SERIE A2: A CAMPOBASSO IL CUORE NON BASTA

Faenza lotta fino all’overtime ma la spunta Campobasso

 

Il match clou della nona giornata vede scendere l’INFINITY BIO in Molise, Per la sfida contro Campobasso imbattuto dopo otto giornate. La sfida è molto sentita dal folto e caldo pubblico presente, ma le nostre ragazze non si fanno intimorire e partono subito bene. Anche perché Ciavarella dopo tre minuti è costretta a scendere con due falli.

Per le padrone di casa salgono alla ribalta allora Bove e Marangoni che invertono il mini break e allungano sulle faentine, colpendo specialmente dalla distanza. Ma anche ben coadiuvate dalla lituana Zelnyte che ben si disimpegna nell’area pitturata

Il primo quarto si chiude 24 a 18, ma nel secondo quarto si palesano ancor di più le difficoltà delle nostre a ricucire lo strappo. Troppe palle perse (alla fine saranno ben 22 ) e scarsa lucidità  al tiro consentono alle padrone di casa di arrivare all intervallo con il punteggio  di 47-35

Troppe giocatrici faentine sembrano intimorite e poco reattive, anche in difesa, dove vengono concessi tiri troppo facili e piazzati, tanto che a pochi minuti dalla fine del terzo quarto il tabellone impietoso indica 65-44 per i locali.

Qui c’è la svolta, perché Campobasso si rilassa troppo ed iniziano a salire in cattedra Morsiani e Preskienyte, che ben supportate dalla freschezza di Franceschini e dalle penetrazioni di Ballardini, gradualmente riducono il divario.

Campobasso si ritrova con problemi di falli. Out Bove e Zelnyte, le compagne si intimoriscono e si disuniscono soprattutto in difesa, mandando speso ai liberi le nostre

Gli ultimi due minuti sono vietati ai deboli di cuore. Faenza va in lunetta con un ottimo 8/10, mentre CB con 0/6 ci consente di arrivare  50 secondi a meno tre.

Licia sbaglia un facile appoggio in contropiede, sul ribaltamento,  Faenza conquista il rimbalzo con ancora 24 secondi da giocare ed un possesso.

Sul più tre per CB tutti si aspettano il fallo tattico per mandare in lunetta le ospiti, ma i secondi passano e quindi Simona decide di risolverla a modo suo. Tripla del pareggio sulla sirena e pubblico ammutolito.

Supplementare inaspettato dopo una partita di rincorsa, ma sicuramente meritato. Le nostre appaiono rinfrancate dall’impresa, ed infatti partono subito forte. Peccato che dall’altra parte rientra Ciavarella, ben riposata dopo il problema dei falli, e fa capire subito che questa partita la vuole vincere lei. Con nove punti nel supplementare ribalta nuovamente l’inerzia del match e conduce caparbiamente la sua squadra alla nona (soffertissima) vittoria consecutiva.

Per Faenza resta il rammarico per aver giocato male i primi 27/28 minuti di gioco. Ma rimane la consapevolezza di aver giocato alla pari contro una gran bella squadra, e di meritare assolutamente l’ottima posizione che occupa

Da sottolineare Morsiani con 25 punti , Preskienyte con 22, e l’eterna Ballardini con 23 punti e 45 minuti giocati. Nonché l ottimo impatto sul match della giovanissima Franceschini.

Ecco i tabellini :

http://www.legabasketfemminile.it/MatchStats.aspx?ID=218&MID=38798