati meno punti ma una prova difensiva pressoché perfetta.

Voto 9 di squadra quindi, anche tenendo conto dell’avversario arrivato un po meno armato di quanto visto nella gara di andata.

Tabellino: Troni 5, Santo 26, Grandolfi 10, De Lorenzi, Dal Monte 2, Baincoli n.e., Catani 2, Pantani 2, Santandrea 18, Polloni n.e., Morsiani 4, Bombardini 3. All. Alfieri Ass. Ragazzini

Parziali: 20/12, 13/8, 19/12, 21/21

PROMOZIONE: PARTITA SOTTOTONO E SCONFITTA SUL CAMPO DI RUSSI

RUSSI 54 -41 FAENZA

Brutto derby quello giocato sabato scorso a Russi, dove nessuno ha brillato, contratti dal valore dei due punti in palio, ma alla fine Russi ha fatto “meno peggio” di Faenza,  con un breack nel secondo quarto negli unici 5 minuti dove una squadra ha prevalso sull’altra.

Assente per Faenza Troni, con alcuni ragazzi non in forma, si partiva da sfavoriti.

Bastano pero’ pochi minuti per capire che la partita è aperta: qualcuno difende forte e limita Porcellini, unico attaccante pericoloso dei biancoblu, e il gioco locale non decolla. Noi a ruota, qualche volta in vantaggio, fino a 5 minuti dove si sono combinate un paio di conclusioni troppo facili per russi, un po’ di sfortuna, forse due fischiate opinabili ma che comunque hanno avuto più peso di quel che meritavano, vista appunto la concomitanza dei tre eventi che genera un più 10 Russi quanto mai poco cercato.

A parte questi 5 minuti, la partita è scivolata via tranquilla, troppo, con tanti errori banali e mai nessuno a prevalere sull’altro.  Russi consolida così il suo secondo posto, noi rimaniamo a 6 punti di distanza dal sogno play off.

Tabellini: Santo 13, Grandolfi 4, De Lorenzi 4, Dal Monte 4, Biancoli 3, Catani 2, Pantani, Polloni, Morsiani 9, Bombardini, Fabbri 2. All.Alfieri

Parziali: 10/10, 17/7, 11/11, 17/13

PROMOZIONE 10 E LODE, E “LA MORIGIA” E’ ESPUGNATA!!

SPEM RAVENNA 63 – 71 FAENZA

Per i più distratti è necessaria una premessa, perché qualcuno potrebbe ricordare solo la partita che un mese fa ci ha visto scendere in campo in modo triste e perdere con Fusignano, che pur avendo vinto con merito, ha di certo sfruttato un atteggiamento misero dei nostri ragazzi. Seguì la trasferta a S.Marino, con una partita di cuore di Morsiani & company, perfettamente preparata, dove solo all’ultimo minuto abbiamo lasciato un canestro di vantaggio ai padroni di casa, secondi in classifica. Grande reazione quindi…

Si arriva a Gennaio: i Tigers vogliono vendicare l’andata, lo fanno scendendo in campo agguerriti e piazzando 11 triple. Cosa che abbasserebbe il morale a chiunque, e in parte cosi è stato anche per noi. Forzature, scelte sbagliate, e quella grinta che sappiamo di poter mettere in campo, è invece tornata negli spogliatoi col passare dei minuti, perché a parte uno scatenato Dal Monte, tutti han fatto meno del necessario, non per colpe ma per una condizione che si era creata e dalla quale non si vedeva modo di uscire. Amaro in bocca, dispiacere per aver perso uno scontro diretto per cercare qui play off così lontani. Silenzio stampa. Ma anche nessuna polemica, voglia di capire, parlarsi e cercare una soluzione. Questa reazione da parte di tutti ha probabilmente riportato lo spirito col quale questo gruppo deve e vuole affrontare le partite, e senza ovviamente poter proclamare che sarà cosi per sempre, un bel risultato è arrivato subito. Partita 10 e lode, da parte di tutti, coach compreso, che ha permesso a Faenza di interrompere la striscia di 8 vittorie consecutive della SPEM. Partita perfetta, punto. Difesa pazzesca, circolazione di palla, scelte giuste e tutti al servizio della squadra. Santo in serata non fortunata al tiro, non si preoccupa e recupera tutti i rimbalzi del secondo tempo. Catani superlativo, illegale, difende come un pittbull, stoppa e cancella il suo rivale. Su questi esempi potremmo trovare senza fatica una citazione per tutti i ragazzi scesi in campo, davvero tutti. La voglia di vincere era qualcosa di più, era volontà, e Ravenna non ha potuto fare altro che prenderne atto, impotente contro le giocate di Troni e Grandolfi, Morsiani e in generale una squadra che non ha mai concesso più di 2 possessi di vantaggio e a lunghi tratti ha guidato allo stesso modo.

La partita inizia bene, tutti i ragazzi  in campo innescati, e il 12 a 13 del primo quarto è più misero di quanto prodotto da entrambe le squadre. Si corre già parecchio, sei punti di Grandolfi e gran tripla di Biancoli da segnalare assolutamente, perché è la prima conferma del fatto che “noi ci siamo”.

Secondo quarto: inizia il punto a punto che durerà fino al 35 esimo, e si sbaglia poco. 19 punti per squadra frutto di buone scelte e non certo di difese leggere. Ora è una bella partita e si divertono tutti, con Grandolfi che taglia la difesa locale come una lama calda nel burro, e Morsiani che mette la tripla e ruggisce.

Si rientra dall’intervallo e il copione non cambia: nessuno prende il largo, ci si scambia la guida del match ma nessuno riesce a creare quel gap necessario a creare un pronostico, anche se inizia a vedersi la mano di Troni, che ai 4 del primo tempo ne mette 8 in un quarto, con giocate importanti che fan dimenticare un rigore sbagliato che segnaliamo solo per scherzarci sopra.

Dal 49 a 48 parte l’ultimo giro di cronometro; Ravenna con Bergamaschi vola a + 5, Troni ricuce, Morigi e Piani riportano avanti i gialloblu’. Prima spolverata di paura a 5 dal termine, ma Morsiani e Santo ci riportano sopra di 3 in un attimo. Troni in un attimo di confusione si trova la palla in mano e piazza la tripla del + 6, che di fatto chiude i giochi, anche se Piani risponde subito allo stesso modo. La SPEM è nervosa picchia e diventa scorretta. Arriva un antisportivo e l’espulsione per Vistoli, accompagnati da altri falli spesi per provare a recuperare lo svantaggio, ma dalla lunetta Biancoli, Troni e Grandolfi non sbagliano e portano Faenza sul + 8 finale interrotti solamente dall’ultima bomba del solito Piani, quarta della sua partita.

Nulla da aggiungere, se non voler diventare a tutti i costi ripetitivo per dire ancora una volta BRAVI TUTTI.

PROSSIMO INCONTRO, A RUSSI IL 3 FEBBRAIO ALLE 17.30

CERCHEREMO INSIEME LA RIVINCITA DI UNA PARTITA PERSA IN CASA PER 5 MINUTI DI BLACK OUT. TUTTI INVITATI, NATURALMENTE!!

Tabellini: Troni 24, Santo 5, Grandolfi 15, De Lorenzi, Dal Monte, Biancoli 7, Catani 5, Polloni, Morsiani 15, Bombardini. All. Alfieri

Parziali: 12/13, 19/19, 18/16, 14/23

COLPO DI MERCATO IN CASA BASKET PROJECT: LUCA SANTANDREA IN BIANCONERO!!

Con grande soddisfazione e orgoglio Faenza Basket Project annuncia il ritorno in città di Luca Santandrea, guardia classe 94.

La scorsa stagione a Russi, quest’anno lontano dai parquet per lavoro; riesce finalmente a conciliare sport e vita professionale, e lo farà per la sua città in una squadra dove ritrova diversi compagni di giovanili e tanti amici. Porterà qualità e ossigeno, su questo non ci sono dubbi, non appena ritroverà condizione (comunque non lontana).

Una grande notizia che si somma al rientro in Italia di Bombardini, altro pilastro della squadra, anche lui assente per studio. Vi regaliamo le prime parole di Santandrea in bianconero:

LUCA innanzitutto ben tornato a Faenza; primo allenamento il giorno della firma.. com’è andata?

Molto bene! Alfio mi ha già consegnato fogli e fogli di schemi da imparare, partiamo bene!

Ritrovi diversi compagni di giovanili e degli anni passati: tutti stimoli o qualche pressione in più??

Nessuna pressione, il fatto che conosca buona parte del gruppo aiuterà il mio inserimento in spogliatoio. Conosco il loro potenziale, se ci divertiamo insieme potremmo toglierci belle soddisfazioni.

Arrivi in una squadra che con poco di più sarebbe stata in piani migliori in una classifica comunque corta: il tuo grido di battaglia per il girone di ritorno?

Dobbiamo dare quel qualcosina in più che ci è mancato, e per fare questo dobbiamo lavorare tanto in allenamento. Testa bassa e pedalare!

Ricordati che il primo canestro va dedicato agli ultrà: vuoi dire qualcosa anche a loro?

Il sostegno degli ultrà sarà fondamentale per dare una spinta ai giocatori in campo. Speriamo sia il primo canestro di tanti!

Vuoi aggiungere qualcosa?

Lavorerò sodo per tornare in piena condizione e non vedo l’ora di iniziare questa avventura in questa nuova famiglia!

Benvenuto in famiglia, e adesso.. Vamos!!