INFINITYBIO, CLAMOROSA STECCATA CASALINGA

FAENZA 51 – 56 UMBERTIDE

Partita brutta, forse mal gestita quella andata in scena ieri al Bubani. Faenza dimostra in pochi minuti una certa supremazia, e senza inventare nulla allunga sul piu’ 12 un paio di volte.
Quintetto base a riposo e Umbertide recupera sfruttando il calo di intensità, prende fiducia e  si avvicina.
E questo ci costerà i due punti in campionato, perché quel vantaggio morale visto nel primo quarto non ritorna più, anzi, sono le ospiti ad approfittare della nostra leggerezza nel non chiudere il match quando tutto girava bene.
La partita prosegue con le avversarie che si avvicinano grazie a tante palle perse e a una difesa costretta più volte al fallo.Siamo in bambola.. Come si diceva una volta, e come diciamo oggi, chi recupera e sorpassa ha in mano l’inerzia del match.

Così succede anche questa volta: entra Ballardini ma nemmeno lei fa meglio delle compagne, inserendosi in un gioco confuso e partecipando ad una difesa che rincorre senza mai un vantaggio. E’ cosi che si vanificano anche le cose buone fatte durante tre quarti soporiferi, giocati coi tempi dettati da Umbertide.

Morsiani devastante nel primo quarto viene limitata sapientemente.
Soglia più volte stoppata, più o meno regolarmente, dalla sua pariruolo, sporca una prestazione comunque da 12 punti.
A parte una tripla di Moriconi non ci sono botte di vita.

Passano i minuti, solo Schwienbacher ruggisce, e nonostante i timidi tentativi faentini, Umbertide amministra e allunga di qualche punto nell’ultimo minuto che lasciamo passare senza far nulla di particolare per  tentare il recupero.

clicca qui per tabellini e statistiche complete dell’incontro.