IL DERBY DELLE NEOPROMOSSE E’ DI FAENZA! SBANCATA ROMA!

Importante vittoria esterna per l’infinityBio

Partita combattutissima quella di ieri sera al Pamphili Village, caratterizzata da continui break e contro break. Faenza parte bene e piazza il primo 5 – 0 con il duo Franceschelli e Morsiani portandosi fino a più sei sul punteggio di 15 a 9. La squadra di casa con un basket molto aggressivo fatto di continui raddoppi sui portatori di palla, reagisce e trascinata dalle bombe di Pompei (3/3 dall’arco) mettono a segno un break di 10 a 0 che permette alla squadra Romana di vincere il primo quarto per 19 a 15. Anche l’inizio del secondo quarto vede il San Raffaele condurre le danze fino al massimo vantaggio di 26 a 17. Sul meno 9 entra in campo Ballardini fino a quel momento relegata in panchina e come spesso capita suona la carica per le Faentine. Il contro parziale e di quelli importanti 21 a 6 e si arriva all’intervallo lungo con Faenza in vantaggio per 38 a 32.

La partita rimane in equilibrio con un terzo quarto molto combattuto, con Prosperi (13 punti) a trascinare Roma e Soglia (10 punti) a trascinare Faenza. Il quarto lo vince il San Raffaele per 21 a 18 e si arriva all’inizio dell’ultimo periodo con l’InfinityBio avanti di soli tre punti sul punteggio di 56 a 53.

Ma è proprio nell’ultimo periodo che Faenza mette in campo tutte le energie rimaste, contro un San Raffaele evidentemente più stanco. Riusciamo a segnare con continuità con tutte le giocatrici ma soprattutto con Soglia ieri praticamente perfetta dal campo con 10/10 da due e 5/5 ai liberi che gli valgono il ruolo di MVP con 25 punti finale.

Il quarto lo vince Faenza con un perentorio 24 a 14 che valgono il più 13 finale che fissano il punteggio sul 80 a 67.

Vittoria importantissima che confermano la squadra Manfreda al 5 posto, il prossimo turno saremo a riposo per poi tornare ancora in trasferta ad Orvieto.

Questi i tabellini della partita

http://www.legabasketfemminile.it/MatchStats.aspx?ID=179&MID=33776

Per le foto ringraziamo Federico Rossini e le trovate a questo link : https://www.flickr.com/photos/basketinside/sets/72157689888116184/

NON MOLLIAMO MAI: IMPRESA SFIORATA A VALDARNO!

Processed with MOLDIV

L’InfinityBio cede solo all’ultimo secondo.

Grande prova delle nostre ragazze in trasferta contro la capolista RR Retail Galli Bk S.G.Valdarno. Le padrone di casa partono forte mettendo subito un parziale di 6 a 0, ma Faenza  risponde con un contro break di 7-0 per l’unico vantaggio della serata. Le toscane, trascinate dalla solita Iannucci, riallungano il passo, concedendo pochissimo alle manfrede. Il primo quarto di grande sofferenza lo vince Valdarno con il parziale di 23 a 18,  con la tripla finale di Minichino da oltre la metà campo stile NBA, che ridà carica alla nostra formazione.

Nel secondo quarto continuiamo a segnare con regolarità, ma in difesa concediamo troppo, con l’ex Sarni che si affianca a Iannucci nel bruciare la nostra retina. Un Fallo Antisportivo fischiato a Minichino sembra tagliare le gambe e lo spirito delle nostre ragazze, ed infatti il parziale 32 a 18 a favore delle Toscane è pesante ed impietoso e ci porta sotto di 19 punti all’intervallo.

Ad inizio terzo tocchiamo lo svantaggio massimo di 21 punti, ma qualcosa negli spogliatoi deve essere successo, la squadra non molla e trascinata da Ballardini inizia la rimonta. Vinciamo il terzo quarto per 24 a 20, che ci da morale per iniziare fortissimo anche l’ultimo parziale, tornando a segnare con continuità e difendendo molto più forte.  Valdarno sembra aver finito la benzina, Iannucci gioca con il freno a mano caricata di 4 falli, lo svantaggio si assottiglia sempre di più e gli ultimi tre minuti sono appassionanti. A 24 secondi dalla fine Coraducci mette la tripla della parità sul 85 pari. Gli ultimi secondi sono da cardiopalma, sulla rimessa Valdarno sbaglia la conclusione, ma riesce a prendere il rimbalzo rocambolesco con Sarni e mette i due punti decisivi. Mancano sette decimi e proviamo a rimettere nella metà campo avversaria, l’ultimo tiro tocca a Lucia Morsiani, che ben marcata, non trova purtroppo la retina per un pareggio che sarebbe stato comunque meritato.

Torniamo a casa con l’amaro in bocca, ma con la consapevolezza che in questo campionato con il giusto atteggiamento possiamo  giocarcela con tutti.

Il maggior rammarico è dovuto alle percentuali dei tiri liberi. In partite così equilibrate ogni dettaglio può essere decisivo. Abbiamo tirato lo stesso numero di liberi, le Toscane hanno fatto 25/31 mentre noi 19/31.

Qui trovate i tabellini della partita.

http://www.legabasketfemminile.it/MatchStats.aspx?ID=179&MID=33771

 

25 NOVEMBRE, GIORNATA MONDIALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE #NONUNADIPIU’

Ringraziamo TeleRomagna e la trasmissione Panorama Basket che ci ha coinvolto in questa puntata dove si è parlato delle origini del basket in Italia, che a differenza di quello che si può pensare, è nato proprio grazie ad una Donna. Nel lontano 1907 a Siena la signorina Ida Nomi Venerosi Pesciolini, dopo aver tradotto il regolamento di Naismith ed essersi fatta un’idea sommaria del nuovo sport, ne insegna i principi di base alle giovanissime allieve della Mens Sana in Corpore Sano.

Si è voluto ricordare questa storia perché siamo ormai prossimi al 25 Novembre giornata mondiale della lotta contro la violenza sulle donne.

Nel corso della puntata è stato trasmesso un video messaggio girato dalle nostre ragazze per l’occasione.

Faenza Basket Project dice : STOP ALLA VIOLENZA SULLE DONNE #NON UNA DI PIU’

DAVANTI AL SUO GRANDE PUBBLICO L’INFINITYBIO CALA IL TRIS!

A suon di triple Coraducci trascina Faenza.

Sapevamo bene che la partita di oggi sarebbe stata durissima e così è stata.

La FeBa mette in campo fin da subito il suo marchio di fabbrica con un gioco fatto di ritmo e continui uno contro uno che mettono in difficoltà le padroni di casa.

Nel primo quarto sono Ballardini e Soglia che cercano di mantenere il contatto ma Faenza chiude sotto di sei lunghezze sul parziale di 13 a 19.

Anche nel secondo quarto il copione non cambia, la squadra di casa litiga con il canestro e in difesa fatica non poco a contenere la velocità delle Marchigiane che vincono anche il secondo parziale per 12 a 11 dopo essere state in vantaggio anche di 12 lunghezze , riprese solo sul finale dalla prima tripla di Coraducci.

Quello della guardia Faentina è il primo squillo che segnerà la rimonta. Infatti è nel terzo quarto che Faenza sale al comando. Pronti via ancora Coraducci da tre e Morsiani da due firmano il parziale di cinque a zero che riporta Faenza sul 29 a 31. La FeBa reagisce prontamente e piazza un mini break di quattro a zero. La partita sale di intensità e ci pensa ancora Ballardini a ricucire lo svantaggio e firmare il pareggio sul 36 pari. Sulla scia dell’entusiasmo Faenza continua a segnare con le triple di Coraducci e il terzo tempo si chiude con il parziale di 18 a 5 che porta al comando Faenza sul punteggio di 42 a 36.

Ad inizio ultimo quarto il vantaggio sale a undici lunghezze sul 47 a 36 che conclude un break di 16 a 0 per Faenza che suona come una sentenza. Ma ancora una volta la FeBa dimostra di aver un gran carattere e con un parziale di 6 a 0 prova a rientrare. A fermare il tentativo di rimonta è ancora Coraducci che con la quinta tripla della partita respinge l’ultimo assalto. Faenza si aggiudica l’ultimo quarto per 12 a 11 e chiude con il risultato finale di 54 a 47.

In casa Faenza da segnalare le ottime prestazioni di Coraducci miglior realizzatrice con 15 punti con 5/10 da tre, 2 assist e 4 rimbalzi, Ballardini 12 punti con 5/8 da due, 2 assist e 11 rimbalzi e Soglia con 9 punti e 13 rimbalzi.

Con questa vittoria Faenza mantiene il quinto posto in campionato.

Adesso ci aspetta un periodo molto difficile fatto di tre trasferte consecutive e la pausa, che ci terrano lontano dal Bubani per un mese.

Questi i tabellini :

Faenza : Franceschelli 4, Schwienbacher 2, Coraducci 15, Morsiani L. 10, Tridello, Ballardini 12, Caccoli, Moriconi, Soglia 9, Minichino 2, Bornazzini ne, Morsiani D. ne.

 

Civitanova Marche : Orsili 4, Rosier 7, Paoletti ne, Perini 9, Bocola 4, Mataloni 16, Trobbiani, Marinelli, Stronati ne, Pelliccetti ne, Ceccarelli 7.