SERIE A2: IL DERBY E’ DI FAENZA

Nel Finale Schwienbacher regala i due punti a Faenza !

Ennesima partita da cardiopalma del InfinityBio che riesce a spuntarla per una sola lunghezza alla fine di una partita spettacolare davanti a una cornice di pubblico delle grandi occasioni. Faenza con la vittoria nel Derby si conferma al secondo posto in classifica in attesa del recupero della partita fra Selargius e Cestistica Spezzina.

Già dalla presentazione delle squadre si respira un bel clima, con il giusto tributo alla numero 2 di Bologna, la play D’Alie chiamata per ultima e omaggiata dagli applausi di tutto il pubblico per la vittoria della medaglia d’oro nel 3X3 con la Nazionale Italiana ai mondiali disputati a Manila.

Il primo quarto vede subito un sostanziale equilibrio fino a metà tempo con Faenza avanti per 10 a 9, poi le padrone di casa sono state brave a sfruttare i mismatch sotto canestro prendendo margine con Preskienyte e Morsiani e grazie anche ad un ottima difesa si è portata sul +7 alla fine del quarto sul parziale di 19 a 12. Inizio secondo quarto vede subito un recupero di Bologna con la coppia D’Alie Tassinari che la riportano a -3 sul 19 a 16. Faenza reagisce e con Soglia e Zanetti si riporta a +9 a cinque minuti dalla fine. Ma è ancora una volta D’Alie che scuote le sue e realizzando 5 punti consecutivi che fanno rientrate il Progresso fino al -4 e a un minuto dalla fine con un canestro dentro l’area di Tava fino al -2. Serve una tripla di Franceschelli per smuovere Faenza, il quarto lo vince però Bologna di 2 punti sul 21 a 19 e si va all’intervallo lungo sul risultato di 38 a 33.

Al rientro dagli spogliatoi Faenza tenta subito un allungo con due triple della coppia Schwienbacher Ballardini che fanno esplodere il Bubani e riportano Faenza sul massimo vantaggio di 9 punti, ma anche questa volta la fuga dura poco. Con i canestri di Tava e Storer e con la tripla di Nannucci Bologna rientra a -2 sul 44 a 42. La partita cresce di intensità e gli arbitri devono far ricorso al fischietto portando in bonus le squadre molto presto. Dalla lunetta Faenza ricostruisce il suo vantaggio e con il canestro dal pitturato di Morsiani raggiunge il massimo vantaggio sul +10 sul 54 a 44 a due minuti dalla fine.Sembra l’allungo finale, invece Bologna dimostra tutto il suo carattere e con una tripla di Dall’Aglio e un canestro di Storer gli consente di impattare il quarto sul 16 pari mantenendo il -5 sul risultato di 54 a 49 per Faenza.

L’ultimo quarto si apre ancora con una tripla di Scwienbacher che permette a Faenza di mantenere le distanze, ma il Progresso non molla e con una Dall’Aglio scatenata autrice di due triple consecutive si riporta a -3 sul 61 a 58 a quattro minuti dalla fine. La partita si gioca sui nervi fra falli antisportivi e tecnici alla panchina. Dalla lunetta Preskienyte riporta Faenza a +5 a poco meno di tre minuti dalla fine. Sempre dalla lunetta è Tassinari a regalare la parità alle Bolognesi sul 65 pari e sull’inerzia del recupero segnano con la tripla di Tava il sorpasso sul 65 a 68. Questo sembra essere il colpo del Ko per Faenza che però non si disunisce e rimane attaccata alla partita. Seguono una serie di falli che mandano in lunetta le due squadre. Faenza è più precisa dalla linea dei liberi e con il due su due di Schwienbacher torna a -1 a un minuto dalla fine. Bologna palla in mano sbaglia il canestro con D’Alie ma è brava Cordisco a prendere il rimbalzo e scaricare su Dall’Aglio che prova l’ennesimo tiro pesante che questa volta però non va a segno. Il rimbalzo lo prende proprio Schwienbacher che riparte per l’ultimo attacco. Il Bubani è una bolgia con le due tifoserie che non fanno mancare il supporto alle squadre. Bologna difende forte e per Faenza è difficile trovare soluzioni facili, così la play Faentina si mette in proprio e tenta una penetrazione nel cuore dell’area avversaria arrivando al tiro sul fil di sirena e segnando il canestro del +1 sul 71 a 70. Rimangono solo quattro secondi per il Progresso, troppo pochi, Tassinari tenta un tiro affrettato che si ferma sul ferro. Il Derby è di Faenza e il Bubani intona il canto Romagna Mia per festeggiare.

Da sottolineare la prestazione super di Schwienbacher con 13 punti di cui 9 nel ultimo quarto, 7 rimbalzi e 7 assist vera trascinatrice per le Faentine.

Terza vittoria di misura consecutiva per l’InfinityBio che dimostra ancora una volta il cuore e il carattere immenso di queste ragazze.

Adesso la testa va subito a sabato 24 novembre dove ci aspetta la difficilissima trasferta in casa della capolista Campobasso.

Tabellini : http://www.legabasketfemminile.it/MatchStats.aspx?ID=218&MID=38790

Le interviste post partita a #8 Ballardini Simona

e Coach Giroldi

SERIE A2 : FAENZA ALL’ULTIMO RESPIRO SBANCA PALERMO !!!

Faenza vince lo scontro d’alta classifica !

Per la seconda volta di fila Faenza riesce a spuntarla al fotofinish a dimostrazione che questa squadra oltre al talento ha anche un cuore immenso.

Nel primo quarto Faenza prende subito la testa della partita con due tiri dalla lunga distanza della coppia Ballardini Preskienyte. Palermo con calma ricuce lo strappo e a tre minuti dalla fine segna il primo vantaggio sul canestro di Miccio che firma il 12 a 11 per le padrone di casa. Il quarto si chiude in perfetta parità sul parziale di 15 a 15.

L’equilibrio si mantiene anche nei primi minuti del secondo quarto, poi Faenza prova un secondo break portandosi al massimo vantaggio sul più 8 a metà tempo con i due liberi di Soglia che firma il 27 a 19. Il vantaggio viene recuperato solo in parte e Faenza va al riposo sul risultato di 31 a 26.

Al ritorno dagli spogliatoi in campo c’è solo Palermo. Stringe le maglie in difesa e per Faenza è notte fonda. Ricuce lo svantaggio e con Verona a 7 dal termine effettua il sorpasso. Faenza non riesce a reagire e finisce il quarto con soli 4 punti segnati, tutti da Morsiani contro i 16 delle Palermitane che si portano sul massimo vantaggio di 7 punti sul 42 a 35.

Nei due minuti di intervallo Faenza prova a scuotersi e a riorganizzare le idee. Quello che succede nel ultimo quarto ha lo stesso copione ma a parti invertite.

Con due tiri pesanti di Franceschelli e Morsiani Faenza torna subito in partita sul 41 a 42 e l’incontro si trascina punto a punto fino ai minuti finali. A meno di un minuto dal termine Russo trova l’ennesimo vantaggio per Palermo sul 48 a 47, sul rovesciamento di fronte Ballardini si butta in mezzo all’area e seppur ben marcata da Vandenberg con una magia riesce a segnare il più 1 per Faenza sul 49 a 48. Palermo a 22 secondi dalla fine ha la palla in mano della vittoria, ma per le Faentine ci sono ancora falli da commettere prima di arrivare in bonus e Franceschelli li spende ottimamente sulla giocatrice più pericolosa Miccio, e la obbliga così a prendere un tiro ad altissima difficoltà che non arriva al ferro.

Faenza vince così l’ultimo quarto per 14 a 6 e la partita di un punto sul risultato finale di 49 a 48.

Questi i tabellini :

http://www.legabasketfemminile.it/MatchStats.aspx?ID=218&MID=38777

 

SERIE A2: FAENZA SOFFRE MA VINCE IN RIMONTA !

 

Faenza trascinata dal suo pubblico vince in volata !

Partita sconsigliata ai deboli di cuore. L’InfinityBio soffre per tutta la partita e solo sul finale riesce ad avere la meglio contro una mai doma Civitanova.

Il primo quarto è tutto a favore delle ospiti che scendono in campo molto determinate. Nelle prime tre azioni, mettono a segno tre triple che gli valgono così il primo vantaggio sul 6 a 2. Faenza tenta una reazione ma soffre il gioco veloce e aggressivo delle ospiti e deve rinunciare molto presto alla Preskienyte autrice di 3 falli in pochi minuti. Il primo quarto della FeBa è a dir poco perfetto e si aggiudica il parziale sul 25 a 16. Nel corso del secondo quarto il vantaggio arriva fino al +14 sul 44 a 30 recuperato solo in parte in chiusura di tempo. Si va al riposo con Faenza sotto di 10 sul risultato di 36 a 46.

Nel terzo quarto Faenza prova a ricucire il gap, ma a metà frazione le ospiti conducono ancora di 13 lunghezze sul parziale di 54 a 41.

La partita è molto nervosa e fioccano i falli antisportivi e i tecnici, di conseguenza la situazione falli diventa un fattore. Proprio un tecnico porta Ballardini a 4 falli e Faenza sull’orlo del baratro. Ma proprio quando tutto sembra perduto, Faenza reagisce e trascinata da un PalaBubani particolarmente caldo, inizia il recupero. Nei successivi 5 minuti Faenza segna 16 punti contro i soli 7 delle avversarie.

Faenza vince così il terzo quarto per 21 a 15 riportandosi pienamente in partita sul meno 4 a 57 a 61.

Le due squadre cominciano a sentire la fatica, complice anche le basse rotazioni, per Faenza pesa non poco l’assenza di Morsiani presente in panchina solo per onor di firma causa un problema fisico. Il gioco ne patisce e si segna sempre meno. La mossa che cambia definitivamente la partita e la difesa a zona di Faenza, che obbliga le Marchigiane a tentare il tiro da fuori visto che nel frattempo ha dovuto rinunciare a Gaskin uscita per 5 falli.

Nel ultimo quarto sale in cattedra Preskienyte che con la tripla segna il sorpasso di Faenza sul 66 a 65 seguito poi da 4 liberi consecutivi che vale il massimo vantaggio di 3 lunghezze sul 70 a 67. Ma proprio quando sembrava fatta la Lituana commette un fallo di reazione che gli vale il tecnico è l’uscita per 5 falli. La FeBa così ritorna sotto con i due liberi di Perini. Nel concitato finale la differenza la fa ancora la difesa di Faenza che costringe le avversarie a commettere due infrazioni dei 14 secondi evitando così di essere nuovamente superata.

Con meno di 24 secondi da giocare il possesso torna così nelle mani di Faenza. La palla viene gestita da Ballardini che a 4 secondi dalla fine viene mandata in lunetta dove firma il 72 a 69. Partita finita ? Assolutamente no, Perini si porta velocemente verso il canestro avversario e tenta un tiro da lontanissimo che però muore sul primo ferro.

Faenza vince così 72 a 69 dopo essere stata sotto per quasi tutto l’incontro. E’ una vittoria molto importante per la classifica ma soprattutto per il morale e che prepara al meglio la squadra Manfreda in previsione delle prossime difficili partite che la vedranno, prima in trasferta a Palermo, poi in casa contro Bologna e per finire ancora in trasferta a Campobasso.

Tabellini : http://www.legabasketfemminile.it/MatchStats.aspx?ID=218&MID=38771

Ecco le interviste di #4 Licia Schwienbacher

e Coach Nicola Scalabroni

 

 

SERIE A2: A LA SPEZIA ARRIVA IL PRIMO STOP !

Faenza perde il primo scontro al vertice.

Faenza interrompe la sua striscia positiva, perdendo per 69 a 53 con La Spezia. La formazione Ligure rimane prima in classifica a punteggio pieno, in comproprietà con Campobasso che è uscita vittoriosa anche lei dal difficile campo di Palermo.

Solo nei primi minuti del primo quarto Faenza riesce a prendere la testa del incontro arrivando sul più 3 con la tripla di Ballardini sul risultato di 5 a 2, presto ricucito dalle padrone di casa che mettono fin da subito sugli scudi la loro giocatrice di maggior talento Packovski, che rimarrà per tutta la partita un rebus per la difesa Faentina, e chiuderà l’incontro con 25 punti (6/11 da 2 e 3/5 da 3). Il primo quarto si chiude sul 19 a 14 per le padroni di casa.

La Spezia gioca bene e trova con regolarità il canestro, mentre Faenza gioca contratta in attacco e poco aggressiva in difesa. Lo svantaggio per Faenza arriva fino al meno 15 sul 36 a 21 che profuma già di sentenza. L’ifinityBio però non molla e con la tripla di Ballardini tenta di rientrare fino a meno 9, ma ancora una volta Packovski segnando una tripla a fil di sirena da metà campo, manda le squadre a riposo sul 39 a 27.

Il terzo quarto si apre con una tripla di Templari che riporta a +15 La Spezia, ma Faenza ancora una volta alle corde, non molla e tenta una reazione con un break di 7 a 0 con la lunga Preskienyte sugli scudi, e riesce a vincere il quarto per 20 a 13 che riporta in partita le Manfrede.

Ma l’illusione dura poco, lo sforzo fatto per rientrare si sente, e ad inizio ultimo quarto Faenza non riesce più a fare canestro. Le Liguri così piazzano un nuovo parziale di 9 a 0 che gli vale nuovamente il +14. E’ il break che segna la fine della partita Faenza non riesce più a reagire e il quarto finisce con un netto 17 a 6 per le padrone di casa, che fissano il risultato sul +16 finale sul risultato di 69 a 53.

Per Faenza segnaliamo la brutta prestazione al tiro pesante con un 3/17 (17%) contro il 10/28 (35%) delle Liguri.

Questi i tabellini : http://www.legabasketfemminile.it/MatchStats.aspx?ID=218&MID=38765&rg=

 

 

 

SERIE A2 : FAENZA VINCE IL DERBY E FA POKER !

L’InfinityBio vince e raggiunge la testa della classifica.

Prima trasferta della stagione e prima vittoria per l’InfinityBio che rispetta il pronostico e torna dal derby di Forlì con i due punti che gli permettono di salire in vetta alla classifica in comproprietà con Palermo, Campobasso e La Spezia.

Faenza parte con il quintetto base con Zanetti in campo al posto di Ballardini che si concede un turno di riposo per dedicarsi a tempo pieno alla gestione della squadra. Stessa sorte anche per la Preskienyte che chiude la partita dopo soli 5 minuti, anche lei di fatto tenuta a riposo in vista dei prossimi impegni. Faenza comunque si dimostra fin da subito padrona del campo e a fine primo quarto chiude sul +8 con il parziale di 20 a 12. Ad inizio secondo quarto le padrone di casa tentano di ricucire lo strappo, ma le Manfrede piazzano un break di 12 a 0 che gli permette di chiudere il primo tempo sul +17 sul risultato di 42 a 25. La partita prosegue sugli stessi binari anche nei quarti successivi, con Forlì che però sul piano agonistico non molla e la partita rimane dura e a tratti nervosa. Lo dimostrano i falli totali di squadra che vedono Forlì vincere questa classifica con 21 (Conti uscita con 5 falli in appena 7 minuti giocati) contro i 12 di Faenza.

Tra le fila di Faenza buon minutaggio per capitan Caccoli che chiude la partita con 5 punti e 7 rimbalzi e Zanetti per lei 8 punti e 9 rimbalzi.

Da segnalare anche i primi punti in serie A2 della giovanissima classe ’01 Panzavolta autrice di 4 punti con un 2/3 dal campo e 1 rimbalzo.

Anche la prossima partita sarà in trasferta, questa volta sul difficilissimo campo di La Spezia. Sarà il primo scontro al vertice della stagione in casa di una delle formazioni più attrezzate. Il pericolo numero uno sarà la play Croata Packovski che viaggia in questo inizio di campionato con 19 punti di media.

I Tabellini : http://www.legabasketfemminile.it/MatchStats.aspx?ID=218&MID=38741&rg=