CAMPIONATO CSI: VITTORIA FACILE SU ORATORIO MURIALDO, 78 A 14!

img-20161221-wa0031

Ottima prova per la squadra CSI, anche se è evidente la differenza abissale fra le due formazioni. Infatti tra le file ospiti erano in campo anche alcuni 2005.

Rimane però la buona prestazione e l’ottimo allenamento per i nostri ragazzi, minuti di gioco importanti per tutti che contribuiscono in modo importante alla crescita di ognuno di loro.

Prendono infatti confidenza col canestro anche gli ultimi arrivati, con Marcello Isola miglior marcatore e tutti i compagni a referto con almeno un canestro.

Bravi quindi anche i coach a gestire la squadra, e a dare con tutto il gruppo il giusto significato a questa esperienza, che ricordiamo aver intrapreso per dare minutaggio ai meno esperti, consentendo lori di acquisire la sicurezza necessaria per scendere in campo sereni e divertirsi anche nelle partite più complicate.

Avanti cosi e carichi per le prossime sfide, che saranno meno scontate ma sempre alla nostra portata se scenderemo in campo con la giusta grinta! VAMOSSSSSSSSSS!!!!!!

Tabellini: Atfane 16, Castellani 4, Isola 18, Bonacci E. 9, Baccarini 7, Ravaioli 2, Bonacci G. 8, Goni 4, Fabbri 8, Leonardi 2

photo

UNDER 13 PERFETTA, VINCE 77 A 39 SU LUGO WHITE!!

aaaa

Un altra prestazione da 10 e lode regala la vittoria su Lugo White ai ragazzi di Saragoni.
La classifica descrive una certa differenza fra le due squadre, ma sappiamo che mai nulla è scontato e sappiamo che le squadre allenate da Chicco Valli non mollano mai.
Infatti così è stato, con gli ospiti che han provato in tutti i modi a contenerci, ma senza poter far nulla di efficace.
La partita è descritta nei parziali: nei primi 10 minuti abbiamo messo in cassaforte il risultato col nostro gioco migliore: precisione in attacco grazie ad azioni corali e ottime idee, difesa asfissiante che a lunghi tratti ha impedito agli ospiti di superare la metà campo. Quasi tutte le palle recuperate sono andate poi a referto, creando il divario di 20 punti.
Secondo quarto con rotazione totale della panchina, ma rimaniamo superiori e il divario aumenta a dimostrazione delle qualità di tutti i giocatori del gruppo.
Dopo la pausa la musica non cambia, continuiamo a segnare il doppio degli avversari e quando la difesa si alza non c’è ossigeno per i lughesi che pian piano cedono definitivamente.
Arrivano gli ultimi 10 minuti e Lugo mette ancora il cuore in campo, ammirevole, mentre noi appagati dal risultato allentiamo un po’ la presa, segnando meno e lasciando qualche tiro in piu. Negli ultimi minuti tocca il campo fra i lughesi anche Martini, infortunato che sicuramente avrebbe portato un po’ di fiducia fra i suoi compagni.
Per Saragoni ennesima conferma del buon lavoro che sta portando avanti, con quasi tutti i ragazzi a referto e ottimo contributo anche da parte dei meno utilizzati.
Complimenti a tutti !!

Tabellini: Capucci 20, Ragazzini 10, Monteventi 8, Tverdohleb 11, Carugati 6, Berdondini 2, Atfane 8, Bulzacca 2, Baccarini 6, Castellani 4, Fattorini, Melandri
Parziali: 28-4 19-11 22-9 8-15

PROMOZIONE SHOW: VITTORIA DI 9 IN CASA DELLA TERZA IN CLASSIFICA!!

bbbb

ALTRA GRANDISSIMA PROVA DEI RAGAZZI DI SARAGONI, CHE ESPUGNANO IL CAMPO DI BELLARIA CON UNA PARTITA DI ALTISSIMO LIVELLO!!

Se due indizi fanno un sospetto e tre fanno una prova, si può davvero gioire, perché la vittoria di ieri sera contro PGS Bellaria, terza forza del campionato e imbattuta in casa dal gennaio 2016, è frutto di una gara quasi perfetta da parte di tutti, e di una nuova consapevolezza che ci ha fatto rimanere tranquilli anche sul meno 12.

Tutti i ragazzi sono scesi in campo dimostrando di volere combattere dal primo al 40esimo e così è stato, concedendo agli avversari pochissimi tiri facili, perdendo poche palle e recuperandone alcune importantissime, anche le poche perse sono state tutte ben utilizzate dai padroni di casa, che addirittura segnano da metà campo sulla sirena del ventesimo con una palla rapinata a Troni, non certo facile da scippare.

La partita inizia veloce, con gli attacchi più attivi delle difese, che portano 19 punti a Bellaria e ben 23 a Faenza, con Troni e Santo subito efficaci, supportati da un ottimo gioco di squadra. per i locali, Ascari e Gianasi guidano le manovre.

Secondo quarto, musica nuova: PGS legge meglio ogni situazione, ci limita, e si porta avanti di 5/6 punti grazie a 3 triple di Benfenati micidiale. Noi rimaniamo attaccati grazie ai punti di Santo e Morsiani, fino agli ultimi due minuti, dove con due palle perse incredibili mandiamo gli avversari sul più 10 a fil di sirena con un tiro da metà campo di Finessi che tocca solo il cotone.

Tutti increduli per quei 100 secondi che sembrano aver chiuso i discorsi, perché la sensazione è quella di aver perso le redini; Durante il riposo invece ci concentriamo sul fatto che siamo sotto di 10 contro una grande squadra solo per qualche nostro errore e non per demeriti o situazioni incolmabili; si torna in campo con la stessa voglia del primo minuto, si corre, la palla gira veloce e il pubblico faentino spinge dalla tribuna. Ci credono tutti, e dal meno 12 pian piano si ricuce il divario, con Troni al servizio della squadra e i soliti Mosiani e Santo che fanno quel che vogliono in area, Catani e Dal Monte immarcabili. N

Nasce cosi un terzo quarto da manuale del basket, con la difesa che lavora come una macchina perfetta e concede solo 16 punti all’armata Bellaria, spinta ancora da Gianasi e Ascari, ma ne mette a segno ben 27 con percentuali impressionanti e scelte sempre perfette. Santo assolutamente immarcabile.

Inizia l’ultimo quarto con Faenza a più uno. Sembrerebbe gia un successo, ma non ci si accontenta più. Ora l’inerzia è in mano nostra e Bellaria prova a reagire; lo fa però in maniera confusa perché noi continuiamo a non lasciare spazio a nessuno, le conclusioni bolognesi risultano forzate e la palla inizia a pesare. Da parte nostra l’esperienza di capitan Morsiani porta serenità come anche il gioco che continua a produrre punti con assist e appoggi comodi: piano piano il vantaggio aumenta, di uno, di due, di tre… i padroni di casa non segnano più, noi iniziamo a rallentare il gioco e gli ultimi due minuti sono una formalità perché ormai tutti hanno capito l’epilogo della sfida. Altro quarto aggiudicato, e punteggio fissato a più 9.

Sembra la solita retorica da minibasket doversi complimentare con tutti, ma fa lo stesso: anche stavolta non c’è nessuno che non meriti elogi perché senza una prova perfetta di quadra non si sarebbe arrivati a questo risultato, su un campo inviolato da 13 mesi, lo ricordiamo, e ricordiamo anche che Bellaria non subiva un punteggio cosi alto da ottobre 2013.

Godiamoci anche le statistiche!!

Domenica Prossima al Pala Bubani arriva la prima della classe: VI VOGLIAMO TUTTI PRESENTI PER TENTARE L’IMPRESA!!!

RICORDIAMO INOLTRE CHE LA GIORNATA DI DOMENICA 26 INIZIA ALLE 14 CON LA FESTA DI CARNEVALE DI SCUOLA BASKET FAENZA, CON TRUCCABIMBI, GARE, SFILATE, DIVERTIMENTO PER TUTTI I BAMBINI; LA FESTA SI CONCLUDERA’ CON LA MERENDA PER I RAGAZZI E A SEGUIRE LA PARTITA DI SERIE B FEMMINILE, DALLE 18.

ALLE 20.30, ULTIMO APPUNTAMNTO DELLA GIORNATA CON LA NOSTRA PARTITA. QUINDI SE QUALCUNO VI CERCA, DITE CHE SIETE AL BUBANI DALLE 14 ALLE 22 PER L’EVENTO SPORTIVO DEL MESE!!

tabellini

Bellaria: Ascari 16, Gianasi 10, Cottani 2, Scarenzi (C), Murgia, Benfenati 15, Franzion 3, Masi 11, Finessi 7, Traietta, Fontana 5. all. Bertuzzi

Faenza: Troni 12, Santo 29, Casali 2, Dal Monte 5, Catani 11, Caroli, Pantani 4, Morsiani 15, Ghetti, Fabbri. All. Saragoni

Parziali: 19/23 25/11 16/27 9/17 Progressivo 19/23 44/34 60/61 69/78

Arbitri: Ruggeri e Krewich

 

UN’ALTRA GRANDE VITTORIA PER LA PROMO: 75 A 66 SU MASSA LOMBARDA E 7° POSTO CONSOLIDATO

20170212_220620

 

Altra grande vittoria di squadra per i boys di Saragoni, che si impongono su Massa, mai arresa, solo sul finale.

Ogni sfida di questo finale di campionato è delicata, si sa, ma dopo la vittoria al Ruggi lo spirito si è alzato, sappiamo qualcosa in più e lo dimostriamo, portando a casa un risultato con un + nove che ci porta in vantaggio anche nella differenza canestri.

Fra i faentini assenti Bombardini (infortunio) e Pantani (appena diventato papà, ancora congratulazioni), il reparto lunghi è affidato alla coppia Morsiani/Santo, e quest’ultimo si confermerà anche stavolta miglior rimbalzista del match (15), chiudendo inoltre la partita a 0 falli nonostante la buona difesa, a dimostrazione dell’attenzione messa in campo per preservarsi.

La partita: Faenza parte forte, spinta da una tribuna a dir poco affollata, e i 5 in campo sono esplosivi dal primo secondo: Casali apre le marcature con due liberi, seguono Santo e Troni, ai quali aggiungiamo 2 punti di Morsiani e la tripla di Catani per chiudere il quarto a 19, con Massa ferma a quota 6 con Asioli  e Rivola.

Verrebbe voglia di festeggiare, ma siamo al 10° e non è il caso, soprattutto perché Massa si organizza subito e capitan Rivola inizia lo show, con 2 canestri e 2 triple risponde al quintetto Faentino, tutto a bersaglio, con Fabbri e Dal Monte che in campo mordono davvero, e Morsiani sempre preciso. 17 pari il secondo parziale.

Si rientra dalla pausa lunga, Massa deve provarci, lo fa e ci riesce anche: velocità, precisione e buone idee, la difesa che contrasta bene il nostro gioco, e il recupero è servito: noi ne facciamo 15 con la solita coralità, ma gli ospiti ne mettono 22, accendendo i 30 tifosi al seguito, e gettando le basi per un ultimo periodo da inferno, perché 6 punti di vantaggio non sono mai una tranquillità, ma lo sono ancora meno contro una squadra che si accende nel finale.

Inizia l’ultimo quarto, Santo risponde a Rivola, poi arriva la Tripla pesantissima di Morsiani che sembra dire qualcosa. I massessi si innervosiscono, commettono falli, la panchina parla troppo e viene punita: tanti giri in lunetta per noi, ma Santo, sempre infallibile, fa 0/4, ai quali seguono altri 3 errori; Buttiamo via 7 punti che sembrano oro, ma non perdiamo lucidità. Massa rimane attaccata e arriva a meno 4, ma continua ad essere nervosa e non riesce a contrastarci nonostante le alte percentuali dell’ultimo quarto, chiuso 24 a 21 per noi, che decreta il più 9 finale, figlio delle ultime azioni tutte concretizzate da Villa e Santo che ne fan 4 dalla lunetta e dagli ultimi 3 punti di Troni.

Il merito più grande degli ospiti è stato sicuramente il crederci fino alla fine, il nostro di non aver mai concesso un vantaggio durante i 40 minuti, nemmeno nelle fasi dove tutto girava bene per la squadra di Borghi.

Con questa vittoria rimaniamo settimi in campionato, penultima posizione play-off in compagnia di Castel San Pietro che ha battuto Tatanka e con la quarta vittoria in altrettante gare dopo i rinforzi di gennaio si conferma la squadra più in forma.

Sabato tutti a Bologna per una trasferta insidiosa in casa di Bellaria, terza forza del girone, sperando di recuperare Bombardini e Troni con gamba dolorante per una caduta.

Antipatico il calcio inferto a Troni da Rivola al posto della stretta di mano durante i saluti finali.

Tabellini

Faenza: Troni 11, Santo 15, Casali 11, Capelli 5, Dal Monte 5, Catani 3, Caroli, Polloni 2, Morsiani 17 (K), Ghetti, Villa 4, Fabbri 2. All. Saragoni  Ass.Vespignani

Massa Lombarda: Berardi L. 4, Berardi R. 2, Asioli M. 16, Cellarosa 9, Marchetti, Pinardi 5, Rivola (K) 20, Asioli G.M. 7, Valenti, Poletti, Minghetti, Bertini. All.Borghi

Arbitri: Ferrini e Graziani

 

IN BOCCA AL LUPO A TVERDOHLEB E RAGAZZINI, E GRAZIE ALLA S.G. FORTITUDO BOLOGNA!

try

Senza nascondere l’emozione, che poi è il bello del gioco, facciamo il nostro in bocca al lupo ad Egor e Nico che domani sera parteciperanno all’allenamento della S.G. Fortitudo, squadra under 13 che milita nel campionato Élite.

E’ il giusto premio, speriamo il primo di tanti, per l’impegno, la passione e il sacrificio sempre dimostrato in palestra. IL LAVORO PAGA, questa ne è la prova più bella e sincera.

Complimenti ragazzi, complimenti alle famiglie che vi supportano, (o sopportano 😉 ) e naturalmente complimenti agli istruttori e allenatori che in questi anni vi hanno fatto crescere e maturare.

Ricordate che qualunque cosa accada da domani in poi, questa opportunità deve essere una partenza, e non un traguardo.

In bocca al lupo dalla vostra Società e come sempre… VAMOS!