COPPA ITALIA : FAENZA VINCE E SI CONFERMA BESTIA NERA PER ALPO !

 

Per il girone Sud, solo Faenza accede alle semifinali.

Nella prima giornata di Final Eight di Coppa è stato il girone Nord a farla da padrone con le nette affermazioni di Costa Masnaga vittoriosa per 72 a 57 contro La Spezia, e Crema per 75 a 61 contro Palermo. Per finire con la sorpresa di giornata con Moncalieri che ha sconfitto le padrone di casa di Campobasso per 69 a 61.

Solo Faenza per il girone Sud è riuscita a rovesciare i pronostici vincendo nuovamente, dopo la finale di Playoff dello scorso anno, contro la corazzata Alpo che con 42 punti e solo tre sconfitte stagionali sta guidando la classifica del girone Nord.

E’ stato un mese di Marzo molto difficile, pieno di scontri diretti, dove per diversi motivi, principalmente legati a problemi fisici delle nostre giocatrici, ci hanno visto perdere, soffrire, ma come spesso capita è  proprio in questi momenti che se la squadra ha gli attributi, si compatta e reagisce.

Ieva è tornata e insieme a Lei è tornata l’InfinityBio. La partita di ieri sera è stata praticamente perfetta, frutto di una difesa che per 40 minuti ha soffocato le Veronesi incapaci soprattutto nel terzo e quarto periodo di fare canestro.

Questo ha permesso di attaccare con maggiore fiducia, e trascinate da una Preskienite sontuosa è una Policari on fire 🔥, abbiamo vinto tutti i parziali raggiungendo il massimo vantaggio di 22 lunghezze sul 68 a 46 nel corso dell’ultimo quarto.

E stata una vittoria di squadra dove tutte hanno lottato come delle gladiatrici e quando alla fine della partita al Pala Vazzieri i tifosi e le giocatrici hanno intonato il classico inno Romagnolo, “Romagna Mia” è stata l’apoteosi.

Questi i tabellini :

http://www.legabasketfemminile.it/MatchStats.aspx?ID=231&MID=42517

 

SERIE A2: FAENZA FERMA LA CAPOLISTA !

Con una grande prova di squadra Faenza torna alla vittoria.

Dopo le ultime sconfitte casalinghe contro La Spezia e Palermo, e il derby perso in trasferta contro il Progresso, Faenza aveva bisogno di una grande prova per tornare alla vittoria contro la prima della classe.

Faenza si presenta finalmente con il roster al completo avendo recuperato pienamente anche Preskienyte. L’inizio di partita non è però dei più promettenti. La squadra gioca bene in difesa ma in attacco proprio non gira e così dopo il primo canestro dell’incontro segnato da  Ciavarella a cui risponde proprio Preskienyte, non riusciamo più a segnare e Campobasso è brava a piazzare un break terrificante di 10 punti. A metà primo quarto il punteggio è di 2 a 12. Ma Faenza non si scompone, continua a difendere forte concedendo solo due punti nei secondi cinque minuti, e punto su punto prova a rientrare. Nei secondi finali dalla lunetta prima Meschi poi Preskienyte riportano le padrone di casa fino al -2 e il quarto si chiude sul 12 a 14 per le ospiti.

In apertura di secondo quarto è una bomba di Di Gregorio che risuona la carica per le Molisane. Esce Ballardini ed entra Policari che diventerà un fattore importante per la partita. E’ proprio lei che a metà periodo piazza la bomba che vale il -2 sul 17 a 19, ma per le ospiti è ancora Di Gregorio che risponde piazzando un break di 5 a 0 che riporta Campobasso in vantaggio per 24 a 17 a quattro minuti dal termine. Ma come successo nel primo quarto, Campobasso nei secondi cinque minuti segna pochissimo, solo 3 punti, mentre Faenza trascinata da Morsiani  ne segna ben 12. Con il canestro di Schwienbacher, Faenza  passa in vantaggio per 25 a 24 e fa letteralmente impazzire il PalaBubani ancora una volta sesto giocatore in campo. L’ultimo canestro del quarto lo segna Policari che permette a Faenza di andare negli spogliatoi sul parziale di 29 a 25.

Inizio terzo quarto vede salire sugli scudi Policari alla sua miglior partita in maglia InfinityBio segnando due triple consecutive e un canestro da dentro l’area che fa volare Faenza sul +10 sul parziale di 37 a 27. Per La Molisana risponde prima Zelnyte che mette a segno due triple consecutive poi Marangoni da due, che riportano Campobasso fino al -4. Morsiani e Soglia  riallungano e riportano Faenza nuovamente a +10 sul 45 a 35 a quattro minuti dal termine. Nel finale con una bomba allo scadere dei ventiquattro secondi è Reani che riporta sotto Campobasso sul -3. Nell’ultima azione del quarto Ballardini penetra e scarica per capitan Caccoli che dalla sua mattonella ne mette due che valgono il +5 sul 47 a 42 che chiude il terzo tempo.

Nonostante i ritmi alti le due squadre continuano a spingere e nessuna delle due vuole cedere. Dopo cinque minuti giocati Faenza è sempre avanti di 5 punti sul 56 a 51. Ci provano Morsiani e Preskienyte a dare lo strappo decisivo riportando Faenza sul +9, poi sempre Policari appena entrata in campo piazza la tripla che vale il 63 a 52 a poco più di due minuti dal termine. Campobasso accusa il colpo, chiama un timeout ma ormai l’inerzia della partita e tutta per le padrone di casa. A un minuto dal termine sul canestro di Schwienbacher Faenza tocca il massimo vantaggio di 13 punti. La partita si chiude sul canestro in contropiede di Porcu che fissa il risultato finale sul 69 a 59 per Faenza.

Vittoria molto importante sia per la classifica ma soprattutto per il morale che ci permette di affrontare la final eight di Coppa Italia con lo spirito giusto.

Ottime le rotazioni che hanno dato a tutte le giocatrici minuti importanti, permettendo ad ognuna di portare il proprio contributo.

Da segnalare le prestazioni di Policari miglior realizzatrice con 16 punti (2/2 da due e 4/5 da tre), Preskienyte finalmente ristabilita che mette a referto 10 punti e 12 rimbalzi e la solita Morsiani che chiude con 14 punti e 10 rimbalzi.

Questi i tabellini :

http://www.legabasketfemminile.it/MatchStats.aspx?ID=218&MID=38918&rg=

 

Interviste a Coach Sabatelli Domenico :

Intervista a Elisa Policari :

 

 

SERIE A2 : IL DERBY E’ DEL PROGRESSO

 

Un inizio troppo passivo condanna l’InfinityBio

Prosegue il ciclo terribile di Infinity Bio, che si trova ad incrociare le prime quattro della classe in un mese. Stavolta tocca al derby Emiliano Romagnolo contro il Progresso Bologna, che dopo lo scossone del cambio/non cambio allenatore, sembra avere ritrovato gli equilibri e la forza dello scorso campionato, mentre le faentine devono riscattare il ko interno della settimana scorsa contro Palermo

La partita inizia tesa e nervosa da entrambe le squadre, e si prosegue con un sostanziale equilibrio fino al 8-6 per Bologna. Poi D’Alie decide di innescare l’artiglieria pesante sua e delle compagne, e con un parziale di 12-3 inizia ad indirizzare la partita verso un binario favorevole alle rossoblù. Il quarto si chiude 20-11, con una tripla sulla sirena che galvanizza il pubblico felsineo. Le nostre ragazze faticano a trovare le contromisure, si appoggiano alla difesa a zona, ma è in attacco che si fa una fatica terribile a trovare soluzioni facili ed efficaci. A metà secondo quarto il tabellone impietosamente recita 35-19 per Nannucci e compagne, mentre Faenza sembra avere poca forza per risollevarsi. Morsiani e Franceschelli cercano di ricucire lo strappo, ma un’altra ferale tripla sulla sirena dell’intervallo lungo porta nuovamente il vantaggio a più 19 per Bologna (47-28).

La sosta prova a riportare serenità nelle nostre ragazze, tanto che con una difesa più accorta ed un attacco un po’ più incisivo, riusciamo ad arrivare fino al 59-46 con ancora 13 minuti da giocare. Ora anche Bologna accusa un po’ di stanchezza, ed il quarto si chiude 64-51. Ora il folto pubblico manfredo inizia a crederci, vede le ragazze più convinte ed continua ad incitare ancora più forte.

Sarebbe il momento giusto per tornare a leggere la targa delle avversarie, che rimangono a secco per diversi minuti, ma qualche palla persa di troppo non ci consente di riavvicinarci abbastanza per impensierire la squadra di coach Giroldi, che così agevolmente porta a casa la vittoria per 76-60.

Per Infinity Bio una battuta d’arresto importante, ma che non deve fare perdere serenità e forza, anche e soprattutto in vista del fondamentale incontro casalingo di sabato prossimo contro la capolista Campobasso. In quell’occasione servirà veramente tutto il calore e l’apporto del meraviglioso pubblico faentino.

Per Faenza, Morsiani 18 e 11 rimbalzi, Ballardini 15+6, per Bologna, D’Alie 18 punti, Tassinari 14.

 Tabellini : 

http://www.legabasketfemminile.it/MatchStats.aspx?ID=218&MID=38910

SERIE A2: AL FOTOFINISH VINCE PALERMO !

Palermo si prende la rivincita e ribalta la differenza canestri.

Seconda sconfitta casalinga consecutiva per l’InfinityBio che dopo La Spezia deve cedere anche contro Palermo. Le difficoltà vissute in settimana, con diverse giocatrici ferme ai box per acciacchi fisici, hanno condizionato non poco la preparazione della partita. Nonostante tutto però le nostre ragazze hanno stretto i denti, e tutte hanno cercato di dare quello che la condizione fisica gli ha consentito.

L’inizio partita è tutto di Palermo che inizia forte e piazza subito un break di 6 a 0. Faenza fatica a trovare soluzioni in attacco e come spesso accade è Ballardini che prova a suonare la carica piazzando due triple consecutive seguita a ruota da Morsiani con un tiro da 2 che ribaltano il risultato. Ma Faenza non riesce a trovare continuità in attacco, e sul finale è ancora la formazione ospite, trascinata da Manzotti e Cupido, a prendere le redini dell’incontro e chiudere in vantaggio di 8 lunghezze il primo quarto sul parziale di 18 a 10.

Nel secondo quarto Palermo riesce a toccare il massimo vantaggio sul 24 a 14 con due tiri liberi di Russo a sette minuti dal termine. Faenza tenta di ricucire lo strappo alzando l’intensità difensiva e Palermo non riesce più a trovare la via del canestro. Punto su punto Faenza torna in partita. A tre minuti dalla fine Vanderberg commette il terzo fallo seguito poi dal tecnico che la costringe ad uscire dal campo. Anche coach Coppa si fa sentire con gli arbitri rimediando un tecnico. Faenza così va spesso in lunetta e sul 2 su 2 di Schwienbacher segna il nuovo vantaggio sul 29 a 28. Il quarto lo vince Faenza per 21 a 12 e si va così all’intervallo lungo sul 31 a 30.

Inizio terzo quarto da incubo per Faenza che in un amen passa dal +1 al -10. l’impressione è che possa essere lo strappo decisivo della partita. Ci pensa invece Franceschelli, con due triple consecutive, a rianimare le sue. Questa volta però il quarto lo vince Palermo per 23 a 17 che permette alle ospiti di iniziare l’ultima frazione in vantaggio per 53 a 48.

Nell’ultimo quarto la stanchezza si fa sentire e in attacco si segna col contagocce. Cupido riporta Palermo a +9. Risponde ancora Ballardini con due triple consecutive che riportano a galla le padrone di casa. Negli ultimi 5 minuti non si segna praticamente più. Schwienbacher da dentro l’area segna il canestro del -1, ma sul ribaltamento difronte Miccio, fino a quel momento limitata benissimo da Franceschelli, segna una tripla delle sue che rispedisce Faenza a -4 a pochi minuti dal termine. Faenza tenta l’ultimo assalto. Dalla lunetta Franceschelli segna i liberi che la riportano a -2. Cupido prova a risolvere la partita per Palermo, ma grazie ad un ottima difesa è costretta a perdere palla. L’ultimo possesso e per Faenza che chiama time out per disegnare l’attacco finale. La rimessa viene fatta nella metà campo di Palermo ma il giro palla non riesce a trovare giocatrici libere. Così è Policari che tenta un tiro forzato dalla lunga distanza, ma finisce sul ferro.

Vince così Paelrmo per 60 a 58 vendicando la sconfitta dell’andata e ribaltando anche la differenza canestri.

Adesso ci aspetta una settimana di lavoro nella speranza di recuperare al meglio tutte le giocatrici per andare a giocarci il derby importantissimo contro il Progresso.

Questi i tabellini :

http://www.legabasketfemminile.it/MatchStats.aspx?ID=218&MID=38897